Bando Misura 1.42: "valore aggiunto, qualità dei prodotti e utilizzo delle catture indesiderate"

Domande entro le ore 13.00 del 25 giugno 2021


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

26 maggio 2021

Numero e parte del BURT

n. 21 parte III

Data di scadenza presentazione domande

25 giugno 2021

La Regione Toscana con decreto dirigenziale 8407 del 13 maggio 2021  ha approvato bando misura 1.42: "valore aggiunto, qualità dei prodotti e utilizzo delle catture indesiderate" (allegato A del decreto) del Po Feamp 2014-2020.

Finalità del bando
La Misura prevede investimenti per la creazione di valore aggiunto e/o a migliorare la qualità del pesce catturato in conformità alle nuove disposizioni della Politica Comune della Pesca, che prevedono il divieto di rigetti in mare, come conseguenza del depauperamento degli stock ittici.
Le azioni sostengono gli interventi a bordo delle imbarcazioni, per valorizzare al meglio la parte sottosfruttata del pesce catturato e le catture indesiderate, Iin linea con l’Obiettivo tematico 3 del Quadro Strategico Comune per la programmazione 2014-2020 che sostiene le PMI.
Ciò anche attraverso l’incentivazione della filiera corta ittica, della qualità dei prodotti e l'utilizzo di specie indesiderate.

Dotazione finanziaria
Le risorse finanziarie messe a disposizione del presente bando – sono pari ad € 229.432,51.

Scadenza
La domanda di aiuto dev’essere presentata tramite DUA entro le ore 13.00 del 25 giugno 2021, pena la non ammissibilità della stessa domanda.

Area territoriale di attuazione
Intero territorio regionale
Non potranno essere realizzati investimenti in zone vulnerabili dai nitrati di origine agricola (ZVN), designate ai sensi della Direttiva 91/676/CEE, qualora gli stessi investimenti incidano negativamente in relazione a detta criticità ambientale.

Interventi ammissibili

  • a) investimenti che valorizzano i prodotti della pesca, in particolare consentendo ai pescatori di provvedere alla trasformazione delle proprie catture;
  • b) investimenti che valorizzano i prodotti della pesca, in particolare consentendo ai pescatori di provvedere alla commercializzazione delle proprie catture;
  • c) investimenti che valorizzano i prodotti della pesca, in particolare consentendo ai pescatori di provvedere alla vendita diretta delle proprie catture;
  • d) investimenti innovativi a bordo sugli attrezzi selettivi per ridurre al minimo le catture indesiderate in grado di migliorare la qualità dei prodotti della pesca.

Soggetti ammissibili al finanziamento

  1. Armatori di imbarcazioni da pesca
  2. Proprietari di imbarcazioni da pesca

Per tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda consultare integralmente

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
26.05.2021
Article ID:
64049068