Anagrafe regionale dell'edilizia scolastica


Le strutture edilizie scolastiche costituiscono elemento fondamentale e integrante del sistema scolastico. La programmazione degli interventi di edilizia scolastica spetta alle Regioni ed è finalizzata ad assicurare a tali strutture uno sviluppo qualitativo e una collocazione sul territorio adeguati alla costante evoluzione delle dinamiche formative, culturali, economiche e sociali.

Con la legge 11 gennaio 1996, n. 23, è stato disposto, in attuazione dell'articolo 14, comma 1, lettera i), della legge 8 giugno 1990, n. 142, che provvedono alla realizzazione, alla fornitura e alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici: a) i Comuni, per quelli da destinare a sede di scuole dell'infanzia (ex materne), primarie (ex elementari) e secondarie di primo grado (ex medie); b) le Province, per quelli da destinare a sede di istituti e scuole di istruzione secondaria di secondo grado, compresi i licei artistici e gli istituti d'arte, di conservatori di musica, di accademie, di istituti superiori per le industrie artistiche, nonché di convitti e di istituzioni educative statali.

A partire dall'a.s. 2016-2017  la Regione Toscana mette a disposizione, in forma di dataset opendata, i dati relativi a consistenza, caratteristiche e stato di conservazione degli edifici scolastici della Toscana. Per ogni edificio scolastico della Toscana, contraddistinto dal codice edificio, inoltre, sono associate le relative Istituzioni Scolastiche e i Punti di erogazione del servizio codificate secondo il codice ministeriale MIUR per l'anno scolastico 2016/17.

 

 

Aggiornato al:
23.06.2017
Article ID:
14450373