Cimice marmorizzata, prime segnalazioni di danni alle colture agricole


La Cimice marmorizzata (Halyomorpha halys), o cimice asiatica, è presente in Toscana almeno dalla fine 2015, quando fu ritrovata nei pressi del porto di Livorno. Da allora, in prossimità dell'area di primo ritrovamento, aveva fatto registrare solo alcuni disagi soprattutto per la sua abitudine a trascorrere l'inverno, anche in gruppi molto numerosi, all'interno di ripari di vario tipo, abitazioni incluse.

Recentemente alcuni agricoltori hanno invece segnalato danni da H.halys a carico di alcune colture con particolare riferimento all'olivo. Per questo motivo il Servizio Fitosanitario ha avviato una serie di sopralluoghi ed approfondimenti volti alla comprensione del fenomeno. Nelle aree dove è stata introdotta da molto tempo, H. halys non ha mai dimostrato particolare predilezione per l'olivo quale pianta ospite; pertanto è importante escludere che i danni emergenti non siano ascrivibili ad altri parassiti o patogeni come la mosca o la lebbra.

Qualora si sospettino danni da H.halys si prega di inviare per email la scheda di segnalazione corredata da fotografie del danno all'indirizzo: serviziofitosanitario@regione.toscana.it

Per un approfondimento sulle caratteristiche della Cimice marmorizzata è possibile scaricare lo specifico pieghevole informativo realizzato dal SFR

Aggiornato al:
17.09.2020
Article ID:
16755895