Bando per la concessione di una sovvenzione diretta alle cooperative agricole e ai consorzi forestali per interventi a sostegno dei processi di innovazione

Con il presente bando la Regione Toscana intende sostenere le operazioni innovative inerenti la fase pre-competitiva sviluppata da cooperative agricole e forestali, cooperative di servizio e consorzi forestali, siano queste in forma singola che associata, che precedono  l’uso commerciale di prodotti, processi e tecnologie, considerate innovative per il settore di  riferimento.


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

12 ottobre 2022

Numero e parte del BURT

n. 41, parte III

Data di scadenza presentazione domande

20 dicembre 2022

Con Decreto Dirigenziale n. 19398 del 23 settembre 2022 la Regione Toscana ha approvato il bando per la concessione di una sovvenzione diretta alle cooperative agricole e forestali,  cooperative di servizio e consorzi forestali, siano queste in forma singola che associata, che  perano nei territori rurali della Toscana.

Bando

Decreto n. 19398  del 23 settembre 2022
DGRT 766/2022 - DEFR 2022 - Progetto Regionale 8 "Sviluppo Rurale e Agricoltura di qualità" - Interventi a sostegno dei processi di innovazione organizzativa e di processo produttivo nel settore della cooperazione agricola e nei consorzi forestali: Approvazione bando di attuazione. 

Scadenza

La domanda si presenta online mediante compilazione, sul sistema informativo di ARTEA, del modulo ID 360 e potrà essere presentata entro il 20/dicembre 2022. 
 

A chi si rivolge

Beneficiari del sostegno sono le cooperative agricole e forestali, ivi comprese le cooperative agricole di servizio, e i consorzi forestali. Tali soggetti possono partecipare al presente bando attraverso la presentazione di progettualità singole o associate, mediante la costituzione di reti di impresa (contratto e soggetto) o ATS/ATI. I soggetti partecipanti al progetto in forma associata, dovranno condividere e sottoscrivere le regole di funzionamento del partenariato e l’individuazione del responsabile del progetto, che ha il ruolo di rappresentanza e capofila.

I soggetti ammessi a far parte del partenariato sono le imprese Cooperative agricole e forestali e i consorzi forestali, siano queste in forma singola che associata che operano nei territori rurali della Toscana.

I soggetti beneficiari potranno coinvolgere nel partenariato, soggetti operanti nei settori della ricerca, trasferimento di ricerca e sviluppo e innovazione tecnologica, provenienti da tutti i paesi dell’Unione Europea.

L'aiuto è concesso:

  • per promuovere progetti innovativi che diano risposte concrete alle imprese promuovendo la sperimentazione e la verifica dell’applicabilità di tecnologie, tecniche e pratiche in relazione ai contesti geografici e/o ambientali della regione. Tale intervento consentirebbe di verificare e di collaudare innovazioni di processo, di prodotto e organizzative già messe a punto dalla ricerca, ma ancora da contestualizzare nelle realtà produttive e negli ambienti agronomico- produttivi toscani.

  • Per promuovere progetti di cooperazione fra imprese cooperative attraverso la costituzione di reti di imprese tra due o più soggetti che diano risposte concrete alle imprese, favorendone la competitività attraverso l’adattamento e l’introduzione di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie già esistenti e collaudati, ma non ancora utilizzati.

Come partecipare

La domanda, completa di tutti i documenti richiesti, si presenta sul portale di Artea www.artea.toscana.it a partire dal 24 ottobre 2022 mediante l’utilizzo del moduli presenti sulla modulistica ID 360. 

Leggi il bando completo

 

Finalità

Con la presente linea d’intervento si intende favorire processi di investimento innovativo, organizzativo e di processo produttivo nei settori della cooperazione agricola e nei consorzi forestali; il sostegno economico è finalizzato alla concessione e liquidazione di risorse pubbliche in conto capitale.

Verranno pertanto sostenuti processi di innovazione, siano questi sia di tipo tecnologico che organizzativo, nei settori della cooperazione agricola e forestale, dando sostegno a progettualità che possano sviluppare e sostenere processi di innovazione produttiva, ma anche di valorizzazione delle produzioni agricole primarie e dei prodotti agro alimentari.

In particolare, il sostegno avrebbe ricadute su:

  • Ambiente: favorirebbe il miglioramento della sostenibilità ambientale dei processi produttivi , la riduzione delle emissioni di gas serra e il sequestro di carbonio, il miglioramento del rendimento energetico delle produzioni (sia riducendo il consumo di energia che migliorando tecnologie e metodi di produzione di bioenergie da rinnovabili, residui e scarti del processo produttivo), il miglioramento della gestione, uso e sviluppo delle risorse genetiche al fine della tutela della biodiversità e del paesaggio.

  • Clima: favorirebbe l’adattamento dei processi produttivi ai cambiamenti climatici, alla protezione del suolo e alla prevenzione dei rischi naturali.

