Contributi per la progettazione di interventi in materia di politiche giovanili a soggetti del terzo settore anno 2019

Condividi

Data di scadenza presentazione domande

29 nov 2019

La Regione Toscana con Decreto Dirigenziale n. 17306 del 22/10/19 (pubblicato sul B.U.R.T. n. 44 Parte III del 30/10/19) ha approvato l'avviso pubblico per la concessione di contributi in materia di politiche giovanili a soggetti del terzo settore. L'Avviso si inquadra nel percorso stabilito nell'Accordo di collaborazione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale, in attuazione dell'Intesa n. 14/CU del 13 febbraio 2019 sulla ripartizione del Fondo nazionale per le politiche giovanili anno 2019, per promuovere attività che favoriscano la partecipazione dei giovani alla vita sociale e politica dei territori, l'autonomia e la realizzazione dei giovani e la prevenzione delle nuove dipendenze legate ai giovani.


Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria disponibile per l'avviso è pari complessivamente a euro 445.000,00 così articolata:

  • Fondo nazionale per le politiche giovanili 2019, euro 356.000,00
  • Risorse regionali, euro 89.000,00.


Destinatari e requisiti di accesso
Verranno finanziati esclusivamente i progetti presentati dalle Organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale singole o in partenariato tra loro, con sede operativa all'interno del territorio regionale, che risultano iscritte, nelle more dell'operatività del registro unico del Terzo settore, nei registri delle Organizzazioni di volontariato (l.r. 28/93) e delle Associazioni di promozione sociale (l.r. 42/02) della Regione Toscana.

I soggetti attuatori – ente proponente e partner – dovranno inoltre essere in possesso, qualora siano tenuti all'obbligo contributivo, dei requisiti previsti dalla L. R. 1/2019. A questo riguardo, si specifica che per le associazioni, organizzazioni ed enti privati tenuti agli obblighi di cui sopra, Regione Toscana procederà, sia prima del provvedimento di concessione che nelle fasi di liquidazione, a verificare la regolarità del documento unico di regolarità contributiva (DURC).


Obiettivi, aree prioritarie di intervento e linee di attività
Le iniziative e i progetti per l'annualità 2019, in coerenza con quanto previsto dall'Accordo di collaborazione, dovranno raggiungere i seguenti obiettivi:

  • la partecipazione inclusiva dei giovani alla vita sociale e politica dei territori, anche al fine di consentire loro di concorrere al processo decisionale e poter orientare le politiche rivolte al target di riferimento;
  • progetti che vadano incontro alle aspettative di autonomia e realizzazione dei giovani;
  • attività di orientamento multilivello e disseminazione, anche realizzate nel settore culturale, e/o finalizzate alla prevenzione in vari ambiti con particolare riferimento alla prevenzione del fenomeno delle nuove dipendenze legate ai giovani.


Durata inziative e progetti
La durata massima delle proposte progettuali non potrà eccedere i 12 mesi e non saranno concesse proroghe.
In ogni caso l'avvio del progetto deve avvenire entro 30 giorni dalla comunicazione di concessione del contributo.


Contributo e modalità di erogazione
La quota di contributo concesso a valere sul presente avviso non potrà superare l'80% del costo totale del progetto approvato.

La restante quota parte del costo complessivo approvato (cofinanziamento), pari almeno al 20%, sarà a carico dei soggetti proponenti, i quali potranno avvalersi anche di eventuali risorse finanziarie messe a disposizione da soggetti terzi, pubblici o privati (sono esclusi finanziamenti pubblici comunitari, nazionali o regionali). In ogni caso il cofinanziamento deve consistere in un apporto monetario a carico dei proponenti e degli eventuali terzi, mentre non è considerato cofinanziamento la valorizzazione delle attività svolte dai volontari o di altro tipo di risorse a carattere non finanziario o figurativo. Le spese imputate al cofinanziamento dovranno essere effettivamente sostenute e pertanto adeguatamente documentate attraverso opportuni giustificativi. La quota a carico dei soggetti attuatori e degli eventuali terzi può essere superiore al 20%.

