Aggiornamento in: Salute

Certificato verde COVID-19

Vaccinati, guariti dal COVID-19 o tampone negativo nelle 48 o 72 ore precedenti. 

Condividi

Cos'è 
E' la certificazione che dimostra di essere stati vaccinati o di essere guariti dal Covid-19 o di essersi sottoposti a test antigenico rapido nelle ultime 48 ore o al test molecolare nelle ultime 72 ore. 
È emessa dalla piattaforma nazionale del Ministero della Salute, in formato digitale e stampabile, e contiene un QR Code per verificarne autenticità e validità.

La Certificazione verde COVID-19 si differenzia in più tipologie valide per diversi utilizzi e periodi di tempo, che possono variare con l’evolversi della situazione epidemiologica.

  • Green pass base: si intende la Certificazione verde COVID-19 per vaccinazione, guarigione, test antigenico rapido o molecolare con risultato negativo.
  • Green pass rafforzato: si intende soltanto la Certificazione verde COVID-19 per vaccinazione o guarigione. Il green pass rafforzato non include, quindi, l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare.
  • Green pass booster: si intende la Certificazione verde COVID-19 rilasciata dopo la somministrazione della dose di richiamo, successiva al completamento del ciclo vaccinale primario. Chi non ha ancora fatto la dose di richiamo potrà utilizzare il green pass da ciclo vaccinale primario completato o da guarigione, ma dovrà presentare contestualmente un documento, cartaceo o digitale, di un test antigenico rapido o molecolare, eseguito nelle 48 ore precedenti, che attesti l’esito negativo al SARS-CoV-2.

A cosa serve
Dal 1 maggio 2022 il green pass non è più richiesto nel nostro Paese per attività e servizi. Resta obbligatorio per accedere come visitatori ai reparti di degenza delle strutture ospedaliere e RSA e per la permanenza degli accompagnatori di pazienti non Covid-19 nelle sale di attesa di pronto soccorso, strutture sanitarie e sociosanitarie. Dal 1 giugno 2022 non è più richiesto per l'ingresso dei viaggiatori in Italia.

Per saperne di più, consulta il portale dedicato ministeriale 

Esenzioni 
Alcune categorie di persone sono esenti dall'obbligo di Certificazione verde COVID-19 per accedere ad attività e servizi per i quali è previsto. 
Per maggiori informazioni consultare, sul portale dedicato, l’elenco nelle FAQ esenzioni

Come avere il Green Pass europeo
La certificazione, anche per i vaccinati solo con prima dose, si può trovare:

La e-mail per il certificato verde europeo viene inviata dal Ministero della Salute: se non si è ricevuta, per ottenere il codice AUTHCODE occorre chiamare il numero di pubblica utilità 1500 (attivo tutti i giorni 24 ore su 24).

Il libretto vaccinale (attestato delle avvenute vaccinazioni) può invece essere scaricato da questo indirizzo:
servizi.toscana.it/RT/sanita/vaccinazioni/libretto
con la tessera sanitaria e un lettore di smart card oppure con SPID Livello 2 rilasciato a persona fisica. Se non si ha un lettore o SPID, è possibile chiederlo direttamente al proprio medico curante.

Qual è la durata?

  • In caso di vaccinazione o di guarigione da Covid-19, la certificazione ha validità 6 mesi.
  • In caso di  completamento del ciclo vaccinale primario e dose di richiamo (booster) oppure completamento del ciclo vaccinale primario e guarigione da covid-19, la certificazione ha validità illimitata
  • In caso di test antigenico rapido negativo la certificazione ha validità per 48 ore.
  • In caso di test molecolare negativo la certificazione ha validità per 72 ore.

Come richiederlo per vaccinazioni e guarigioni all'estero ►►

Per ulteriori approfondimenti:

  • Consultare il portale dedicato ►►

Contatti 
Numero di pubblica utilità 1500
Attivo 24 ore su 24, tutti i giorni

Questo aggiornamento lo trovi in:
Aggiornato al:
15.06.2022
Article ID:
64155099