Adeguamenti per strutture, servizi di assistenza domiciliare, altri servizi alla persona e operatori individuali/badanti accreditati prima del 15 marzo 2021 – Norma transitoria

Entro il 15 marzo 2022 le strutture ed i servizi di assistenza domiciliare e degli altri servizi alla persona già accreditati prima del 15 marzo 2021 si devono adeguare ai requisiti generali e ai requisiti specifici per l'accreditamento, a pena di decadenza dello stesso accreditamento. 
Per i requisiti richiesti consulta le pagina dedicate: 

  • Accreditamento delle strutture del sistema integrato ►►
  • Accreditamento dei servizi di assistenza domiciliare e degli altri servizi alla persona ►►

Entro il 15 marzo 2022:

  1. le strutture già accreditate prima del 15 marzo 2021 devono comunicare l'avvenuto adeguamento alla Regione, che lo segnala al Comune competente. L'accreditamento delle strutture ha validità cinque anni decorrenti dalla data della comunicazione di adeguamento.
  2. i servizi di assistenza domiciliare e gli altri servizi alla persona già accreditati prima del 15 marzo 2021  devono comunicare l'avvenuto adeguamento al Comune dove ha sede operativa l’ente o l’organismo non lucrativo che eroga il servizio.
  3. gli operatori individuali/badanti devono presentare nuova istanza di accreditamento presso il Comune dove sono domiciliati, al fine dell’accertamento del possesso dei requisiti (solo se già accreditati prima del 15 marzo 2021) 

Comunicazione di adeguamento

(Per le strutture e i servizi di assistenza domiciliare e degli altri servizi alla persona erogati da enti e organismi a carattere non lucrativo)
La comunicazione di adeguamento deve essere presentata al SUAP del Comune dove è ubicata la struttura o ha sede operativa l’ente o l’organismo non lucrativo che eroga il servizio, esclusivamente per via telematica, tramite il portale telematico STAR►►
E' necessario seguire le istruzioni riportate nelle pagine del portale, compilando i dati direttamente sul sistema utilizzando la modulistica messa a disposizione all’interno del sistema stesso.
Modello 1bis e 3bis e 4bis - Comunicazione (fac-simile) ►►


Verifica dell’attività svolta e dei risultati raggiunti

(Per le strutture e i servizi di assistenza domiciliare e degli altri servizi alla persona erogati da enti e organismi a carattere non lucrativo)
Per il controllo del mantenimento dei requisiti e la conformità agli indicatori, entro un anno dalla comunicazione di adeguamento e successivamente con periodicità annuale, a pena di decadenza:

  • le strutture devono trasmettere la documentazione di autovalutazione alla Giunta Regionale tramite il SUAP nel Comune dove la struttura è ubicata
  • i servizi di assistenza domiciliare e altri servizi alla persona, devono trasmettere la documentazione di autovalutazione al Comune dove è ubicata la sede operativa dell’ente o dell’organismo non lucrativo che eroga il servizio.

Gli operatori individuali (badanti) sono esclusi da tale adempimento.

La documentazione di autovalutazione deve essere trasmessa esclusivamente per via telematica, tramite il portale telematico STAR►►
E' necessario seguire le istruzioni riportate nelle pagine del portale, compilando i dati direttamente sul sistema utilizzando la modulistica messa a disposizione all’interno del sistema stesso.
Modello 2 e 3ter e 4 ter - Autovalutazione (fac-simile) ►►  

Condividi
Aggiornato al:
01.03.2022
Article ID:
77819596