Annuario statistico regionale Toscana 2008 sezione "Lavoro"



La sezione "Lavoro" dell'Annuario statistico regionale Toscana 2008 si apre con le stime ufficiali dei principali aggregati dell'offerta di lavoro derivanti dalla rilevazione campionaria Istat sulle forze di lavoro riferita a tutte le famiglie residenti considerate con tutti i loro componenti, anche se temporaneamente all'estero.
Questa indagine è stata più volte rinnovata negli anni per tenere conto, da un lato, delle continue trasformazioni del mercato del lavoro, dall'altro, delle crescenti esigenza degli utenti di conoscere la realtà sociale ed economica del nostro paese. L'ultima modifica è stata avviata all'inizio del 2004 in linea con le disposizioni dell'Unione Europea.
I dari si riferiscono all'occupazione e forza lavoro, alla cassa integrazione e agli infortuni sul lavoro

Nelle tavole statistiche della sezione sono disponbili i dati della Toscana riferiti a spaccati temporali diversi a seconda degli indicatori (anni 2006, 2005, 2007, 2008):
- popolazione di 15 anni e oltre per sesso, condizione e provincia (2007, tavola 1)
- forze di lavoro e tasso di attività 15-64 per sesso e provincia e per classe di età (media 2007, tavola 2 e 3)
- tasso di attività 2007 per classe di età, sesso e provincia (tavola 4)
- occupati e tasso di disoccupazione 15-54 per sesso  e provincia nel 2007 (tavola 5)
- occupati per settore di attività economica, posizione e provincia nel 2007 (tavola6)
- persone in cerca di occupazione 2007 (tavola 7)
- tasso di disoccupazione, di inattività e il "non lavoro" (per classi di età e provincia (2007, tavole 8,9,10)
- numero di collaboratori contribuenti iscritti all'Inps per provincia di residenza, sesso ed età (anno 2005 e 2006, tavole 16 e 17))
- lavoratori iscritti in stato di disoccupazione e alle liste di mobilità (2007, tavole 14 e 15)
- ore autorizzate di cassa integrazione nell'industria e nell'edilizia (tavole da 18 a 20)
- infortuni sul lavoro (2003-2007, 2007 e 2008) denunciati dalle aziende dei comparti (industria e servizi, agricoltura, edilizia, conto stato) per provincia, per settore di attività, per classe di età e sesso (tavole da21 a 26),
- movimento dei dipendenti previsti dalle imprese toscane per il 2008 (per provincia e livello di inquadramento, tavola 31)
- tasso di variazione dell'occupazione e saldo occupazionale previsto dalle imprese toscane per il 2008 e al 31.12.2008 (per provincia e per attività economica), tavole 28 e 29.
- assunzioni previste dalle imprese toscane per il 2008 (per provincia e per tipo di contratto, tavola 32)

Infine le informazioni a carattere previsionale sulla domanda di lavoro delle imprese e sulle principali caratteristiche delle figure professionali richieste, fornite dal Sistema informativo excelsior (Unioncamere, Ministero del lavoro, Unione europea); i dati derivano da interviste ad un campione  toscano di 8000 imprese.
 

L'indagine

La rilevazione Istat attuale è denominata continua: le informazioni, raccolte per tramite di interviste dirette o telefoniche, sono rilevate con riferimento a tutte le settimane dell'anno, tenuto conto di un'opportuna distribuzione nelle tredici settimane di ciascun trimestre del campione complessivo.
L'intervista alla famiglia viene effettuata utilizzando una rete di rilevazione controllata direttamente dall'Istat mediante tecniche Computer assisted personal interview (Capi) e Computer assisted telephone interview (Cati).
Per dettagli sull'indagine volume La rilevazione sulle forze di lavoro: contenuti, metodologie, organizzazione, consultabile all'indirizzo internet: http://www.istat.it/dati/catalogo/20060830_00/
 

Cassa integrazione

I dati alla Cassa integrazione guadagni - Cig sono di fonte Istituto nazionale previdenza sociale (Inps) e riguardano il numero di ore Cig autorizzate per il comparto (gestione) Industria e servizi (suddivise per settore di attività economica secondo la classificazione Inps dei Codici statistici contributivi) e per il comparto Edilizia, ripartite per tipo di intervento (cig ordinaria e cig straordinaria) e per categoria professionale di destinazione (operai o impiegati). Si noti che le ore autorizzate possono differire da quelle effettivamente utilizzate dalle imprese.
Per ulteriori informazioni su pagine Inps: www.inps.it, cassa integrazione guadagni ordinaria, cassa integrazione guadagni straordinaria
 

Infortuni sul lavoro

Le tavole relative agli infortuni sul lavoro sono state estratte dalla Banca dati dell' Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni del lavoro - Inail: i dati si riferiscono agli infortuni sul lavoro denunciati all'Inail, separatamente per i diversi comparti (gestioni): industria, commercio e servizi; agricoltura; conto stato.
La legislazione sull'assicurazione obbligatoria degli infortuni sul lavoro e le malattie professionali prevede infati che debbano essere denunciati (denuncia su moduli Inail e corredata da certificato medico) all'Inail gli infortuni sul lavoro di lavoratori, dipendenti ed autonomi, prognosticati non guaribili entro tre giorni, indipendentemente dal fatto che l'infortunio sia o meno indennizzabile.
L'Inail viene a conoscenza anche di una parte degli infortuni con prognosi inferiore ai 4 giorni (le cosiddette franchigie) mediante i certificati trasmessi dai medici curanti o dal pronto soccorso.
Per la gestione Industria, commercio e servizi sono riportati anche i casi mortali il cui decesso è avvenuto entro 180 giorni dalla data in cui si è verificato l'infortunio, con esclusione di quelli per i quali nello stesso periodo è stata accertata la causa non professionale. A causa dei suddetti criteri di rilevazione e dei tempi tecnici di definizione il dato dell'ultimo anno è da ritenersi provvisorio e non confrontabile con quelli già consolidati, relativi agli anni precedenti.


Domanda di lavoro

Le informazioni della sezione sono fornite dal Sistema Informativo Excelsior, promosso e realizzato da Unioncamere in accordo con il Ministero del lavoro e l'Unione Europea, facente parte delle indagini con obbligo di risposta previste dal Programma statistico nazionale.
L'indagine è stata realizzata, tra febbraio e la prima decade di maggio 2008, tramite interviste ad un campione rappresentativo di imprese attive iscritte al Registro imprese, settori industriali e dei servizi, con almeno un dipendente: circa 95 mila imprese per l'Italia, circa  8.000 per l la Toscana). Rilevate anche le attività professionali svolte dal dipendente unico per le quali esiste l'obbligo di iscrizione in Albi professionali (Ordini o Collegi)

Per ulteriori informazioni: http://excelsior.unioncamere.net/
 

Aggiornato al:
15.02.2013
Article ID:
275225