Custodi della montagna e Patti di comunità: procedura per ottenere i contributi

Assegnazione di contributi alle attività economiche firmatarie di Patti di comunità con  i Comuni montani


BANDO SEMPRE APERTO
Condividi

Con decreto dirigenziale 21238 del 27 ottobre 2022 la Regione Toscana ha definito la procedura per l'assegnazione di contributi alle attività economiche firmatarie di Patti di comunità con  i Comuni montani, in applicazione della legge regionale 4 del primo marzo 2022 "Custodi della montagna toscana. Disposizioni finalizzate a contrastare lo spopolamento e a rivitalizzare il tessuto sociale ed economico dei territori montani".

  • Procedura 1: Patto di comunità ai sensi dell'articolo  3 comma 1 della legge regionale 4/2022

La procedura riguarda le attività economiche che hanno presentato o sono in procinto di presentare domanda al bando 2022 Territori montani: contributi per creare e riorganizzare le attività economiche

In tale occasione, l’impresa può dichiarare di essere interessata alla sottoscrizione del Patto di Comunità con il Comune di riferimento (in questo caso, ottiene il 20% in aggiunta rispetto al contributo concesso) per la cura del bosco, cura del territorio, attività sociali.

L’impresa che presenta domanda, se interessata al Patto di comunità, deve partecipare anche alla manifestazione di interesse del Comune, di cui al decreto 21238/2022, e poi, se selezionata, procedere alla firma del Patto di comunità.
 

  • Procedura 2: Patto di comunità ai sensi dell'articolo 3 comma 4 della legge regionale 4/2022

Le attività economiche che non partecipano alla procedura per il sostegno individuale, ma direttamente alla manifestazione di interesse che il Comune può pubblicare per avere accesso alle risorse regionali.

Le imprese selezionate dal Comune possono essere sostenute per la cura del bosco, cura del territorio, attività sociali: contributo minimo 10.000 euro;  massimo 15.000 euro in 5 anni.

Le fasi, in ordine temporale, sono:

  • Il Comune prende visione del modello di manifestazione di interesse allegata e lo integra secondo le sue necessità (es. attività di interesse del Comune, criteri di selezione, scadenza ed altre informazioni di contatto);
     
  • Il Comune pubblica la manifestazione di interesse e determina la scadenza, sapendo che:

    - entro il 30 novembre devono essere comunicate alla Regione via PEC le imprese che il Comune ha selezionato;

    - entro il 31 dicembre i Patti di comunità devono essere sottoscritti da entrambe le parti, pena la loro decadenza.

     
  • L’impresa che ha partecipato alla Procedura 1 può partecipare anche alla Procedura 2.
    In caso di aggiudicazione su entrambe le procedure, deve optare per i contributi previsti da una delle due procedure.

Per ulteriori informazioni scrivere a

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
16.11.2022
Article ID:
134329344