Salta al contenuto Salta al menu'

Contabilità economica regionale: dati Toscana 2011-2013

Contabilità economica regionale: dati Toscana 2011-2013

Vengono qui presentati i conti regionali e provinciali 2011, le stime provvisorie regionali e provinciali 2012 e quelle regionali 2013 per la Toscana: il sistema dei conti nazionali descrive in termini quantitativi e sotto forma contabile l'attività economica e finanziaria di un paese o di sue determinate ripartizioni territoriali. Per costruire le stime di contabilità nazionale si utilizzano i dati che derivano dalle rilevazioni Istat e da molteplici informazioni e indagini di fonte esterna, pubblica e privata.
Al fine di migliorare le stime e renderle più adeguate alla corretta rappresentazione della realtà economica e sociale in evoluzione, tenendo conto di fonti nuove e più consolidate, le stime sono sottoposte sia a revisioni ordinarie (annuali), sia a revisioni straordinarie (generalmente quinquennali).

Scarica le 13 tavole dati 2011-2013 (edizione ottobre 2014) in un unico file .xls

  • Tavola 1 Conto economico delle risorse e degli impieghi - Toscana e Italia. Anni 2011-2013 - valori ai prezzi correnti (milioni di euro)
  • Tavola 2 Conto della distribuzione del prodotto interno lordo - Toscana e Italia. Anni 2011-2013 - valori ai prezzi correnti (milioni di euro)
  • Tavola 3 Valore aggiunto ai prezzi base per attività economica e prodotto interno lordo - Toscana. Anni 2011-2013- valori ai prezzi correnti (milioni di euro)
  • Tavola 4 Valore aggiunto ai prezzi base per settore di attività economica e provincia Toscana. Anno 2011 - valori a prezzi correnti (milioni di euro)
  • Tavola 5 Investimenti fissi lordi per branca proprietaria - Toscana e Italia. Anni 2011-2012 - valori ai prezzi correnti (milioni di euro)
  • Tavola 6 Retribuzioni lorde - Toscana e Italia. Anni 2011-2012 - valori ai prezzi correnti (milioni di euro)
  • Tavola 7 Contributi sociali a carico dei datori di lavoro - Toscana e Italia. Anni 2011-2012 - valori ai prezzi correnti (milioni di euro)
  • Tavola 8 Redditi interni da lavoro dipendente - Toscana e Italia. Anni 2011-2013 - valori ai prezzi correnti (milioni di euro)
  • Tavola 9 Spese delle famiglie per consumi finali. Toscana e Italia. Anni 2011-2013 - valori ai prezzi correnti (milioni di euro)
  • Tavola 10 Spese per consumi finali della Pubblica Amministrazione per funzioni di spesa - Toscana e Italia. Anni 2011-2012 - valori ai prezzi correnti (milioni di euro)
  • Tavola 11 Occupati per tipologia di occupazione e settore di attività economica - Toscana e Italia. Anni 2011-2013 (media annua in migliaia)
  • Tavola 12 Occupati per tipologia di occupazione, settore di attività economica e provincia - Toscana. Anno 2012 (media annua in migliaia)
  • Tavola 13 Principali aggregati macroeconomici per anno - Toscana e Italia. Anni 2011-2013 (valori pro-capite in euro a prezzi correnti per anno)

Sistema dei conti nazionali e regionali Sec 2010
I dati sono presentati secondo il Sec 2010, che  tra le novità più rilevanti da segnalare, include nella stima dei conti nazionali, attività illegali come il traffico di sostanze stupefacenti, i servizi della prostituzione e il contrabbando. Tale novità è stata decisa a livello europeo per rendere operativo, con modalità comuni tra gli Stati membri, il principio, già presente nel Sec 95, per il quale il calcolo del reddito di una nazione deve essere esaustivo e, quindi, tener conto anche delle attività vietate dalle leggi nazionali, ma che hanno caratteristiche di scambio volontario tra soggetti economici.

Per il calcolo regionale e provinciale del valore aggiunto attribuito a queste attività illegali, i dati stimati a livello nazionale sono stati ripartiti territorialmente utilizzando il numero di segnalazioni per reati relativi allo sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, alle normative sugli stupefacenti e sul contrabbando.

