Laboratori formativi territoriali aperti: contributi per le Fondazioni Its

Online le prime FAQ (26 novembre 2020), Por Fesr 2014-2020, azione 2.3.1 "Soluzioni tecnologiche per l'alfabetizzazione e l'inclusione digitale, per acquisire competenze (e-skills), per stimolare la diffusione e l'utilizzo degli strumenti di dialogo, di collaborazione e partecipazione civica in rete (opengovernment). Impresa 4.0, formazione 4.0.


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

11 novembre 2020

Numero e parte del BURT

46, parte III, supplemento n. 202

Data di scadenza presentazione domande

10 dicembre 2020

La Regione Toscana con decreto dirigenziale 17856 del 29 ottobre 2020, pubblicato sul Burt del 11 novembre 2020 n. 46 parte III supplemento n. 202, ha approvato il bando per realizzare Laboratori formativi territoriali aperti"(allegato A del decreto) al fine di promuovere la formazione post diploma di tecnici in possesso di competenze tecniche, specialistiche e trasversali richieste nell’economia digitale, la qualificazione in chiave digitale dei laboratori formativi per la formazione di studenti del II ciclo di Istruzione, dei corsi IeFP e Ifts e dei percorsi Its sui processi di digitalizzazione e di automazione.

Il bando è cofinanziato dal Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale  (Fesr) 2014-2020, in particolare con le risorse assegnate all'azione 2.3.1 del programma.

In evidenza: pubblicate le prime FAQ sul bando (26 novembre 2020)

Finalità. Il bando punta a

  • rafforzare lo sviluppo di laboratori formativi territoriali aperti, in cui  vengono sviluppate pratiche didattiche in sinergia con le imprese del territorio, per il sostegno della transizione dal mondo della scuola e della formazione terziaria a quello del lavoro, a disposizione delle Fondazioni Its, delle istituzioni scolastiche, delle università e degli organismi formativi del territorio;
     
  • rafforzare la formazione in continuità formativa basata sulle filiere produttive toscane strategiche, maggiormente in grado di garantire uno sviluppo e un’occupazione a più alto valore aggiunto e di garantire la formazione post diploma di tecnici in possesso delle competenze tecniche, specialistiche e trasversali richieste nell’economia digitale, anche per l’adozione di metodi di produzione in grado di promuovere una crescita economica disgiunta dalla degradazione ambientale;
     
  • sostenere la qualificazione in chiave digitale dei laboratori formativi contribuisce alla formazione degli studenti del II ciclo di istruzione, dei corsi IeFP e Ifts e dei percorsi Its sui processi di digitalizzazione e di automazione, in coerenza con il Piano nazionale Impresa 4.0 e con la strategia regionale sulla formazione 4.0;
     
  • potenziare l’apprendimento delle competenze tecniche e professionali richieste dal mercato del lavoro, contribuendo così alla qualità dell’offerta formativa tecnica e tecnologica dei percorsi ITS, all’occupabilità deipartecipanti  e  alla  competitività  delle  imprese  del  territorio  regionale. Il  finanziamento assegnato è  orientato anche all’acquisizione dei dispositivi necessari a garantire a tutti gli studenti del II ciclo di Istruzione, dei corsi Iefp e Ifts e dei percorsi Its, l’accesso alla didattica a distanza;
     
  • sostenere le sfide poste dal tema unificante lavoro di qualità e perseguire i seguenti obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030;
    - la garanzia di erogare un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti;
    - l’incentivazione di una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti;
    - la costruzione di  infrastrutture resilienti e la promozione di innovazione e di  industrializzazione eque, responsabili e sostenibili.

Destinatari / beneficiari. Le Fondazioni di Istruzione tecnica superiore (Its) della Toscana ovvero le Fondazioni Its con sede legale in Toscana, che intendano dotarsi di nuova e rinnovata strumentazione per il rafforzamento e la riqualificazione di laboratori formativi territoriali aperti, in coerenza con quanto stabilito dal bando.

