Comune di Stazzema (Lu)

Località della strage Mulina di Stazzema data 8 agosto 1944



Elenco delle vittime


Menguzzo don Fiore, 26
Bramanti Guido
Garbati Luigi
Gherardi Pia
Meccheri Guido
Colombini Graziella, 13
Menguzzo Antonio, 65
Menguzzo Colombini Teresa, 36
Menguzzo Elena, 1
Papini Dionisio
Papini Samuele
Sirocchi Claudina, 28

Descrizione

L'episodio si inserisce nel "ciclo di operazioni" che inizia con la battaglia di Monte Ornato alla fine di luglio e termina con la strage di S. Anna di Stazzema e il rastrellamento di Valdicastello.
Il pomeriggio del 31, dopo uno scontro sulla mulattiera tra Farnocchia e Mulina, militari tedeschi cercano asilo nella canonica e don Fiore ne cura alcuni; lo stesso fa il giorno successivo con alcuni partigiani, e il 2 agosto si reca a Farnocchia ove viene visto dialogare con alcuni di loro. Il sacerdote si sposta di continuo anche perché in possesso di un lasciapassare firmato dal comando germanico.
Questo attivismo si traduce nella convinzione dei militari germanici che don Fiore sia in contatto con i partigiani della zona (alcuni distaccamenti della "G. Lombardi").
Bramanti, Meccheri e i due Papini sono probabilmente uccisi l'8 agosto dai tedeschi che passano per Mulina, forse gli stessi che sono di ritorno da Farnocchia ove si sono scontrati con i partigiani. Don Fiore cerca inutilmente di intercedere a loro favore.
Tutte le altre vittime sono familiari e la perpetua di don Fiore, rifugiate da alcune settimane nella canonica della chiesa di Mulina. La mattina del 12 agosto, intorno alle 12, una pattuglia di SS - facente parte del grosso contingente che compirà poi la immane mattanza di Sant'Anna - si reca presso la chiesa con l'intenzione di uccidere il sacerdote. Questi tenta di fuggire, ma viene raggiunto e freddato a colpi di fucile. I tedeschi si recano poi nella canonica e massacrano tutti gli altri. Responsabili:
Soldati appartenenti al 35° reggimento della 16a Divisione corazzata SS.

Aggiornato al:
12.02.2009
Article ID:
581280