Premi annuali ad ettaro per migliorare input chimici e idrici in agricoltura: bando 2021

Bando che attua, per il 2021, l'operazione 10.1.2 "Miglioramento della gestione degli input chimici e idrici" del Psr Feasr 2014-2020 sottomisura 10.1 "Pagamenti agro climatico ambientali". Premi annuali ad ettaro. Domande di aiuto prorogate al 25 giugno 2021


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di scadenza presentazione domande

25 giugno 2021

La Regione Toscana con decreto dirigenziale 6403 del 20 aprile 2021 ha approvato il bando per l'attuazione del tipo di operazione 10.1.2 "Miglioramento della gestione degli input chimici e idrici" - annualità 2021" (allegato 2 del decreto) del Programma di sviluppo rurale (Psr) del Fondo europeo agricolo per lo svilupo rurale (Feasr) 2014-2020, al fine di promuovere tecniche di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici. Infatti attraverso il miglioramento della gestione dei fertilizzanti, soprattutto di quelli azotati, e dell’irrigazione, è possibile contenere in modo efficace le emissioni di gas serra, in primo luogo di protossido di azoto.

l bando è condizionato, ossia il bando e le domande che saranno presentate sono condizionati all’approvazione, da parte della Commissione Europea, della modifica del Psr Feasr 2014-2020.


Finalità

Il bando punta a erogare premi annuali ad ettaro per impegni dell'agricoltore in una gestione migliore dgli input chimici e idrici


Beneficiari

I soggetti beneficiari del sostegno sono gli agricoltori ai sensi dell'articolo 2135 del Codice civile.
Sono esclusi dal sostegno gli imprenditori che hanno riportato sentenze definitive di condanna per violazione di normative in materia di lavoro.

Scadenza e presentazione delle domande

Ai fini della procedura istruttoria le domande si distinguono in domanda di aiuto e domanda di pagamento. La domanda di aiuto deve essere presentata entro il 25 giugno 2021 impiegando esclusivamente la procedura informatizzata, la modulistica disponibili sulla piattaforma gestionale dell'Anagrafe regionale delle aziende agricole gestita da Artea e raggiungibile dal sito www.artea.toscana.it.

La domanda deve essere sottoscritta e presentata secondo le modalità approvate con decreto 140/2015 del direttore di Artea:

I soggetti interessati sono tenuti alla presentazione del Piano delle coltivazioni, nell'ambito del sistema informativo Artea.

La domanda di pagamento è la richiesta annuale di erogazione del pagamento a seguito di ammissione della domanda di aiuto; deve essere presentata entro il 15 maggio del 2022.

Impegno finanziabile

  • L’impegno deve essere mantenuto per un anno, (eventualmente prorogabile nel rispetto dei termini previsti dal Regolamento n. 2020/2220).

L’operazione prevede uno dei seguenti impegni finanziabili:

1. Semina su sodo

2. Introduzione di colture da copertura

3. Inerbimento delle colture arboree specializzate

4. Trasemina di cereali con leguminose (bulatura)

  • A partire dal 15 maggio 2021 è vietato l'utilizzo del principio attivo glifosato, nell'UTE oggetto di impegno.
  • A partire dal 1° ottobre 2021 il richiedente è obbligato alla tenuta dei registri delle operazioni colturali e di magazzino messi a disposizione da Artea (Quaderno delle registrazioni) nel proprio sistema informativo nel rispetto dei contenuti e delle modalità di compilazione previste.


Tipo di agevolazione

L’operazione prevede l’attivazione dei seguenti impegni finanziabili:

1. Miglioramento della gestione degli input chimici

2. In presenza di colture irrigue è obbligatoria l’adesione all’impegno “Miglioramento della gestione degli input idrici” sempre in associazione con l’impegno “Miglioramento della gestione degli input chimici”.

Miglioramento della gestione degli input chimici

  • Vite: 430 €/ha

  • Olivo e altri fruttiferi: 280 €/ha (esclusi castagneti)

  • Seminativi: 100 €/ha

  • Ortive-Pomodoro da industria-Officinali-Floro-vivaismo: 210 €/ha

  • Tabacco: 600 €/ha

Miglioramento della gestione degli input idrici

  • Vite: 30 €/ha

  • Olivo e altri fruttiferi: 30 €/ha (esclusi castagneti)

  • Seminativi: 30 €/ha

  • Ortive -Pomodoro da industria-officinali-Floro-vivaismo: 60 €/ha

E’ obbligatoria la registrazione delle operazioni colturali e di magazzino entro 15 giorni dall’esecuzione dell'intervento o dell'operazione colturale o dall’acquisto dei prodotti.

Dotazione finanziaria

Le risorse stanziate per l’attuazione del presente bando sono pari a euro 2.300.000.

Criteri di selezione

I criteri utilizzati per l'assegnazione dei punteggi si riferiscono alla presenza di allevamenti aziendali e ad elementi di natura territoriale (Aree di salvaguardia, ZVN, Zone Natura 2000, Aree Protette)

Per conoscere tutti i dettagli necessari per presentare correttamente la domanda

 

 

Per saperne di più compila e invia il  >>> modulo online Scrivici

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
15.06.2021
Article ID:
58063894