Bonus pendolari: come avviene il calcolo

Condividi

L'indice di riferimento è calcolato considerando l'andamento del servizio linea per linea, in particolare i treni soppressi (minuti di servizio non resi) ed i ritardi in minuti accumulati in arrivo, in entrambi i casi per cause imputabili al gestore del servizio o al gestore della rete.

In particolare la formula utilizzata per l'attribuzione del bonus agli abbonati è la seguente:

n. minuti ritardo > 5 escluso FM + n. minuti soppressi escluso FM

n. minuti programmati – n. minuti soppressi per FM

Essa, per ciascuna linea, determina un indice di riferimento tale che aumenta con il crescere dei disagi subiti dagli abbonati nel mese di riferimento: l'indice limite oltre il quale si matura il diritto al bonus è attualmente il 4%.

I parametri presi in considerazione sono tutti attribuiti al tempo di percorrenza rilevato in minuti: il bonus ripaga infatti dei disagi dovuti al mancato rispetto dei tempi di percorrenza previsti, per cause direttamente o indirettamente attibuibili all'Impresa ferroviaria, sia che si tratti di ritardi sia si tratti di soppressioni.

In dettaglio:

n. minuti ritardo > 5 = numero dei minuti di ritardo registrati da ciascun treno in arrivo a destinazione, oltre ai 5' rispetto all'orario programmato, imputabili a cause dipendenti dall'impresa ferroviaria o dal gestore dell'infrastruttura (escluso quindi le cause attribuibili a forza maggiore - cause meteo, atti vandalici, investimenti etc. ivi compreso lo sciopero);

n. minuti soppressi escluso FM = numero dei minuti di viaggio soppressi (può trattarsi della soppressione dell'intera corsa del treno o di soppressione parziale) attribuibili a cause dipendenti dall'impresa ferroviaria o dal gestore dell'infrastruttura (escluso quindi le cause attribuibili a forza maggiore - cause meteo, atti vandalici, investimenti etc.);

n. minuti programmati = numero dei minuti di servizio programmato (pari alla sommatoria dei minuti previsti per ciascun viaggio moltiplicato per il numero dei viaggi previsti nell'arco del mese);

n. minuti soppressi per FM = numero dei minuti di viaggio soppressi (può trattarsi della soppressione dell'intera corsa del treno o di soppressione parziale) attribuibili a  cause di forza maggiore (cause meteo, atti vandalici, investimenti etc. ivi compreso lo sciopero).

Aggiornato al:
28.01.2015
Article ID:
12251744