Fondi europei per lo sviluppo della Toscana, oggi il punto sull'utilizzo dei finanziamenti


FIRENZE – Con la riunione del Comitato di sorveglianza presieduto dall'assessore alle attività produttive Gianfranco Simoncini si svolge oggi, venerdì 27 maggio, un incontro di verifica dell'attuazione del programma comunitario POR CReO FESR 2007-2013 (programma operativo regionale Competitività regionale e occupazione del Fondo europeo di sviluppo regionale). L'incontro si tiene presso l'azienda regionale agricola di Alberese (Grosseto), sala del Granaio Lorenese, località Spergolaia dalle 9 alle 14.

Il Por CreO del Fesr 2007-2013 mette a diposizione per il periodo 2007-2013, circa 1.126 milioni di euro di contributi pubblici per lo sviluppo del sistema produttivo toscano, per il rafforzamento della competitività della Toscana grazie al potenziamento dell'innovazione e della ricerca, nel sostegno alle imprese che vogliono rafforzare la propria presenza sul mercato, nel promuovere e valorizzare città e territori attraverso gli interventi per infrastrutture e ambiente.

In particolare, all'ordine del giorno del Comitato di sorveglianza, c'è la revisione del programma e la rimodulazione delle risorse. “In questo CDS oltre a fare il punto della situazione dell'avanzamento del Programma, si decide di spostare ingenti risorse a favore del sistema delle imprese e del rilancio dello sviluppo della nostra regione, incrementando ulteriormente le dotazioni finanziarie a favore di ricerca e sviluppo, degli strumenti di ingegneria finanziaria a sostegno delle imprese e valorizzando così il ruolo del FESR per la crescita della Toscana".
Il Por Creo è uno strumento essenziale, in questa fase delicata della nostra economia, per sostenere il nostro sistema produttivo e aiutarlo ad agganciare la ripresa. Proprio per questo contiamo di utilizzare al meglio i finanziamenti, razionalizzando e velocizzando la spesa, anche per fare fronte ai tagli imposti dal governo alle mutate condizioni economiche ris petto al momento in cui il Por era stato approvato”
I lavori del Comitato di sorveglianza hanno inizio alle 9 per terminare alle 14. Saranno presenti tutti i membri del Comitato di sorveglianza (il presidente assessore Simoncini, i dirigenti regionali responsabili delle varie misure, i rappresentanti dei ministero dello sviluppo economico e delle finanze) e le parti sociali.

Condividi
Aggiornato al:
27.05.2011
Article ID:
315389