Bando multimisura: strategia d'area interna Garfagnana Lunigiana media Valle del Serchio Appennino Pistoiese

Integrazione del testo del bando (decreto del 10 novembre). Scadenza prorogata alle ore 13 del 30 novembre 2020; introdotta una integrazione su tipo di operazione 4.4.1. Psr Feasr 2014-2020, bando per contributi nell'ambito di 5 sottomisure (3.2, 5.1; 8.3; 8.5; 16.4) e 2 tipi di operazione (4.4.1, 4.3.2). 


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

12 agosto 2020

Data di scadenza presentazione domande

30 novembre 2020

La Regione Toscana ha approvato, con decreto dirigenziale 11879 del 30 luglio 2020, il bando Strategia nazionale aree interne Strategia d'area “Garfagnana – Lunigiana – Media Valle del Serchio –Appennino Pistoiese” (allegato A del decreto). Il bando è cofinanziato dal Programma di sviluppo rurale (Psr) del Fondo europeo agricolo per lo svilupo rurale (Feasr) 2014-2020

In evidenza: con decreto dirigenziale 18230 del 10 novembre 2020, la Regione ha integrato il testo del bando per inserire una specifica riguardante il numero di domande per UTE/UPS ammesse nel tipo di operazione 4.4.1, dettaglio che per mero errore materiale non era stato inserito nella precedente versione del bando.

La scadenza delle domande è stata prorogata dal 30 ottobre al 30 novembre 2020, ore 13, con decreto dirigenziale n. 16828 del 20 ottobre 2020.


Finalità. Il bando multimisura “Strategia Nazionale Aree Interne - Strategia d'area Garfagnana Lunigiana Media Valle del Serchio Appennino Pistoiese” è lo strumento per attuare, attraverso un pacchetto definito di misure del Psr Feasr, le attività progettuali della Strategia d’area interna “Garfagnana Lunigiana Media Valle del Serchio Appennino Pistoiese”.

Validità del bando. La validità del bando e delle relative domande presentate è condizionata alla conclusione dell’iter di sottoscrizione dell’Accordo di Programma Quadro della Strategia d’area interna “Garfagnana Lunigiana Media Valle del Serchio Appennino Pistoiese”.

Destinatari / beneficiari. Sono ammessi a presentare domanda di aiuto e a beneficiare del sostegno solo i soggetti che rispondono a tutti i requisiti sotto riportati:

  • sono definiti come beneficiari nell’ambito di ciascuna sottomisura/tipo di operazione attivata all’interno del bando multimisura;
     
  • sono responsabili/titolari di progetti realizzati esclusivamente all’interno del territorio compreso nell’Accordo di programma quadro (Apq) della Strategia d'Area “Garfagnana Lunigiana Media Valle del Serchio Appennino Pistoiese” e/o riferiti a questo territorio;
     
  • concorrono al raggiungimento degli obiettivi e delle finalità della Strategia d’area “Garfagnana Lunigiana Media Valle del Serchio Appennino Pistoiese” e quindi hanno acquisito il “Parere di conformità”, con le modalità definite al paragrafo 3. “Modalità per l’individuazione delle domande di aiuto che concorrono all’assegnazione delle risorse destinate all’attuazione della Strategia d’area” del bando.

Il rilascio del parere di conformità da parte del soggetto capofila dell’area, avviene con le modalità definite nella determinazione dell’Unione dei Comuni montani della Garfagnana n. 328 del 27 luglio 2020.
Tale rilascio non consiste garanzia di accesso al finanziamento della domanda di aiuto, che rimane condizionato all’inserimento in graduatoria in posizione utile in base al punteggio ottenuto e alle risorse finanziarie disponibili, nonché al rispetto dei tempi previsti dal bando e dalle disposizioni comuni in merito alle varie fasi del procedimento.


Scadenza e presentazione domanda.  Al momento della presentazione delle domande di aiuto relative al bando multimisura, i richiedenti devono possedere sul Sistema informativo di Artea il fascicolo aziendale elettronico, compreso/i il/i soggetto/i che attiva/attivano la sottomisura 16.4 "Sostegno alla cooperazione di filiera, sia orizzontale che verticale, per la creazione e lo sviluppo di filiere corte e mercati locali e sostegno ad attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali" e i singoli componenti delle forme di aggregazione.

