La scommessa sulla rotaia

Condividi

La riapertura della ferrovia Siena-Grosseto, avvenuta sabato dopo un anno di interruzione causa gravi danni provocati dal maltempo; l'annuncio della ripresa del servizio sulla storica ferrovia Porrettana, anch'essa interrotta da una frana nello scorso Gennaio; la firma dell'intesa preliminare con Trenitalia, che ci dovrà condurre al contratto-ponte verso la futura gara per l'assegnazione del servizio di trasporto pubblico su ferrovia in Toscana; i nuovi treni Vivalto che entrano in servizio sulle linee elettrificate – una decina nel 2014 – mentre a Dicembre toccherà a 4 Minuetto in arrivo dal Piemonte e ai primi nuovissimi treni Pesa sulle linee diesel; l'impegno forte della Toscana, che rende possibile l'avvio del percorso per il raddoppio della linea Pistoia-Montecatini, anche grazie ai finanziamenti messi a disposizione dal Governo.

Un ricco menù di cose fatte o che si stanno facendo proprio in questi giorni per confermare la scommessa sul ferro: siamo e vogliamo rimanere la Regione che più di ogni altra sta scommettendo sulle ferrovie per la mobilità dei cittadini. Sappiamo che ci sono molti problemi da risolvere, ma non ci facciamo spaventare e aumentiamo l'impegno, alziamo l'asticella per i gestori e ci poniamo nuovi traguardi ambiziosi. E' un pezzo importante del percorso avviato per la riorganizzazione del trasporto pubblico nella nostra regione. L'altra parte è strettamente connessa alla gara unica regionale per l'affidamento del servizio di Tpl su gomma che, proprio, in questi giorni, sta entrando nella fase culminante. Ma questa è un'altra storia e ne parleremo meglio la prossima volta.

Chiudo con una nota di particolare soddisfazione per l'inaugurazione del Ponte Leonardo, un'opera fondamentale per il Valdarno e la Toscana, coincidente con il primo lotto della nuova sr 69 che si sposta in riva destra dell'Arno. Un'infrastruttura al servizio di una delle realtà più dinamiche dal punto di vista economico, più densamente popolate e maggiormente congestionate dal traffico. Il ponte che attraversa l'Arno e l'Autostrada del Sole è un'opera altamente identificativa e che ben si inserisce nel contesto ambientale e paesaggistico. Un'opera che ho visto progettare e appaltare da presidente della provincia e oggi aprire da assessore regionale, in tempi relativamente rapidi e con grande soddisfazione. Ora sarà importante completare anche i lotti successivi.

Vincenzo Ceccarelli

Aggiornato al:
28.10.2014
Article ID:
12013583