Anche la stima della spesa per consumi finali delle famiglie a livello territoriale è coerente con la revisione dell'aggregato nazionale e include la spesa per consumo di sostanze stupefacenti e di servizi della prostituzione.

Sistema dei conti nazionali e regionali Sec 95
Sono resi disponibili, per completezza della serie storica e per confronto, gli ultimi dati diffusi sul sistema dei conti territoriali regionali e provinciali della Toscana secondo il Sec 95 per gli anni 2008-2012.

 

Glossario
 

Consumi finali delle Amministrazioni pubbliche: valore della spesa per beni e servizi delle Amministrazioni pubbliche (AP) per il diretto soddisfacimento dei bisogni, individuali o collettivi, dei membri della collettività.

Consumi finali delle famiglie: valore della spesa che le famiglie sostengono per l'acquisto di beni e servizi necessari per il soddisfacimento dei propri bisogni.

Conto delle risorse e degli impieghi: esprime l'uguaglianza tra le risorse (prodotto interno lordo a prezzi di mercato e importazioni) e gli impieghi (consumi nazionali, investimenti lordi e esportazioni) a livello dell'intera economia. Deriva dalla fusione tra conto di equilibrio dei beni e servizi, che descrive l'utilizzo dei prodotti disponibili, e conto della produzione, che illustra le operazioni relative al processo produttivo.

Conto della distribuzione del prodotto interno lordo: registra le operazioni di distribuzione del reddito direttamente collegate al processo produttivo e che, pertanto, possono essere classificate tanto per branche quanto per settori. In entrata si registrano il valore  aggiunto ai prezzi di mercato ed i contributi alla produzione; in uscita le imposte indirette sulla produzione e sulle  importazioni ed i redditi da lavoro dipendente. Il saldo è costituito dal risultato lordo  di gestione.

Contributi sociali effettivi: comprendono tutti i versamenti che le persone assicurate o i loro datori di lavoro, effettuano agli organismi che erogano prestazioni sociali, al fine di acquistare o di conservare il diritto alla prestazione.

Investimenti fissi lordi: sono costituti dalle acquisizioni (al netto delle cessioni) di capitale fisso effettuate dai produttori residenti a cui si aggiungono gli incrementi di valore dei beni materiali non prodotti. Il capitale fisso consiste di beni materiali e immateriali (ad esempio software) prodotti e destinati a essere utilizzati nei processi produttivi per un periodo superiore a un anno.

Prodotto interno lordo ai prezzi di mercato (Pil): il risultato finale dell'attività di produzione delle unità produttrici residenti. Corrisponde alla produzione totale di beni e servizi dell'economia, diminuita dei consumi intermedi e aumentata dell'Iva gravante e delle imposte indirette sulle importazioni. È altresì pari alla somma del valore aggiunto a prezzi base delle varie branche di attività economica, aumentata delle imposte sui prodotti (compresa l'Iva e le imposte sulle importazioni), al netto dei contributi ai prodotti.

Reddito da lavoro dipendente (Rld): il costo sostenuto dai datori di lavoro a titolo di remunerazione dell'attività prestata dai lavoratori alle proprie dipendenze. Il complesso dei redditi da lavoro dipendente comprende sia le retribuzioni lorde sia i contributi sociali, effettivi e/o figurativi.

Retribuzioni lorde: comprendono i salari, gli stipendi e le competenze accessorie, in denaro e in natura, al lordo delle trattenute erariali e previdenziali, corrisposti ai lavoratori dipendenti direttamente e con carattere di periodicità, secondo quanto stabilito dai contratti, dagli accordi aziendali e dalle norme di legge in vigor

Valore aggiunto a prezzi base: l'aggregato che consente di apprezzare la crescita del sistema economico in termini di nuovi beni e servizi messi a disposizione della comunità per impieghi finali. È il saldo tra il valore della produzione di beni e servizi conseguita dalle singole branche produttive, valutata a prezzi base cioè al netto delle imposte sui prodotti e al lordo dei contributi ai prodotti, e il valore dei beni e servizi intermedi dalle stesse consumati (materie prime e ausiliarie impiegate e servizi forniti da altre unità produttive).


Ultima modifica: 27/01/2016 15:39:01 - Id: 12335525