  • Innovazione: favorirebbe l’incremento dell’attività di innovazione delle imprese cooperative, sia agricole che forestali, attraverso il sostegno alla valorizzazione economica dei risultati della ricerca, il rafforzamento dei sistemi innovativi regionali e la diffusione dei risultati ottenuti nella ricerca applicata al comparto agricolo, agro-alimentare e forestale.


Il progetto deve afferire ad una delle seguenti filiere e/o settori di riferimento:

  • Filiera vitivinicola

  • Filiera olivo-olivicola

  • Filiera ortofrutticola

  • Filiera cerealicola (per alimentazione umana, per zootecnia)

  • Settore forestale


Destinatari/beneficiari

Beneficiari del sostegno sono le cooperative agricole e forestali, ivi comprese le cooperative agricole di servizio, e i consorzi forestali. Tali soggetti possono partecipare al presente bando attraverso la presentazione di progettualità singole o associate, mediante la costituzione di reti di impresa (contratto e soggetto) o ATS/ATI. I soggetti partecipanti al progetto in forma associata, dovranno condividere e sottoscrivere le regole di funzionamento del partenariato e l’individuazione del responsabile del progetto, che ha il ruolo di rappresentanza e capofila.

I soggetti ammessi a far parte del partenariato sono le imprese Cooperative agricole e forestali e i consorzi forestali, siano queste in forma singola che associata che operano nei territori rurali della Toscana.

I soggetti beneficiari potranno coinvolgere nel partenariato, soggetti operanti nei settori della ricerca, trasferimento di ricerca e sviluppo e innovazione tecnologica, provenienti da tutti i paesi dell’Unione Europea.

Il progetto è presentato dal legale rappresentate della cooperativa/consorzio forestale o dal Capofila del Partenariato, in caso di reti di impresa o ATS/ATI, sul sistema gestionale ARTEA, attraverso la compilazione dell’apposito formulario, al quale verrà allegata tutta la documentazione necessaria per la valutazione della congruità e pertinenza delle spese previste, ne rispetto dei contenuti delle disposizioni comuni approvate da ARTEA.

Il ruolo di capofila deve essere ricoperto da una Cooperativa Agricola e/o forestale e/o da un Consorzio forestale .

Scadenza e presentazione della domanda

Il rappresentante legale della Società cooperativa/Consorzio forestale o del capofila, in caso di Rete di impresa, ATS/ATI, deve presentare il progetto su ARTEA compilando l’apposito formulario.

Al progetto deve essere allegato, in caso di aggregazione, l’atto costituito della Rete di impresa o dell'ATI/ATS o l'impegno a costituirla nel caso in cui la domanda sia ammissibile a finanziamento.

La proposta progettuale deve essere sottoscritta e presentata (inoltrata) dal legale rappresentante della cooperativa/consorzio forestale o del Capofila del partenariato, in caso di reti di impresa o ATS/ATI, entro e non oltre il giorno 20 dicembre 2022.

A tal fine il richiedente deve compilare l’apposita istanza on-line, disponibile sul sistema informativo di ARTEA.

Le istanze devono pervenire complete di tutti gli allegati necessari e in un formato accettato dal sistema informativo di ARTEA, entro il termine sopra stabilito e con le modalità previste al paragrafo 1.3 delle Disposizioni comuni per l’attuazione delle misure a investimento (D.D. ARTEA n. 127 del 18 ottobre 2017 e ss.mm.ii.).

Tipo di agevolazione

Il sostegno è concesso in forma di contributo in conto capitale fino ad un massimo del 90% del costo totale ammissibile.

L’importo massimo di contributo ammissibile è pari ad € 70.000,00 per progetto. L’importo minino di contributo ammissibile per progetto è di € 40.000,00.

Il contributo verrà erogato sulla base delle regole previste nel Regolamento Comunitario n. 1407/2013 relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione Europea agli aiuti “de minimis”, facendo presente che il contributo previsto per gli investimenti oggetto del presente bando potranno essere erogati , qualora si verifichi la condizione di “impresa unica” secondo le regole della Commissione previste per la  concessione e liquidazione di aiuti di stato e qualora “l'impresa unica” non abbia superato l'importo di 200.000,00 euro, espresso in termini di sovvenzione diretta di denaro al lordo di qualsiasi imposta o altro onere durante i due esercizi finanziari precedenti e l’esercizio finanziario in corso. Se l’aiuto è concesso in forma diversa da una sovvenzione diretta di denaro, l’importo dell’aiuto è l’equivalente sovvenzione lordo. Per la definizione di “impresa unica” si rimanda a quanto disposto all'art.2, comma 2, lettere a,b,c,d del Regolamento UE 1407/2013.

Dotazione finanziaria

Euro 210.000,00 (stanziati con DGR n. 766 del 4 luglio 2022). 

Per ulteriori informazioni

Referente per l’intervento::

Claudio Galli - tel 0554386575 e-mail: claudio.galli@regione.toscana.it

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
25.10.2022
Article ID:
25839473