Feg: il Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione

Condividi


Il Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (Feg), istituito dal Regolamento (CE) n. 1927/2006 (successivamente modificato dal Regolamento (CE) n. 546/2009), è lo strumento promosso dall'Unione europea per offrire un sostegno "ai lavoratori in esubero in conseguenza di trasformazioni rilevanti della struttura del commercio mondiale dovute alla globalizzazione, nei casi in cui tali esuberi abbiano un notevole impatto negativo sull'economia regionale o locale".

Per l'Italia le richieste di contributo vengono presentate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali  (Feg Europa lavoro - Mlps), su iniziativa degli attori locali interessati. La Regione Toscana ha aderito al

Piano di ricollocazione del personale in esubero da AGILE srl

e al

Piano di ricollocazione del personale in esubero dalla DE Tomaso.

Per il periodo di programmazione 2007-2013, il Feg mette ogni anno a disposizione degli Stati membri 500 milioni di euro, per facilitare il rapido reinserimento professionale dei lavoratori in esubero mediante azioni di accompagnamento personalizzato, quali l'assistenza nella ricerca di un impiego, di orientamento professionale, di formazione e riqualificazione, di promozione al lavoro autonomo e all'imprenditorialità.

Il sostegno del Feg può essere richiesto in particolari situazioni di crisi occupazionali, caratterizzate da: l'esubero, nell'arco di quattro mesi, di almeno 500 lavoratori di un'impresa e del suo indotto; l'esubero, nell'arco di nove mesi, di almeno 500 lavoratori impiegati in imprese (soprattutto di piccole e medie dimensioni) di uno specifico settore produttivo, in una Regione o due Regioni contigue.

Materiale informativo in rete
- Brochure Feg di Europa Lavoro
- Guida al Feg di Europa lavoro

Aggiornato al:
04.01.2016
Article ID:
1167418