Gli ortisti


Il Soggetto gestore del Complesso di orti è tenuto a condurre la struttura secondo quanto stabilito nel disciplinare sottoscritto e ad indirizzarne l'uso per rispondere agli obiettivi stabiliti dal Comune; il soggetto gestore è pertanto tenuto a predisporre e pubblicare, anche sulla Banca della Terra, un avviso pubblico per la selezione dei cittadini interessati alla cura e coltivazione dei singoli orti. L'avviso, ed i relativi allegati, deve essere preliminarmente approvato dal Comune che ha dato in concessione la struttura.

Successivamente all'approvazione del Comune l'avviso è trasmesso ad Ente Terre per la pubblicazione nella Banca della Terra.

Nella Delib. GR 42/2016 è riportato un FAC - SIMILE di Avviso pubblico per la selezione degli ortisti.

Al bando deve essere necessariamente allegato il "Regolamento per l'assegnazione e l'uso degli orti"; nella Delib GR 42/2016 è riportato un FAC-SIMILE del suddetto Regolamento. Anche il suddetto Regolamento deve essere preliminarmente approvato dal Comune che ha dato in concessione la struttura. Il bando deve essere redatto secondo quanto stabilito nel Regolamento, ferma restando la possibilità di concordare eventuali modifiche dello stesso insieme al Comune.

La valutazione delle istanze sarà effettuata da una specifica Commissione, che dovrà essere composta da almeno un rappresentante dell'Amministrazione Comunale.

L'affidamento degli orti è pertanto curato direttamente dal Concessionario, attraverso una graduatoria che resta in vigore tre anni per un determinato numero di anni definito di concerto fra il Concessionario ed il Comune; l'affidamento comporta l'attivazione da parte del Concessionario di tutte le previste, utili e necessarie, procedure relative all' assicurazione personale del singolo ortista, nonché di "copertura" in caso di danno e/o danneggiamento a cose e persone (es. visitatori occasionali degli orti negli specifici orari di apertura al pubblico), nonché alla proprietà pubblica.

In caso di esaurimento della graduatoria, oppure alla sua naturale scadenza, il Concessionario, pubblicherà un nuovo bando rivolto all'intera cittadinanza per l'assegnazione degli orti liberi.

Possono partecipare alla selezione per ortisti i cittadini, di ambo i sessi, residenti nel Comune che mette a disposizione il terreno, con età non inferiore a 18 anni compiuti al momento della data di scadenza del Bando pubblico di assegnazione. Per particolari necessità il Concessionario, in accordo con il Comune, può ampliare la possibilità di partecipazione anche ai cittadini non residenti nel Comune.

Al fine di stabilire una graduatoria degli aventi diritto (nel caso di un numero di domande maggiore rispetto al numero di orti disponibili) il soggetto gestore deve indicare nell'avviso pubblico i criteri per la selezione, i punteggi di priorità ed eventuali premialità per redarre una graduatoria delle istanze pervenute. I parametri e i punteggi riportati nel FAC-SIMILE di "Regolamento assegnazione e uso degli orti" (nella Delib GR 42/2016) possono essere modificati solo in accordo con il Comune che ha messo a disposizione la struttura. La graduatoria in ogni caso deve essere redatta in modo da garantire una ripartizione percentuale degli orti complessivamente assegnati tale da permettere l'accesso anche i giovani.

E' escluso dalle procedure di affidamento degli orti, il 5% della superficie utile complessiva che rimarrà nella esclusiva disponibilità del Comune, che ne potrà indicare l' assegnazione d' Ufficio, sempre con finalità di orto, per esigenze istituzionali, per progetti e protocolli d' intesa con altri soggetti e / o Scuole e / o Enti Pubblici preposti e / o interessati, presenti sul territorio comunale.

I rapporti fra il soggetto gestore del Complesso di orti e i singoli ortisti sono tenuti attraverso un Comitato di Gestione Orti che dovrà essere appositamente costituito da un minimo di cinque ed un massimo di sette membri individuati fra gli associati del Concessionario e gli ortisti. Il "Regolamento assegnazione e uso degli orti" stabilisce le modalità per la costituzione del Comitato di Gestione e le relative attività, nonché tutti gli obblighi, i divieti e le regole per la coltivazione dell'orto.

Nella Delib GR 42/2016 è riportato un FAC-SIMILE di Istanza per la partecipazione all'avviso pubblico per l'assegnazione di un orto; tale FAC-SIMILE, debitamente modificato e adattato dal Concessionario e preliminarmente validato dal Comune, deve essere allegato al bando.
 

Aggiornato al:
06.07.2016
Article ID:
13524945