Le domande di aiuto relative alle sottomisure / tipi di operazione attivate dal bando devono essere presentate entro le ore 13.00 di lunedì 30 novembre 2020 (per proroga dal 30 ottobre al 30 novembre ore 13), impiegando esclusivamente, mediante procedura informatizzata, la modulistica disponibile sulla piattaforma gestionale dell'Anagrafe regionale delle aziende agricole gestita dalla Agenzia regionale toscana per l'erogazione in agricoltura (Artea) e raggiungibile dal sito dell'agenzia www.artea.toscana.it.

I progetti presentati in risposta al bando multimisura devono concludersi entro i termini indicati nei singoli contratti per l’assegnazione dei contributi e comunque entro il 31 marzo 2023, al fine di rispettare le tempistiche dei regolamenti unionali (della Unione europea) relativi all’attuazione del Psr Feasr 2014-2020 e alle regole per il riconoscimento della spesa nella programmazione in corso, pena la decadenza del finanziamento dei progetti stessi con i fondi Psr Feasr 2014-2020

Sottomisure e tipi di operazione attivabili. Le sottomisure / tipi di operazione del Psr Feasr 2014-2020 attivate con questo bando multimisura sono le seguenti:

sottomisure Psr Feasr:

  • 3.2 “Sostegno per attività di informazione e promozione, svolte da associazioni di produttori nel mercato interno”;
     
  • 5.1 “Sostegno a investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze di probabili calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici”;
     
  • 8.3 “Sostegno alla prevenzione dei danni arrecati alle foreste da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici”;
     
  • 8.5 “Investimenti diretti ad accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali”;
     
  • 16.4 “Sostegno alla cooperazione di filiera, sia orizzontale che verticale, per la creazione e lo sviluppo di filiere corte e mercati locali e sostegno ad attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali”;

tipi di operazione Psr Feasr:

  • 4.3.2 “Sostegno per investimenti in infrastrutture necessarie all’accesso ai terreni agricoli e forestali”;
     
  • 4.4.1 “Conservazione e ripristino degli elementi caratteristici del paesaggio, salvaguardia e valorizzazione della biodiversità”.

Interventi ammissibili. Gli interventi ammissibili sono quelli indicati nel paragrafo “Descrizione del tipo di intervento” di tutte le schede di sottomisura/tipi di operazione del Psr Feasr 2014-2020 (qui sopra linkate) attivate con il bando multimisura, purché compresi nelle schede interventi della Strategia d’area interna “Garfagnana Lunigiana Media Valle del Serchio Appennino Pistoiese” allegato 2 della delibera di giunta regionale 778 del 16 luglio 2018 (testo delibera e altri allegati della delibera)

Minimali e massimali
L’importo minimo e l’importo massimo del contributo concedibile nelle diverse sottomisure  e tipi di operazione e per domanda è indicato nella tabella seguente:

Sottomisura
o tipo operazione

Minimale

Importo totale concedibile per ogni sottomisura/tipo di operazione

Massimali soggetti pubblici

Massimali soggetti privati

3.2

20.000,00 €

280.000,00€

200.000,00 €

4.3.2

80.000,00 €

1.488.000,00€

200.000

---

4.4.1

5.000,00 €

250.000,00€

50.000,00

5.1

5.000,00 €

150.000,00€

150.000,00 €

8.3

50.000,00 €

685.000,00 €

200.000€

---

8.5

5.000,00 €

150.000,00 €

150.000,00 €

16.4

20.000

100.000,00 €

100.000,00 €

 

Dotazione finanziaria: il bando ha un budget finanziario complessivo di 3 milioni 103 mila euro

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda consultare integralmente il bando completo approvato con decreto dirigenziale n. 11879 del 30-07-2020.

Per saperne di più compila e invia il form >>> Scrivici il servizio attivo per richiesta informazioni e chiarimenti sui bandi aperti.

ALF

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
16.11.2020
Article ID:
25393445