Scadenza e presentazione domande. Le fondazioni Its devono, a pena di esclusione, inviare la propria domanda completa dei documenti di cui al paragrafo 4.2 del testo del bando in formato pdf, per pec all'indirizzo:  regionetoscana@postacert.toscana.it entro, e non oltre il 10 dicembre 2020 (ossia entro 30 giorni dalla pubblicazione sul Burt del bando stesso), indicando nell'oggetto della pec la dicitura: “POR FESR2014/2020 – AZIONE 2.3.1 AVVISO  per i laboratori formativi territoriali aperti – infoits”.

Progetti ammissibili. I soggetti di cui al punto precedente che intendono realizzare un progetto di investimento nel territorio della RegioneToscana in forza dei finanziamenti previsti da questo bando presentano una specifica proposta progettuale sulla base della documentazione allegata al bando.
Ogni fondazione può presentare una sola proposta progettuale.
La   proposta  progettuale  deve rispondere alla finalità del bando e  definire nel  dettaglio le attrezzature  e  le strumentazioni che saranno acquistate tramite il finanziamento che sarà assegnato.
Le fondazioni Its che intendono partecipare devono presentare una proposta progettuale che descriva:
- la finalità generale;
- gli obiettivi specifici che si intende perseguire;
- la descrizione del progetto e delle attrezzature e strumentazioni che ne diano realizzazione;
- effetti di ricaduta in quanto laboratorio formativo territoriale aperto
- piano dei costi

Spese ammissibili. Acquisto di beni e attrezzature di nuova produzione come sotto specificato:

  • Sistemi hardware (PC, notebook, server, apparati di networking, stampanti, dispositivi di controllo, sistemi touch, sistemi wifi,ecc.);
  • Sistemi software (sistemi operativi, software applicativi, software per la virtualizzazione dei sistemi, software di simulazione, sistemi cloud,ecc.);
  • Sistemi per la realtà aumentata, virtuale e mixed (visori, dispositivi di controllo del movimento, ecc.);
  • Sistemi per la digitalizzazione e per la prototipazione (stampanti 3D, scanner 3D, software per la gestione dei sistemi, ecc.);
  • Sistemi di visione e di proiezione (lavagne interattive, monitor interattivi, proiettori interattivi, sistemi olografici, ecc.);
  • Droni e sistemi di mappatura dati ambiente;
  • Sistemi robotici e di automazione per la produzione industriale

Le spese di cui sopra sono ammissibili nella misura in cui siano direttamente funzionali   all'attività di  progetto ed a condizione che i beni oggetto della proposta progettuale siano installati ed in funzione presso l’unità operativa dichiarata nella domanda di finanziamento,  come rilevabile anche mediante l'eventuale controllo in loco ex post.

Gli  stessi beni possono essere rimossi dai locali indicati nel formulario  di domanda  per una nuova collocazione, purché ciò avvenga senza modifica della finalità dell'acquisto e soltanto dopo aver ottenuto l'autorizzazione dell'ufficio regionale competente.

Tipo di agevolazione. I contributi non costituiscono aiuti di stato come stabilito  dal Documento di attuazione regionale (Dar) versione 6 approvato con delibera di giunta regionale 1267 del 15 settembre 2020.
Il finanziamento concesso con questo bando si configura come sovvenzione a fondo perduto in misura pari al 100% dei costi ammissibili fino ad un massimo di euro 514.285,00.
I finanziamenti previsti dal bando non sono cumulabili con altre agevolazioni concesse da altre misure o avvisipubblici per le medesime spese.

Dotazione finanziaria: il bando ha un budget di 3 milioni 600 mila euro, disponibili sull'azione 2.3.1 "Soluzioni tecnologiche per l'alfabetizzazione e l'inclusione digitale, per acquisire competenze (e-skills), per stimolare la diffusione e l'utilizzo degli strumenti di dialogo, di collaborazione e partecipazione civica in rete (opengovernment) – Laboratori formativi territoriali aperti" del Por Fesr 2014-2020

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda consultare integralmente il testo del bando e i suoi allegati:

File pdf:

File editabili .odt e .ods per la compilazione digitale:

Domande e risposte: : pubblicate le prime FAQ (26 novembre 2020)

Per saperne di più scrivere a infoits@regione.toscana.it
per qualsiasi informazione relativa  al bando e agli  adempimenti  ad  esso  connessi

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
26.11.2020
Article ID:
26509853