Opere pubbliche, pochi giorni al rilascio dell'applicativo Sitat-229

Condividi


L'Osservatorio regionale dei contratti pubblici della Toscana, nell'ambito delle attività di supporto agli operatori delle stazioni appaltanti di competenza e di semplificazione degli oneri informativi, renderà a breve disponibile a tutti i referenti unici ed ai Rup registrati nel proprio sistema informativo Sitat, l'applicazione web denominata Sitat-229. Il rilascio di tale applicativo, previsto per lunedi 13 ottobre, sarà reso noto con successiva comunicazione non appena completati i necessari test di funzionamento concordati con il Ministero dell'Economia e delle Finanza (il comunicato dell'Osservatorio regionale del 7 ottobre 2014) .

L'applicazione Sitat 229, il cui utilizzo da parte della stazione appaltante non riveste carattere di obbigatorietà, consentirà in particolare:
- di recuperare le informazioni già disponibili sul Sitat, utili anche al fine di superare eventuali disallineamenti / ritardi di aggiornamento fra gli archivi Sitat e gli archivi Simog di Anac;
- l'implementazione degli ulteriori dati richiesti ai fini del monitoraggio di cui al D.Lgs.229/2011 che potrà essere effettuata da ciascun RUP per la propria quota parte di competenza facilitando la raccolta richiesta al Referente Unico;
- di consentire l'invio delle informazioni alla Bdap tramite il caricamento massivo delle stesse così come previsto dalla citata circolare MEF-RGS 8/4/2014 cui provvederà questo stesso Osservatorio tramite Sitat nn appena ricevuta dal Referente Unico la conferma del completamento del caricamento dati per il proprio Ente.

Cosa fare in attesa del rilascio dell'applicativo Sitat 229
L'Osservatorio regionale dei contratti pubblici, nell'attesa del rilascio dell'applicativo, invita tutti gli Enti di interesse regionale, provinciale e comunale che ricadono nell'ambito di competenza dell'Osservatorio stesso, anche attraverso i propri RUP, a completare le attività preliminari richieste attraverso le disposizioni attuative già emanate ed in particolare, relativamente a tutti i progetti di Opere Pubbliche oggetto di monitoraggio:
- verificare la completezza e la correttezza dell'elenco dei Cup loro assegnati ed in visione nella BDAP;
- qualora non avessero già provveduto secondo le disposizioni di cui al Comunicato del Presidente dell'ex AVCP  dell'8 maggio 2014 o in precedenza tramite il sistema Sitat, l'Osservatorio invita ad indicare sul sistema Simog di Anac il Cup del progetto all'interno del quale si colloca lo specifico appalto (Cig)
- verificare l'aggiornamento delle comunicazioni alla sezione regionale dell'Osservatorio sui Contratti Pubblici ai sensi del comma 8 art.7 D,Lgs.163/06 e a provvedere nel caso alla immediata regolarizzazione.

Riferimenti: norme, comunicazioni e avvisi
In riferimento alla comunicazione delle informazioni alla Banca dati unitaria delle amministrazioni pubbliche (Bdap) finalizzate al monitoraggio delle Opere pubbliche in attuazione del D.Lgs.229/2011 per le quali si rimanda:
- alle disposizioni di cui alla Circolare n°14 Ministero Economia e Finanze – Ragioneria Generale dello Stato dell'8 aprile 2014;
- alla comunicazione via Pec inoltrata dal MEF a tutte le stazioni appaltanti delle credenziali provvisorie di accesso alla BDAP;
- al Comunicato del Presidente dell'ex AVCP emanato in data 8 maggio 2014;
- all'avviso di sollecito inoltrato via mail dall'ANAC (ex AVCP) in cui si ricordava di provvedere all'individuazione del referente unico per l'invio delle informazioni nonché alla richiesta dell'utenza definitiva alla BDAP;
- alle ulteriori informazioni ed istruzioni disponibili sul sito http://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/Attivit--i/Spesa-per-le-opere-pubbliche/

 

Aggiornato al:
03.04.2015
Article ID:
11983131
Interessa a: