Le Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare della Toscana: avviso pubblico per il sostegno

Avviso pubblico per il sostegno alle attività correlate all’istituzione o al sostegno delle “Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare” del proprio territorio


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

28 aprile 2021

Numero e parte del BURT

17 Parte III

Data di scadenza presentazione domande

01 luglio 2021

Nate spontaneamente in Toscana, si sono riconosciute in quanto previsto dall’art. 13 della L. 194/2015: ambiti locali derivanti da accordi tra agricoltori locali, agricoltori e allevatori custodi, gruppi di acquisto solidale, istituti scolastici e universitari, centri di ricerca, associazioni per la tutela della qualità della biodiversità di interesse agricolo e alimentare, mense scolastiche, ospedali, esercizi di ristorazione, esercizi commerciali, piccole e medie imprese artigiane di trasformazione agraria e alimentare, nonché enti pubblici

Data di scadenza presentazione proposte progettuali:
Con decreto n. 8894 del 19 maggio 2021 è stata prorogata la data di scadenza per la presentazione delle proproste progettuali a entro e non oltre le ore 23,59 giovedì 1 luglio 2021.

Il contributo massimo concedibile per ciascun progetto, calcolato sulla base della spesa ammissibile, non potrà essere superiore a €. 12.000,00 IVA compresa.

Con Decreto dirigenziale n. 6404 del 18 aprile 2021, la Regione Toscana ha adottato l’avviso pubblico per la realizzazione di progetti volti all’istituzione e/o al sostegno delle “Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare” di cui all’articolo 13, comma 3, della Legge n. 194/2015.

Bando

 

Decreto n. 6404 del 18/04/2021

Decreto n. 8894 del 19 maggio 2021
Proroga dei termini di presentazione dei progetti e modifiche per correzioni errori materiali.

Scadenza

le proposte progettuali possono essere presentate entro e non oltre le ore 23,59 giovedì 1 luglio 2021.

 

 

 

 

A chi si rivolge

Alle Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare strutturate e alle Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare che sono dotate dell’accordo previsto dall’Art. 13 della L. 194/2015, ma che non sono ancora strutturate. Quest’ultime si devono impegnare ad organizzarsi formalmente e a trasmetterne gli atti conseguenti (atto di costituzione, statuto, ecc.) al Settore “Consulenza, formazione e innovazione” della Regione Toscana, entro 60 giorni dalla pubblicazione della graduatoria di merito dei progetti ammissibili al contributo previsto dal bando.

Per Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare strutturata si intende quella che ha predisposto e approvato delle regole di funzionamento, ha adottato una forma organizzativa, ha individuato un soggetto referente e gli organi della propria organizzazione.

 

Opportunità

Contributo massimo concedibile per ciascun progetto, calcolato sulla base della spesa ammissibile, non superiore a €. 12.000,00 IVA compresa.

Come partecipare

Le proposte progettuali devono essere presentate utilizzando esclusivamente:

  • a) il modello di cui all’allegato n. 1 del bando, per le Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare strutturate
     
  • b) il modello di cui all’allegato n. 2 per le Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare non strutturate. Quest’ultime, qualora siano provviste di un unico delegato a presentare il progetto, possono utilizzare il modello di cui all’allegato n. 2.A.

Con l’allegato n. 3 le Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare che entro i 60 giorni previsti si saranno formalmente strutturate, trasmetteranno al Settore “Consulenza, formazione e innovazione” della Regione Toscana, gli atti conseguenti a dimostrazione dell’avvenuta organizzazione formale.

 

Leggi il bando completo

Modelli per trasmissione delle proposte progettuali (in formato .doc editabile):

  • il modello Allegato n. 1  (.doc) (corretto) per le Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare strutturate
     
  • il modello Allegato n. 2  (.doc) (corretto) per le Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare NON strutturate, senza delega
     
  • il modello Allegato n. 2A (.doc) (corretto) per le Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare NON strutturate, con delegato
     
  • il modello Allegato n. 3  (.doc) (invariato) per la trasmissione degli atti formali di strutturazione

 

 

Finalità

La Regione Toscana indice il presente bando per la selezione e la concessione di contributi a progetti volti all’istituzione e/o al sostegno delle “Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare” di cui all’Articolo n. 13 della Legge 1° dicembre 2015, n. 194 “Disposizioni per la tutela e la valorizzazione della biodiversità di interesse agricolo e alimentare” (L. 194/2015.

Destinatari/beneficiari

Possono partecipare al presente bandole le Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare strutturate e le Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare che sono dotate dell’accordo previsto dall’Art. 13 della L. 194/2015, ma che non sono ancora strutturate (v. art. 4 del bando).

Scadenza e presentazione della domanda

Le proposte progettuali devono essere inviate per posta elettronica certificata (PEC), pena l’esclusione, entro e non oltre le ore 23,59 giovedì 1 luglio 2021.

Le proposte progettuali devono essere presentate utilizzando esclusivamente:

  • a) il modello di cui all’allegato n. 1 del bando, per le Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare strutturate
     
  • b) il modello di cui all’allegato n. 2 per le Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare non strutturate. oppure il modello di cui all’allegato n. 2.A per quelle non strutturate ma che hanno delegato uno dei soggetti firmatari dell’accordo di cui all’art. 13 della L. 194/2015, alla presentazione della domanda e ad impegnarsi per conto di tutti i firmatari dell’accordo stesso, nei confronti degli  impegni previsti dal bando.

Tipo di agevolazione

L’importo totale delle risorse disponibili per il finanziamento dei progetti è pari ad €. 60.000,00.

 Il contributo pubblico non può essere superiore al 100% dei costi ammissibili del progetto presentato.

Il contributo massimo concedibile per ciascun progetto, calcolato sulla base della spesa ammissibile, non potrà essere superiore a €. 12.000,00 IVA compresa.

Per conoscere i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda, consultare integralmente il testo del bando (allegato A del decreto n. 6404 del 18/04/2021 così come modificato dal decreto n.8894 del 19/05/2021)

Per ulteriori informazioni

Dirigente responsabile:

Fausta Fabbri – tel. 0554385199 e-mail: fausta.fabbri@regione.toscana.it

Referente per la misura:

Rita Turchi – tel. 0554385045 e-mail: rita.turchi@regione.toscana.it 
 

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
25.05.2021
Article ID:
58317402