Bando della misura 14 "Benessere degli animali" 2024, sistema classyfarm

Proroga scadenza presentazione domande al 1 luglio 2024. Premio ad unità di bestiame adulto (Uba). Le domande dal 15 gennaio al 15 maggio  2024 sul sistema Artea. Adottato il decreto che approva il nuovo bando della Misura 14 "Benessere degli animali" annualità 2023, impegni anno 2024


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

06 dicembre 2023

Numero e parte del BURT

n.49, Parte III

Data di scadenza presentazione domande

31 luglio 2024

Con decreto dirigenziale 24910 del 23 novembre 2023 modificato con decreto dirigenziale 502 del 10 gennaio 2024, la Regione ha approvato il bando attuativo della misura 14 "Benessere animale" del Psr Feasr 2014-2022. Il bando, che prevede l'erogazione di un premio ad Unità di bestiame adulto (Uba), sostiene le aziende zootecniche che aderiscono al sistema volontario di valutazione del livello di benessere dell’allevamento su  “Classyfarm”, un sistema integrato finalizzato alla categorizzazione dell'allevamento in base al rischio. L’adesione delle aziende zootecniche al sistema Classyfarm è il presupposto per l’accesso alla misura sul benessere animale del Psr Feasr 2014-2022.

Bando

Decreto 24910 del 23 novembre 2023Reg. UE 1305/2013 – FEASR. Programma di sviluppo rurale 2014 – 2022 Misura 14 “Benessere degli animali” Bando annualità 2023

Decreto 502 del 10 gennaio 2024
Reg. UE 1305/2013  FEASR. Programma di sviluppo rurale 2014  2022 DGR n. 1335/2023 - Misura 14 ˝Benessere degli animali˛ Approvazione modifica Bando di cui all'allegato A al d.d. n. 24910/2023.

Scadenza

Il bando scade alle ore 24:00 di mercoledì 15 maggio 2024

A chi si rivolge

I soggetti beneficiari del sostegno sono gli “Agricoltori in attività” ai sensi dell’art. 9 del Reg. (UE) 1307/2013 e s.m.i.

Opportunità

Premio ad UBA, differenziato per specie ed orientamento produttivo, per le zootecniche che aderiscono al sistema Classyfarm impegnandosi a mantenere un livello di benessere animale migliorato.

Come partecipare

La domanda, completa di tutti i documenti richiesti, si presenta sul portale di Artea www.artea.toscana.it a partire dal 15 gennaio 2024

Leggi il bando completo

Decreto 24910 del 23 novembre 2023

  • Bando (allegato A del decreto)

 

Finalità.
La valutazione del benessere del sistema Classyfarm, nelle aziende zootecniche, si avvale dell’utilizzo di specifiche checklist per i vari indirizzi produttivi zootecnici, applicabili in regime di autocontrollo e di controllo ufficiale.

La checklist autocontrollo benessere è suddivisa in 4 aree relative alla valutazione del management aziendale e personale, delle strutture e attrezzature, delle animal based measures, dei grandi rischi/sistemi di allarme. Vi sono poi le valutazioni relative alla biosicurezza. L’adesione delle aziende zootecniche al sistema di valutazione di classyfarm è il presupposto per l’accesso alla misura sul benessere animale.

Nel 2018 la direzione della Sanità animale e dei farmaci veterinari del Ministero della Salute ha introdotto il sistema integrato Classyfarm per categorizzare il livello di rischio relativo a benessere animale e biosicurezza degli allevamenti. Il sistema Classyfarm, nato su realizzazione dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Lombardia ed Emilia Romagna, con la collaborazione dell’Università di Parma, è a disposizione dei medici veterinari ufficiali e dei medici veterinari aziendali per monitorare, analizzare ed indirizzare gli interventi in allevamento per conformarsi e recepire a pieno l’impostazione della normativa europea in materia di Animal Health Law e di Official controls.

Benessere animale e biosicurezza nell’azienda zootecnica costituiscono una priorità per tutelare la salute dei consumatori. Tale attenzione deriva non soltanto da una crescente sensibilità etica verso gli animali allevati, ma soprattutto dalla consapevolezza che il miglioramento delle condizioni del benessere in allevamento si riflette sulla quantità e qualità delle produzioni zootecniche e sulla sicurezza degli alimenti derivati.

Destinatari / beneficiari

Agricoltori in attività ai sensi dell’art. 9 del Reg. (UE) 1307/2013 e successive modifiche e integrazioni. Sono esclusi dal sostegno coloro che sono stati condannati (legale rappresentante) con sentenza passata in giudicato o nei cui confronti sia stato emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’art. 444 Codice procedura penale (Cpp) secondo quanto disposto al paragrafo 2 del bando.

Scadenza e presentazione della domanda

Ai fini della procedura istruttoria le domande si distinguono in domanda di aiuto e domanda di pagamento. Per le domande ammissibili ai sensi del presente bando, la domanda di aiuto vale anche come domanda di pagamento.

La domanda di aiuto deve essere presentata e entro il 15 maggio 2024, salvo eventuali altre date successive dettate a livello nazionale ai sensi del Regolamento di esecuzione (UE) 2021/540 , impiegando esclusivamente la procedura informatizzata e la modulistica disponibili sulla piattaforma gestionale dell'Anagrafe regionale delle aziende agricole gestita da Artea e raggiungibile dal sito www.artea.toscana.it.

In ogni caso la checklist autocontrollo benessere deve essere caricata nel sistema classyfarm prima della presentazione domanda ed entro il termine del 15 maggio 2024 anche in caso di altre date successive come termine ultimo per la presentazione delle domande, dettato a livello nazionale ai sensi del Regolamento di esecuzione (UE) 2021/540.

