Monitoraggio in Toscana per rilevare l'eventuale presenza di X. fastidiosa

La Regione Toscana a partire dal 2014 in ottemperanza alle regole vigenti svolge dei controlli per verificare se Xylella fastidiosa è presente nel proprio territorio. Le indagini sono condotte in diversi tipi di contesto sia sulle piante sia sugli insetti vettori, e nel tempo si sono  intensificate  per numero di siti ispezionati e per numero di campioni analizzati.

Proprio nell'ambito di questi monitoraggi nel 2018  è stata purtroppo rinvenuta  nel Comune del Monte Argentario una pianta di ginestra contaminata da quello che si è poi rilevato essere un sotto tipo di Xylella fastidiosa subspecie multiplex.

Da allora, nella zona dove si è riscontrata la presenza del patogeno, sono iniziate svariate attività di cui si dettaglia nell'apposita sezione X.fastidiosa sul Monte Argentario.

Nel resto della Regione Toscana dal 2018 sono proseguite le consuete attività di controllo ed in questa sezione del sito unitamente ad altre informazioni di carattere più generale, se ne restituisce dettaglio.

Aggiornato al:
19.01.2021
Article ID:
16278270