Legge di stabilità 2019 e Bilancio di previsione 2019 - 2021

Il Consiglio regionale ha approvato la legge di stabilità per l'anno 2019 ( legge regionale 27 dicembre 2018, n. 74 , pubblicata sul BURT  n. 61, parte prima, del 28 dicembre 2018), nonché il Bilancio di previsione finanziario 2019 – 2021 pubblicato come legge regionale 27 dicembre 2018, n. 75 sul BURT n. 61, parte prima, del 28 dicembre 2018).

Bilancio di previsione 2019

Il bilancio di previsione 2019-2021 viene predisposto tenendo conto della manovra finanziaria dello Stato contenuta nel disegno di legge di bilancio per l'anno 2019.
In tale disegno di legge di bilancio dello Stato è previsto l'azzeramento del concorso agli obiettivi di finanza pubblica delle RSO disposto dalla legge 208 del 2015 (in termini di saldo netto da finanziare ed indebitamento netto) eliminando il taglio alle risorse erariali a favore delle regioni per le annualità 2019, 2020 e 2021.

Le previsioni di entrata relative al Titolo I ammontano a complessivi 8.411,34 mln di euro e comprendono sia le entrate tributarie (incluse quelle finalizzate al finanziamento della sanità regionale) che quelle derivanti dal Fondo nazionale trasporti di cui all'art. 16 bis del D.L. 95/2012 (391,89 mln di euro), che in base alle nuove disposizioni dettate dal D.Lgs 118/2011, devono essere contabilizzate nell'ambito del Titolo I.
Nell'esercizio 2019 sono stanziati complessivamente 230,31 mln di euro derivanti da attività di recupero dei tributi evasi. Si attendono circa 50 mln di euro dall'invio degli avvisi bonari delle tasse automobilistiche, 30,6 mln di euro per accertamenti IRAP e 6,5 mln di euro per accertamenti relativi all' Addizionale Regionale all'IRPEF. Circa 122,4 mln di euro costituiscono i crediti derivanti da tributi propri che la Regione Toscana prevede di riscuotere attraverso ruoli coattivi: le relative riscossioni dovrebbero attestarsi su oltre 20 mln di euro.
Il bilancio 2019 prevede, inoltre, entrate extratributarie per 62,45 mln di euro ed entrate da alienazione del patrimonio immobiliare per 15 mln di euro.

La spesa regionale complessiva, al netto della componente passiva di amministrazione, prevista nel bilancio 2019- 2021 è  di 9.970,6 mln di euro.
Dato il contesto finanziario di riferimento, le previsioni di bilancio sono state formulate secondo le modalità di seguito evidenziate:

  • sono state finanziate integralmente sia le spese di funzionamento (personale, mutui, fitti passivi, manutenzione immobili, gestione entrate tributarie, imposte e tasse, trasferimento al Consiglio Regionale,ecc.), sia le spese ritenute incomprimibili o prioritarie dai documenti di programmazione regionale (TPL, cofinanziamento regionale alla nuova programmazione UE, trasferimento enti ed agenzie, trasferimento agli EELL per funzioni trasferite e delegate, accantonamenti obbligatori per legge - fondi garanzie e patronage, fondo potenzialità pregresse, indennità fine mandato, svalutazione crediti, perdite societarie, ecc.);
  • sono state rese disponibili per le politiche le risorse che erano state accantonate, in sede di predisposizione del Bilancio di previsione 2018/2020 (annualità 2019 e 2020), per il rispetto degli obiettivi di finanza pubblica contenuti nella manovra statale per il 2018. Ciò ha consentito di recuperare risorse per circa 195 milioni di euro riportando i livelli della spesa 2019 a quelli della spesa 2018. I volumi di bilancio 2019 risultano in linea con quelli del 2018;
  • è stata prevista la rimodulazione della programmazione comunitaria assicurando la copertura finanziaria alla quota di cofinanziamento regionale relativa alla eventuale acquisizione della premialità (riserva di efficacia) che vale nel triennio circa 22 milioni di euro.

(Tabella e grafici riepilogativi.pdf).

Aggiornato al:
25.11.2019
Article ID:
16456559