Salta al contenuto Salta al menu'

Giorno del Ricordo

Giorno del Ricordo

La legge 92 del 30 marzo 2004 riconosce il 10 febbraio quale Giorno del ricordo per conservare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo forzato dalle loro terre ed invita il mondo della scuola e della cultura a diffondere la conoscenza di questo capitolo della nostra storia.

La Regione Toscana è interessata alla memoria pubblica dei fatti e delle vicende tragiche del Novecento, nella certezza che questo investimento è produttivo da un punto di vista culturale, ma, ancora di più, che la diffusione delle conoscenze è un elemento decisivo per la partecipazione alla vita pubblica e la crescita della democrazia.

Una convinzione tanto più alta se pensiamo alle giovani generazioni, cui devono essere forniti gli strumenti critici per decifrare l'universo che le circonda.

Sappiamo che la storia di lunga durata dei territori orientali del nostro Paese apre orizzonti complessi di ricerca ed interpretazione e che le migliaia di morti delle foibe appartengono alla sterminata schiera di vittime del Novecento europeo che ha prodotto pulizie etniche, genocidi, stermini, intolleranze e guerre di massa.

Ogni luce gettata sui meccanismi di questi processi è utile per interpretarne lo sviluppo, evitando amnesie e reticenze e collocando i fatti nella loro dimensione specifica.
 

Giorno del Ricordo 2017


Ultima modifica: 08/02/2017 11:45:29 - Id: 14076490