La domanda deve essere sottoscritta e presentata secondo le modalità indicate dal decreto del drettore di Artea 140 del 31 dicembre 2015  e successive modifiche e integrazioni (decreto del direttore Artea n. 70/2016):

Premi per Uba e impegni
Specie / orientamenti produttivi ammesse ed entità dei premi

Sono ammissibili al sostegno le tipologie di allevamento per le quali è disponibile una check list di autocontrollo approvata nel sistema Classyfarm:

  • Bovino da carne, fase di ingrasso del bovino da carne: 71 quesiti di cui 32 legislativi;

  • Bovino da carne, linea vacca vitello: 87 quesiti di cui 44 legislativi;

  • Bovino da latte a stabulazione libera: 106 quesiti, di cui 49 legislativi;

  • Bovino da latte a stabulazione fissa: 99 quesiti, di cui 45 legislativi;

  • Bufalo da latte: 103 quesiti, di cui 47 legislativi;

  • Capra da latte: 64 quesiti, di cui 30 legislativi;

  • Ovini da latte: 63 quesiti, di cui 29 legislativi;

  • Suini riproduttori: 71 quesiti, di cui 56 legislativi;

  • Suini svezzamento e ingrasso: 53 quesiti di cui 39 legislativi.

Il premio concesso per Uba è differenziato per specie/orientamento produttivo come segue:

  • Bovini da latte e bufalini: 290 euro / Uba

  • Bovini da carne: 230 euro / Uba

  • Ovini e caprini latte: 240 euro / Uba

  • Suini: 170 euro / Uba

Inoltre è previsto un importo massimo concedibile per allevamento sottoposto ad impegno pari a € 50.000,00 (capping).

In caso di cumulabilità con Ecoschema 1 - Pagamento per la riduzione dell'antimicrobico resistenza e per il benessere animale del Psp 2023-2027” , l’ammontare dei premi ridotti per la Misura 14 in caso di cumulabilità con Ecoschema 1 livello 1 e livello 2, come disposto dalla DGR n. 819/2023, risulta come da tabella seguente:

Specie/orientamento produttivo

Premio in caso di cumulabilità con Ecoschema 1 livello 1

Premio in caso di cumulabilità con Ecoschema 1 livello 2

Bovini carne

217,00 €/UBA

139,00 €/UBA

Bovini/bufalini da latte

267,00 €/UBA

189,00 €/UBA

Ovini/caprini da latte

226,00 €/UBA

(per ovicaprini non previsto liv.2)

Suini

158,00 €/UBA

90,00 €/UBA


Nel caso l’azienda aderisca con una parte dei capi all’ Ecoschema 1 livello 1 e per una parte dei capi all’ Ecoschema 1 livello 2, il premio da applicare, sulla misura 14, per tutti i capi a premio, è quello relativo alla cumulabilità con l’Ecoschema 1 livello 2.

Qualora le risorse disponibili non dovessero essere sufficienti a coprire il fabbisogno finanziario di di tutti gli allevamenti risultati ammissibili viene applicata la seguente degressività, per scaglioni di consistenza dell’allevamento espressi in Uba, riducendo l'importo del premio unitario massimo secondo le percentuali indicate per scaglione riportate nella tabella seguente:

fino a 50 UBA

Premio 50,01 – 100 UBA

Premio 100,01-200 UBA

Premio >200,01 UBA

Percentuale del premio massimo

100,00%

70,00%

50,00%

30,00%

 

Impegno finanziabile

Il bando annualità 2023 prevede un impegno di un anno (primo gennaio 2024 - 31 dicembre 2024). Gli impegni in materia di benessere degli animali che introducono criteri superiori nei settori/aspetti previsti all’articolo 10 del Reg. (UE) delegato n. 807/2014 sono riconducibili alle seguenti aree di valutazione nell’ambito del sistema Classyfarm:

  • Area A Management aziendale e Personale (MP)

  • Area B Strutture e Attrezzature (SA)

  • Area C Animal Based Measures (ABM).

Al momento della presentazione della domanda di aiuto, l’allevamento oggetto d’impegno deve avere una check list di autocontrollo nel sistema classyfarm, con un punteggio complessivo nelle sopra indicate tre aree di valutazione, non inferiore a 70 ed al tempo stesso, nessuno dei quesiti relativi alle conformità legislative con valutazione insufficiente (compresi quelli dell’area biosicurezza della check list autocontrollo)

L’impegno consiste:

  • nel mantenere, per il periodo di impegno, invariato o superiore il punteggio della checklist di autocontrollo inserita in classyfarm prima della presentazione della domanda.


Altre condizioni di ammissibilità

Il premio è concesso se la consistenza minima media dell’allevamento è pari a 10 Uba.
I capi ammissibili a premio devono ricadere nelle seguenti categorie e secondo la seguente tabella di conversione in Uba:

I criteri di selezione

Una volta presentata la domanda di aiuto verrà stilata una graduatoria. I criteri utilizzati per l'assegnazione del punteggio sono:

Le domande che entreranno in graduatoria e che risulteranno ammissibili, verranno finanziate sulla base delle risorse a disposizione. A parità di punteggio è prioritaria la domanda con il minor premio ammissibile.

Dotazione finanziaria del bando

Le risorse stanziate sono pari a euro 6 milioni.

Per conoscere i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda, consultare integralmente il testo del bando (allegato A del decreto del 23 settembre 2023, n. 24910 )

Per saperne di più

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
23.07.2024
Article ID:
179922409