L'antibiotico giusto al momento giusto


Circa il 50% dei Pazienti ricoverati in Ospedale esegue almeno un trattamento antibiotico e spesso l’utilizzo di questi farmaci è empirico e non standardizzato.

L’uso continuo di questi farmaci in ambiente ospedaliero esercita una pressione selettiva sui ceppi batterici favorendo la comparsa di resistenza.

La flora nosocomiale è sempre più rappresentata da ceppi batterici resistenti e lo spettro delle resistenze appare correlabile al tipo e alle modalità di esecuzione della antibioticoterapia praticata.
Pertanto, nell’ambito della campagna "L'antibiotico giusto al momento giusto" si propone di definire procedure standard di somministrazione.

Condividi
Aggiornato al:
27.08.2012
Article ID:
587049