Internet a banda larga - tutta la Toscana coperta entro il 2010

Entro il 2010 saranno servite dalla banda larga tutte le aree toscane che ancora non sono coperte. Internet arriverà anche nei comuni montani, nelle aree rurali e in alcune zone urbane dove ancora oggi si segnalano difficoltà di connessione. In settembre parte la campagna pubblicitaria accompagnata da altre iniziative di informazione rivolte direttamente alle famiglie e alle imprese dei comuni interessati dal programma.

Il digital divide (cioè l’esclusione dai servizi on line a distanza) che si registra ancora oggi in Toscana, ostacolando la competitività di molte aree, penalizza oltre 400.000 cittadini e 30.000 piccole e medie imprese.

L’obiettivo di mettere “tutti i toscani in rete” sarà raggiunto grazie ai finanziamenti del programma europeo POR-CReO che interviene con 20 milioni di euro. La Regione e l’Europa insieme per garantire a tutti i cittadini toscani pari opportunità e stessi diritti. Nessuno escluso dall’accesso a servizi sempre più importanti per la persona, la famiglia, il lavoro, l’attività delle imprese come inviare e ricevere e-mail, telefonare e fare videoconferenze, studiare, cercare informazioni, lavorare da casa o promuovere la propria attività, contattare gli uffici della pubblica amministrazione.
Gli operatori delle telecomunicazioni che con i loro progetti porteranno la banda larga in tutto il territorio sono stati selezionati attraverso un avviso pubblico. Per ogni provincia sono arrivate almeno due offerte e in alcuni casi le offerte sono salite a quattro: una risposta importante da parte degli operatori che testimonia la presenza di una vivace concorrenza.
Telecom è risultata vincitrice per i lotti delle province di Grosseto, Siena e Prato; Nettare per Pisa e Livorno; Eutelia per Arezzo, Lucca, Massa Carrara e Pistoia; un raggruppamento con capofila Publicom e Agescom per il Circondario Empolese Val d’Elsa.

Condividi
Aggiornato al:
26.10.2010
Article ID:
314993