Filiere produttive: finanziamento di percorsi di formazione rivolti a disoccupati e inattivi

Scadenza bando prorogata con Decreto Dir. 10780/2024. Domande entro le ore 13 del 7 giugno 2024. Disponibili nuove FAQ aggiornate al 22/5


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

17 aprile 2024

Numero e parte del BURT

16, parte III supplemento n. 100

Data di scadenza presentazione domande

07 giugno 2024

La Regione Toscana con decreto dirigenziale 7852 del 10/04/2024 ha approvato 13 avvisi pubblici per la realizzazione e il finanziamento di percorsi formativi destinati a persone disoccupate e inattive in altrettante filiere produttive considerate maggiormente strategiche per l'economia toscana, in base a uno studio di Irpet che prende in esame tre dimensioni: 

  • creazione di lavoro (saldo avviamenti e cessazioni) 
  • qualità del lavoro (stabilità e contenuto del lavoro attivato, da un lato; livello professionalità, titolo di studio, dall’altro)
  • competitività (incidenza delle imprese dinamiche e propensione all'export).

Si tratta delle seguenti 13 filiere produttive:

  • Carta (bando allegato A del decreto)
  • Chimica-Farmaceutica (bando allegato B),
  • Metallurgia-Siderurgia (bando allegato C),
  • Mezzi di trasporto (bando allegato D),
  • Trasporti e logistica (bando allegato E),
  • Information communication technologies (Ict) (bando allegato F)
  • Marmo (bando allegato G),
  • Mediatico-audiovisivo (bando allegato H)
  • Casa e costruzioni (bando allegato I)
  • Moda (bando allegato L)
  • Turismo e beni culturali (bando allegato M),
  • Meccanica ed Energia (bando allegato N)
  • Sanità-sociale (bando allegato O)

Gli elementi essenziali dei 13 bandi sono stati approvati dalla giunta con delibera 369 del 25 marzo 2024.  I bandi per i progetti di formazione sono cofinanziati dal Programma regionale Fse+ 2021-2027, in particolare dalle risorse assegnate alla priorità 1 "Occupazione" del programma (attività 1.a.10 "Formazione per disoccupati" del Provvedimento attuativo di dettaglio del programma) e rientrano in Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani. 

In evidenza: online le FAQ del 22 maggio 2024


Beneficiari del bando 

I progetti possono essere presentati e attuati da una Associazione temporanea di imprese o di scopo (Ati/Ats), costituita o da costituire a finanziamento approvato.

Il partenariato deve essere composto almeno dai seguenti due soggetti:

(a) un organismo formativo accreditato nell’ambito della “formazione finanziata” ai sensi della delibera di giunta 1407/2016 e successive modifiche e integrazioni (s.m.i) o della delibera di giunta 894/2017 e s.m.i., o che si impegna ad accreditarsi entro la data di avvio delle attività, in qualità di capofila;

(b) una impresa, che non abbia finalità formativa prevalente, avente un’unità produttiva nel territorio regionale e il cui ambito di operatività sia coerente con la filiera considerata. Non possono considerarsi imprese gli organismi formativi accreditati ai sensi della delibera di giunta 1407/2016 e successive modifiche e integrazioni (s.m.i) o della delibera di giunta 894/2017 e s.m.i.

Il partenariato può essere facoltativamente integrato sia da organismi formativi accreditati nell’ambito della “formazione finanziata” ai sensi della delibera 2016 e s.m.i. o della delibera 894/2017 e s.m.i., o che si impegnano ad accreditarsi entro la data di avvio delle attività, in qualità di partner, sia da imprese come sopra definite.

Scadenza e presentazione domande

Le domande di finanziamento possono essere presentate a partire dal 18 aprile 2024 (giorno successivo alla data di pubblicazione del bando sul Burt), e devono pervenire entro e non oltre le ore 13 del 7 giugno 2024.

Progetti 

Ogni progetto deve prevedere due percorsi formativi, finalizzati ciascuno al rilascio di una qualifica professionale di cui al Repertorio regionale delle figure professionali (Rrfp).

Ogni progetto deve prevedere un numero di allievi pari a 15 per ogni percorso di qualifica presentato. Il numero di allievi può essere aumentato, solo in fase di attuazione, sino ad un massimo di 5 unità ulteriori, senza che ciò comporti un aumento del contributo assegnato.

I percorsi di formazione hanno come obiettivo di concludersi con l'occupazione dei formati, che si realizza in caso di

  • assunzione con contratto a tempo indeterminato
  • contratto a tempo determinato di almeno 6 mesi
  • contratto di apprendistato.


Destinatari dei percorsi di formazione

  • Persone disoccupate, inattive


Dotazione finanziaria

Complessivamente vengono messe a disposizione su questi bandi hanno una dotazione finanziaria di 23 milioni 400 mila euro.


Per conoscere tutti i dettagli necessari

a presentare correttamente la domanda consultare integralmente il testo dei bandi (allegati dalla lettera  A alla lettera O del decreto), e gli altri allegati (da allegato 1 ad allegato 9) approvati con  decreto dirigenziale 7852 del 10 aprile 2024:


Domanda di finanziamento e dichiarazioni  (allegato 1): scarica file editabile .odt

Istruzioni per presentazione online del formulario (allegato 2)

Formulario descrittivo progetti formativi FSE+ (allegato 3): scarica file editabile .odt

Informativa privacy (allegato 4)

Sistema di ammissibilità e valutazione specifica (allegato 5)

Schema tipo di convenzione (allegato 6)

Dichiarazione per i locali non registrati (allegato 7)

Schema tipo di conenzione per attività di stage (allegato 8)

Scheda di iscrizione (allegato 9)


Per saperne di più


Informazioni possono essere richieste scrivendo a programmazione_sett_fil@regione.toscana.it. Sarà data risposta solo alle richieste che provengano da persona, identificata con nome e cognome - la quale dia evidenza del soggetto proponente (partner o capofila) per il quale lavora - e che contengano una sola domanda, chiara e con specifico riferimento al bando
Si suggerisce di scrivere nell'oggetto della e mail “Avviso per filiera …... - quesito”).

Ciascun soggetto proponente può presentare al massimo tre richieste; per le successive non è garantita la risposta.

A partire dal 18 aprile 2024, giorno successivo alla data di pubblicazione del bando sul Burt, viene garantita risposta a tutte le mail pervenute entro cinque giorni lavorativi precedenti le ore 13 del 7 giugno 2024 (data di scadenza de bando). Per le mail inviate successivamente a tale data sarà fatto il possibile per rispondere nei tempi utili.


Per problemi tecnici connessi alla procedura online

  • contattare il numero 800 688 306.

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
22.05.2024
Article ID:
199559604