La protezione civile a Dire e Fare 2016

I mutamenti climatici e i sempre più frequenti eventi calamitosi pongono il tema della protezione civile al centro dell'agenda degli amministratori locali. Una pianificazione efficace e l'efficienza dell'apparato operativo, così come lo sviluppo nella cittadinanza della conoscenza dei rischi e dei comportamenti da adottare, sono attività fondamentali per migliorare la capacità di reagire rapidamente in caso di allerta, aumentando la resilienza delle comunità locali. La
stessa programmazione europea, d'altronde, individua proprio nello sviluppo della resilienza della popolazione uno dei principali strumenti di auto protezione dei cittadini e di miglioramento dei sistemi di protezione civile.

Il volontariato, che riveste un ruolo indispensabile all'interno del sistema regionale e nazionale della protezione civile, può e deve essere valorizzato ulteriormente come espressione di cittadinanza attiva, attraverso una formazione più capillare, procedure più snelle di attivazione e un maggiore riconoscimento formale della figura del volontario.

Questa giornata vuole rendere immediatamente protagonisti amministratori, funzionari, volontari ed esperti attraverso il confronto diretto ai tavoli di lavoro. A seguire, in seduta plenaria, alla presenza di rappresentanti del governo nazionale e regionale, si discuteranno le riflessioni emerse per trasformarle in azioni concrete e spunti operativi.
 

IDEE A CONFRONTO LA RESILIENZA DELLE COMUNITA' E DELLE STRUTTURE LOCALI

Tavolo 1
La comunicazione tra prevenzione e allerta La sensibilizzazione verso cittadini e amministratori locali riguardo l'importanza di una adeguata pianificazione comunale delle procedure di protezione civile. Le iniziative dei governi locali e del terzo settore finalizzate ad accrescere la consapevolezza nella popolazione locale dei rischi del territorio e i corretti comportamenti da adottare, con particolare riguardo all'individuazione di corretti sistemi di comunicazione dei rischi alla cittadinanza.

Tavolo 2
Tra pianificazione e azione: il ruolo dei Comuni e del Volontariato Come cambia la protezione civile locale a seguito del riassetto istituzionale. La pianificazione partecipata come strumento di empowerment per incrementare la resilienza delle comunità e delle amministrazioni. Il ruolo dei Comuni e del Volontariato nella pianificazione. La formazione al volontariato come strumento di qualificazione della struttura operativa locale.

Tavolo 3
Emergenza! Dialogo tra protezione civile e disabilità Il soccorso e l'assistenza alle persone con disabilità nel corso di emergenze, partendo dalla presentazione dei risultati del percorso partecipativo realizzato nei Comuni di Castelnuovo Garfagnana, Poggio a Caiano e Monte San Savino.
 

 

Condividi
Aggiornato al:
22.11.2016
Article ID:
13847028