Il contributo concesso sarà corrisposto con le seguenti modalità:

  • anticipo del 20% alla comunicazione della data di avvio progetto utilizzando l'apposito Modello F;
  • ulteriore 40% dietro presentazione dei giustificativi delle spese sostenute che certifichino un importo pari al 20% del contributo assegnato al progetto utilizzando gli appositi Modelli G e H;
  • il 20% a saldo, a conclusione dell'attività, dietro presentazione - entro i 60 giorni successivi alla fine dell'attività - della relazione sullo svolgimento del progetto e della rendicontazione finale delle spese complessivamente sostenute utilizzando gli appositi Modelli G e H e I.

Scadenza e presentazione domande
La documentazione deve essere inviata all Settore Welfare e Sport della Regione Toscana entro e non oltre il 29/11/2019 pena l'inammissibilità, con una delle seguenti modalità:

  • trasmissione tramite interfaccia web Apaci, registrandosi al seguente indirizzo: http://www.regione.toscana.it/apaci e selezionando come Ente Pubblico destinatario "Regione Toscana Giunta"
  • trasmissione tramite propria casella di posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo PEC istituzionale di Regione Toscana: regionetoscana@postacert.toscana.it

Le comunicazioni dovranno riportare nel campo oggetto la seguente dicitura "Avviso pubblico in materia di  politiche giovanili 2019 – Nome soggetto proponente" . Per  agevolare la verifica  della  ricezione  da  parte  di  Regione  Toscana, le ricevute di  consegna PEC e Apaci dovranno essere  inoltrate  per  posta  elettronica  ordinaria  all'indirizzo avvisogiovani@regione.toscana.it riportando sempre nell'oggetto la stessa dicitura di cui sopra.

Documentazione da presentare

  • Domanda di ammissione al finanziamento sottoscritta dal soggetto proponente/capofila (mod. B)
  • Dichiarazioni sostitutive ex artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 compilate e sottoscritte dal soggetto proponente/capofila e dagli eventuali partners (mod. C - uno per ogni soggetto)
  • Scheda di progetto sottoscritta dal soggetto proponente/capofila (mod.D)
  • Piano finanziario sottoscritto dal soggetto proponente/capofila (mod. E)
  • In caso di partenariato/collaborazioni: dichiarazione sottoscritta dal rappresentante legale del soggetto partner (mod. B1) dichiarazione sottoscritta dal rappresentante legale del soggetto collaboratore (mod. B2).

La documentazione dovrà essere inviata in formato pdf e dovrà essere firmata con firma digitale o firma elettronica qualificata.
Potrà NON essere firmata digitalmente nei seguenti casi:

  1. se trasmessa tramite Ap@ci utilizzando per l'accesso la Tessera Sanitaria – CNS;
  2. se trasmessa tramite una casella PEC intestata al partecipante, le cui credenziali siano state rilasciate previa identificazione del titolare, anche per via telematica;
  3. se sottoscritta con firma autografa su carta, in forma estesa e leggibile, e non soggetta ad autenticazione, successivamente scansionata e accompagnata da documento di identità in corso di validità del sottoscrittore, nei seguenti casi:

        - se trasmessa tramite Ap@ci utilizzando per l'accesso login con utente e password;
        - se trasmessa tramite una casella PEC non intestata al partecipante.


Innammisibilità delle domande

  • presentate da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale che non risultino iscritte nei registri del Terzo Settore della Regione Toscana
  • presentate da un soggetto capofila avente tutte le sedi operative fuori dal territorio della Toscana
  • presentate prima del 30/10/19 (data di pubblicazione sul BURT) oppure oltre il 29/11/19 termine di scadenza del medesimo
  • presentate in formato cartaceo tramite posta raccomandata o in formato digitale utilizzando canali diversi rispetto all'invio tramite PEC o tramite Apaci;
  • redatte mediante modulistica diversa da quella allegata all'Avviso;
  • che prevedano una durata superiore a 12 mesi.

 

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda, consultare integralmente l'avviso e la modulistica:

Per informazioni
Fino a 3 giorni prima della scadenza dell'Avviso, è possibile scrivere all'indirizzo  avvisogiovani@regione.toscana.it indicando sempre nell'oggetto " Avviso pubblico in materia di  politiche giovanili 2019 – Nome soggetto proponente "


Atti correlati
D.G.R. 1158 del 16/09/2019 " Approvazione schema di Accordo di Collaborazione tra Regione Toscana e Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale e progetto regionale "Giovani al centro"

 

Organismo emittente:
Regione Toscana