Lavorare all'estero: borse di mobilità professionale per disoccupati o inattivi

Online anche gli esiti delle domande presentate ad aprile 2020 (decreto del 14 maggio 2020). Domande entro il 31 dicembre 2020. Il testo del bando aggiornato alle ultime modifiche (allegato A del decreto 20355/2018). Bando cofinanziato dal Programma operativo regionale (Por) del Fondo sociale europeo (Fse) 2014-2020


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

10 maggio 2017

Data di scadenza presentazione domande

31 dicembre 2020

La Regione Toscana, al fine di promuovere l'occupazione e migliorare la qualità e l'efficacia dei servizi per il lavoro attraverso il consolidamento della rete Eures ha approvato con decreto n. 5274 del 21/04/2017, successivamente modificato dal decreto n.16431 del 3/11/2017 e dal decreto n. 20355 del 11 dicembre 2018 (in attuazione della delibera  di  Giunta  regionale  n.  1303  del  27/11/2018), il bando per borse di mobilità professionale:

  • scarica il testo del bando aggiornato alle ultime modifiche (allegato A del decreto 20355/2018)

L'intervento, finanziato grazie alle risorse del Fondo Sociale Europeo 2014-2020, attiva borse individuali di mobilità professionale per svolgere un'esperienza lavorativa o di tirocinio in un paese dell'Unione Europea o dell'EFTA (Norvegia, Islanda, Svizzera e Liechtenstein) diverso da quello di residenza.

Il bando è rivolto a disoccupati o inattivi senza limite d'età ed è attivo fino al 31 dicembre 2020.

Il bando è inserito nell'ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani.


Destinatari.  Per accedere al bando è necessario essere 

  • disoccupato o inattivo (non avere mai lavorato): nel patto di servizio personalizzato ai sensi del decreto legislativo 150/2015 (Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 10 dicembre 2014, n. 183) dovrà essere presente l'azione "Servizi Eures"
  • maggiorenne
  • cittadino dell'Unione Europea residente in Toscana
  • in possesso del contratto o della lettera di impegno alla stipula del datore di lavoro estero


Importo della borsa e spese ammissibili.  La borsa di mobilità individuale ha un importo massimo di € 5.000 e comprende le seguenti voci di spesa:

  • borsa di inserimento lavorativo, fino ad un massimo di sei mesi, differenziata per tipologia di contratto (€ 500 mensili in caso di contratto di lavoro o apprendistato ed € 750 mensili in caso di contratto o convenzione di tirocinio)
  • spese di viaggio A/R da e verso il paese dell'Unione Europea o EFTA diverso da quello di residenza dove si svolge il contratto di lavoro, o di tirocinio, o di apprendistato, ricononosciute in modalità forfettaria per l'importo di € 500,00
  • spese di iscrizione per la frequenza di un eventuale corso di lingue o corso di formazione in Italia o nel paese Ue o EFTA dove si svolge il contratto di lavoro, o di tirocinio, o di apprendistato, per un importo massimo di € 1.500
     

Come fare.  È necessario recarsi ad un Centro per l'impiego della Toscana per verificare i propri requisiti ed avere un supporto per la presentazione della domanda di finanziamento.

  • trova il Centro per l'impiego ►►

Le domande di finanziamento potranno essere presentate sino al 31 dicembre 2020, salvo esaurimento delle risorse disponibili secondo le seguenti modalità:

  • tramite interfaccia web Apaci, accedendo con tessera sanitaria attivata oppure previa registrazione (credenziali utente e password) in qualità di Cittadino all'indirizzo
    www.regione.toscana.it/apaci e selezionando come Ente Pubblico destinatario "Regione Toscana Giunta"

oppure

Il bando si inserisce nell'ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani.


Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda leggere integralmente il testo del bando e i suoi allegati:
 


Documenti per presentare la domanda di rimborso per le domande di finanziamento presentate
a partire dal 1 gennaio 2019

Documenti per presentare la domanda di rimborso per le domande di finanziamento presentate
fino al 31 dicembre 2018

Informazioni
Per informazioni è possibile rivolgersi a:

  • Regione Toscana - Settore Lavoro
    tel. 0554383097  - nei giorni di lunedì e mercoledì dalle 10.00 alle 13.00
    borseeures@regione.toscana.it
     
  • Ufficio Giovanisì - Regione Toscana
    numero verde 800 098 719 dal lunedì al venerdì  9.30 - 16.00
    info@giovanisi.it
     
  • Centri per l'impiego della Regione Toscana
    sedi e orari >>> pagina dedicata

_____________________________

Graduatorie: elenchi domande ammesse e domande non ammesse

Domande 2020

La Regione Toscana con decreto dirigenziale  7442 del 14 maggio 2020 ha approvato gli esiti delle domande presentate nel mese di aprile 2020:


Con decreto dirigenziale 6052 del 21 aprile 2020 la Regione ha approvato gli esiti delle domande presentate nel mese di marzo 2020:


Con decreto dirigenziale 4379 del 23 marzo 2020 (link a decreto, allegato A e allegato B) la regione ha approvato gli esiti delle domande presentate nel mese di febbraio 2020:

Domande 2019
Le domande "non ammesse" sono scaricabili dal link del decreto di approvazione degli esiti

Domande 2018

Domande 2017

 

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
26.05.2020
Article ID:
14327036