Covid 19, finanziamenti per sviluppare didattica digitale nei PTP e laboratori formativi aperti

Avviso pubblico "Covid-19, sviluppo di competenze digitali nei Poli Tecnico Professionali (PTP) per didattica digitale integrata e laboratori formativi territoriali aperti. Presentazione domande di partecipazione e progetti entro venerdì 30 aprile 2021.


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

31 marzo 2021

Numero e parte del BURT

supplemento 54 al Burt n. 13

Data di scadenza presentazione domande

30 aprile 2021

La Regione Toscana con decreto dirigenziale 4706 del 19 marzo 2021, ha approvato l'avviso pubblico "Covid-19, sviluppo di competenze digitali nei Poli Tecnico Professionali per didattica digitale integrata e laboratori formativi territoriali aperti (allegato A del decreto)


Finalità del bando

L'avviso pubblico, rivolto ai 25 Poli Tecnico Professionali attivi in Toscana, mira a contrastare gli effetti dell'emergenza covid-19 contribuendo a far fronte all’aumento della domanda di nuove capacità e competenze digitali necessarie per l’occupazione, la crescita personale e l’inclusione sociale, in particolar modo rafforzando l'istruzione tecnica e professionale nel più ampio contesto della filiera formativa a sviluppo verticale IeFP-IFTS-ITS e contribuendo a contenere il livello di dispersione scolastica.


Destinatari del bando

I progetti possono essere presentati da un’associazione temporanea di scopo (ATS), costituita o da costituire a finanziamento approvato, con la seguente composizione obbligatoria:

  • il capofila del Polo Tecnico Professionale, in qualità di capofila dell'ATS;
  • una Fondazione ITS (se non già presente in qualità di capofila dell'ATS);
  • due istituti tecnici e/o istituti professionali, compreso l'eventuale Istituto capofila;
  • due imprese, che non hanno finalità formativa, avente un’unità produttiva nel territorio regionale il cuiambito di operatività sia coerente con la filiera considerata;
  • almeno un organismo formativo accreditato ai sensi della DGR 1407/2016 e ss.mm.ii. o che si impegna adaccreditarsi entro la data di avvio delle attività.

Tutti i soggetti del partenariato devono essere partner del medesimo Polo Tecnico Professionale. Per partnerdel Polo Tecnico Professionale si intendono i soggetti aderenti all’accordo di rete in vigore al momento dellapresentazione della domanda.
Ciascun Polo Tecnico Professionale, e quindi ciascun capofila di PTP, può presentare una sola proposta progettuale  ed una sola eventuale proposta progettuale (collegata) per percorsi aventi per destinatari iformatori/le formatrici: nel caso di progetti collegati, questi dovranno avere il medesimo partenariato.
Qualora il medesimo Polo presenti più di una proposta progettuale per docenti degli istituti pubblici e/o piùdi una proposta progettuale collegata, vengono considerate ammissibili solo quelle presentate per ultime inordine cronologico.
Per la realizzazione dei progetti è necessario che il soggetto attuatore di attività formative sia in regola con la normativa sull’accreditamento (delibera di giunta 1407/2016 e successive modifiche e integrazioni).
In caso contrario e limitatamente a imprese(come sopra definite) e istituti di istruzione superiore, il loro apporto deve limitarsi alla messa a disposizionedi proprie risorse umane e strumentali. Qualora i progetti siano presentati da una ATS da costituire a finanziamento approvato, i soggetti attuatoridevono dichiarare l’intenzione di costituire il partenariato ed indicare il capofila sin dal momento dellapresentazione del progetto


Scadenza e presentazione domanda e progetto

Le domande di partecipazione e i progetti possono essere presentati dal primo aprile (giorno successivo alla data di pubblicazione del decreto e dell'avviso ad esso allegato fino e non oltre venerdì 30 aprile 2021.
La domanda (e la documentazione allegata prevista dall’avviso pubblico deve essere trasmessa tramite l’applicazione web “Formulario di presentazione dei progetti FSE online” previa registrazione al Sistema Informativo FSE all’indirizzo web https://web.rete.toscana.it/fse3.
Si accede al Sistema Informativo FSE con l’utilizzo di una Carta nazionale dei servizi-Cns attivata (di solito quella presente sulla Carta sanitaria elettronica della Regione Toscana) oppure con credenziali Spid (Sistema pubblico di identità  digitale), per il cui rilascio si possono seguire le indicazioni della pagina web open.toscana.it/spid.

  • Se un soggetto non è registrato è necessario compilare la sezione "Inserimento dati per richiesta accesso" accessibile direttamente al primo accesso al sopra indicato indirizzo web del Sistema Informativo.
     
  • Le richieste di nuovi accessi al Sistema Informativo FSE devono essere presentate con almeno 10 giorni lavorativi di anticipo rispetto  alle  scadenza  del bando, come per altri avvisi pubblici/bandi, quindi entro il 19 aprile 2021.
    Oltre tale termine non sarà garantita una risposta entro la scadenza dell'avviso.

La  domanda e la documentazione allegata prevista dall’avviso pubblico devono essere inseriti  nell’applicazione web “Formulario di presentazione dei progetti FSE on line” secondo le indicazioni fornite in allegato 5 Istruzioni per formulario online


Interventi / Progetti ammissibili

I progetti devono prevedere unicamente percorsi delle seguenti due tipi di percorsi di formazione:

a)  Percorsi di formazione per l'acquisizione di conoscenze e capacità che consentano un efficace utilizzo Laboratori formativi territoriali aperti degli Istituti tecnici superiori (ITS);
percorsi formativi destinati a formatori e docenti

b) Percorsi di formazione sulla Didattica digitale integrata;
percorsi formativi destinati a formatori e docenti

Ciascun Polo presenta un progetto prevedendo minimo 4 percorsi, di cui almeno uno di tipo a) e uno di tipo b), aventi per destinatari i / le docenti degli Istituti scolastici pubblici presenti nel Polo tecnico professionale.
I percorsi a) e B) non prevedono stage e sono finalizzati al rilascio di un attestato di frequenza.


Destinatari dei percorsi di formazione

  • Docenti, formatori


Dotazione finanziaria: il bando ha una dotazione finanziaria di 896.684,92 euro.

Tipo di agevolazione, importi massimi e minimi

I progetti sono finanziabili per un importo non inferiore a 40.040 euro e non superiore a 51.437,40 euro.
Qualora venga presentato anche un progetto  collegato i suddetti limiti vanno intesi come riferiti complessivamente ad entrambi i progetti, ovvero la somma dei due Piani economici di dettaglio (PED) dovrà variare da un minimo di 40.040 euro a un massimo di 51.437,40 euro

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente domanda di partecipazione e progetto, consultare integralmente il bando e i suoi allegati:


Per saperne di più

Informazioni possono essere richieste scrivendo a

  • ptp@regione.toscana.it
    Viene garantita risposta prima della scadenza del bando a tutte le mail pervenute entro il quinto giorno lavorativo antecedente la scadenza di cui all'art. 6.

Per problemi tecnici connessi alla procedura online

  • contattare il numero: 800 688 306 selezionando l’opzione 2.

 

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
07.04.2021
Article ID:
51581627