La MOA in Toscana

Linea di intervento della politica regionale di semplificazione
Condividi

In Toscana, la misurazione e riduzione dei tempi burocratici e degli oneri amministrativi (MOA) è stata assunta come linea di intervento della politica regionale di semplificazione già a partire dal Prs 2006-2010 – PIR 4.4 "Efficienza, riorganizzazione e semplificazione" e costituisce oggi una delle linee di intervento del Progetto integrato strategico (PIS) Semplificazione del Programma regionale di sviluppo (PRS) 2011-2015.

Dopo una prima sperimentazione condotta nel periodo gennaio-giugno 2008, nell'ambito di un progetto promosso dal Formez su incarico della Funzione pubblica - che ha coinvolto, oltre alla Toscana, le Regioni Liguria, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia e ha avuto come oggetto gli oneri amministrativi derivanti dalla legislazione regionale in materia di somministrazione di alimenti e bevande - l'attività ha assunto un carattere sistematico e viene svolta dal 2010 sulla base di Programmi di azione approvati dalla Giunta regionale, in conformità a quanto previsto dal D.L. 70/2011 e dalla l.r. 40/2009.

Ad oggi sono state concluse le sei misurazioni previste dal Programma di azione regionale MOA 2010 (Delibera Giunta Regionale 640/2009 - Allegato) e le quattro misurazioni di oneri e tempi burocratici previste dal secondo Programma di azione regionale MOA 2011 (Delibera Giunta Regionale 23/2011).

Inoltre, con l'art. 2 bis della l.r. 40/2009 - introdotto con legge finanziaria 2012 n. 66/2011 - il legislatore toscano ha preso atto della necessità di un'azione di sistema ovvero di un governo complessivo delle politiche di semplificazione che coinvolga Regione, EE.LL. e parti economico-sociali prevedendo l'istituzione di sedi stabili di coordinamento istituzionale e tecnico-operativo per predisporre e attuare in modo uniforme sul territorio regionale programmi di riduzione degli oneri amministrativi a carico delle imprese. anche a seguito dell'attività di misurazione degli stessi.

A tal fine il 23 novembre 2012 è stato sottoscritto tra Regione, Autonomie locali e associazioni di categoria delle imprese un protocollo di intesa in tema di governance per la riduzione degli oneri amministrativi che ha individuato nel tavolo tecnico di concertazione la sede di coordinamento a livello politico- istituzionale e ha demandato il coordinamento tecnico - operativo ad un apposito Nucleo che è stato costituito nel febbraio 2013 e vede la partecipazione degli enti territoriali e  delle associazioni di categoria delle imprese destinatarie delle prescrizioni legislative amministrative che si intendono semplificare.

La politica regionale di semplificazione - delineata nel PIS Semplificazione del Programma regionale di sviluppo (PRS) 2011-2015 - ha infine previsto nel 2013 l'avvio di un'attività sistematica di misurazione ex ante degli oneri amministrativi da realizzarsi su provvedimenti legislativi e amministrativi di nuova emanazione, al fine di prevenire la formazione di nuovi oneri burocratici a carico delle imprese in sede di emanazione di nuovi  provvedimenti. A tal fine è stata predisposta una proposta metodologica che sarà portata all'approvazione della Giunta regionale.

Approfondimento:

Aggiornato al:
24.09.2019
Article ID:
703759