Comunicare l'effettuazione di interventi sul platano


Comunicazione d'intervento su platani:

Il cancro colorato, causato dal fungo Ceratocystis platani, rappresenta ad oggi la principale causa di deperimento e morte dei platani in Toscana, con conseguenti possibili rischi per l'incolumità pubblica dovuta all'eventualità di cedimento degli esemplari affetti dal patogeno.

Per contrastare la diffusione del cancro colorato il Servizio fitosanitario della Regione Toscana ha emanato delle linee guida

La normativa vigente prevede che, al fine di limitare la diffusione della malattia, tutti i proprietari, sia privati che enti pubblici, che intendono abbattere, potare o effettuare scavi che coinvolgono l'apparato radicale delle piante di platano ubicate nelle zone "focolaio" e "contenimento"1 devono inviare al Servizio Fitosanitario Regionale (SFR), prima dell'inizio dei lavori, una comunicazione preventiva d'intervento.

Tale comunicazione invece non si rende necessaria per gli interventi di potatura e per le operazioni di scavo su platani posti nelle zone "indenni" e "tampone"1.

Gli interventi di potatura ordinaria su piante di platano sono consentiti solamente dal 1 Novembre al 31 Marzo.

Tutti gli altri interventi (abbattimenti, interventi di scavo in prossimità di piante di platano, interventi per somma urgenza, estirpazione/devitalizzazione di ceppaie) sono invece consentiti durante tutto l'arco dell'anno.

Per i platani ricadenti nelle zone "focolaio" e "contenimento" gli interventi potranno essere eseguiti solo dopo che siano trascorsi 30 gg. dalla presentazione della comunicazione d'intervento ed in assenza di ulteriori comunicazioni da parte del SFR.

Si fa presente che gli interventi per motivi di somma urgenza (per rischio o caduta improvvisa di rami/branche/piante, ostacoli a viabilità stradale, danni causati a beni mobili/immobili, ecc.) e per il ripristino dei servizi erogati alla cittadinanza, interrotti a causa di guasti alla rete idrica/elettrica/gas/telefonica, potranno iniziare anche senza la comunicazione preventiva di intervento; in questo caso, subito dopo l'effettuazione delle operazioni, dovrà essere tuttavia presentata una comunicazione d'avvenuto intervento, specificando la data dell'operazione e le motivazioni addotte per l'esecuzione immediata dell'intervento, allegando i relativi atti giustificativi (verbale di accertamento di somma urgenza, relazione tecnica).

Gli interventi effettuati in assenza di comunicazione e in violazione delle prescrizioni contenute nel D.M. del 29/2/2012 e delle Linee Guida approvate con Decreto Dirigenziale n. 7637 del 16/05/2019, sono sanzionati amministrativamente, ai sensi del D. Lgs 214/2005, per l'inosservanza delle disposizioni di cui agli artt. 6 comma 1 e 7 comma 2 del D.M. 29/2/2012, con il pagamento di una somma da 500,00 euro (cinquecento) a 3.000,00 euro (tremila).

Chi deve presentare la comunicazione per interventi sui platani:

Tutti i proprietari, sia privati che pubblici, che intendano eseguire :

  • abbattimenti di piante di platano

  • interventi di potatura ordinaria su esemplari ubicati in zone "focolaio" e di "contenimento"

  • interventi di scavo che coinvolgano l'apparato radicale di esemplari ubicati in zone "focolaio" e di "contenimento"

  • interventi immediati non prorogabili/di somma urgenza

  • estirpazioni o devitalizzazioni di ceppaie di piante infette

Come fare la comunicazione:

a) per la comunicazione di interventi su platano, tramite il sistema on line disponibile sul sito web : fitosirt.regione.toscana.it/ (sezione : servizi al pubblico/comunicazioni platano)

b) per l'inizio dei lavori e per il conferimento dei residui di platano (da effettuarsi entro 2 gg. lavorativi), tramite il sistema di comunicazione on line disponibile sul sito web : fitosirt.regione.toscana.it/ (sezione : servizi al pubblico/conferimento residui di platano).

Maggiori informazioni e dettagli sulle modalità di richiesta e comunicazioni on line sono fornite nel documento "Descrizione procedura".

I tempi e le formalità necessarie:

A seguito della comunicazione preventiva d'intervento inviata tramite il sistema on line, l'utente riceverà all'indirizzo di posta elettronica ordinaria comunicato un primo messaggio di avvenuta corretta registrazione ed invio sul sistema, con relativo numero identificativo della richiesta.

Successivamente, in seguito all'avvenuta accettazione della richiesta da parte del SFR, l'utente riceverà un secondo messaggio con l'indicazione della sede territoriale che ha preso in carico la pratica e del codice identificativo della richiesta, da utilizzare nelle successive comunicazioni on line.

Una volta terminata questa fase preliminare l'utente, qualora il Servizio ne riconosca la necessità da un punto di vista fitosanitario e pratico/logistico (es. accesso alle piante, ecc.), potrà essere contattato per fissare i tempi e le modalità di un eventuale sopralluogo, al cui termine sarà inviato l'esito (Scheda di monitoraggio) per posta elettronica ordinaria.

Qualora il SFR decida di effettuare un sopralluogo, nel caso di piante sane, trasmetterà ai richiedenti per posta elettronica ordinaria un Verbale di accertamento contenente le prescrizioni di intervento mentre, nel caso del ritrovamento di piante infette o con sintomi caratteristici del cancro colorato emetterà ed invierà ai proprietari, tramite raccomandata A/R o PEC, insieme al suddetto Verbale di accertamento una specifica Misura ufficiale di abbattimento con l'indicazione della tempistica e delle modalità per la corretta effettuazione degli interventi e per il conferimento del materiale legnoso di risulta.

Trascorsi 30 giorni dalla data di presentazione della comunicazione on line, in assenza di ulteriori comunicazioni da parte del SFR, l'interessato potrà iniziare gli interventi di abbattimento (sia di piante sane, che sintomatiche/secche o deperienti) indipendentemente dalla zona di ubicazione delle piante, e quelli di potatura ordinaria e scavo in prossimità di platani ubicati nelle zone "focolaio" e zone di "contenimento".

Gli interventi dovranno essere effettuati nel rispetto delle prescrizioni contenute nel Decreto Ministeriale del 29/2/2012 e delle Linee guida per contrastare la diffusione in Toscana di Ceratocystis platani, agente del cancro colorato del platano, approvate con Decreto Dirigenziale n. 7637 del 16.05.2019

Quanto costa:

Non è previsto nessun costo per l'effettuazione del sopralluogo o l'invio delle comunicazioni da parte del SFR.

Vedi la normativa:

Decreto Dirigenziale n. 7637 del 16.05.2019 – Aggiornamento delle Linee guida per contrastare la diffusione in Toscana di Ceratocystis platani agente del Cancro colorato del platano.

D.M. 29/02/2012 – Misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l'eradicazione del Cancro colorato causato da Ceratocystis fimbriata

D.M. 06/07/2015 – Modifica del decreto 29 febbraio 2012 recante misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l'eradicazione del Cancro colorato del platano causato da Ceratocystis fimbriata

Ulteriori informazioni o chiarimenti:

Contattare le sedi territoriali del SFR o inviare una mail all'indirizzo dedicato:

fitosanitario-platano@regione.toscana.it

Per la verifica della delimitazione di tali zone consultare il sito cartografico del Servizio Fitosanitario Regionale

 

Condividi
Aggiornato al:
23.10.2019
Article ID:
68304