Salta al contenuto Salta al menu'

Rischio sismico in Toscana - banner

Il rischio sismico

Il rischio sismico

Il rischio sismico e i fattori che compongono

Mappa del rischio sismico in Toscana (livello 0)Il rischio sismico è il risultato dell'azione combinata tra il terremoto e le principali caratteristiche della comunità esposta (popolazione, edifici, infrastrutture, ecc.). Si definisce come l'insieme dei possibili effetti che un terremoto di riferimento può produrre in un determinato intervallo di tempo, in una determinata area, in relazione alla sua probabilità di accadimento ed al relativo grado di intensità (severità del terremoto).
La determinazione del rischio è legata a tre fattori principali:
la pericolosità, l'esposizione e la vulnerabilità.

Il Documento Conoscitivo del Rischio SIsmico - 2016, ha introdotto, per la prima volta in Toscana, una metodologia speditiva per la valutazione del rischio sismico a scala territoriale, con l'elenco dei comuni suddivisi in quattro classi di rischio e la relativa mappa.

Pericolosità

Esempio di mappa di pericolosità sismica locale (microzonazione sismica)

Esprime la probabilità che, in un certo intervallo di tempo, un'area sia interessata da terremoti che possono produrre danni.

 

 

 

Esposizione

Esposizione sismica: deserto e metropoli

È una misura dell'importanza degli elementi esposti al rischio: la popolazione, gli edifici, le infrastrutture, le attività economico-sociali, i beni storico-artistici, ecc.

 

 

Vulnerabilità

Vulnerabilità sismica degli edifici: edifici a schieraConsiste nella valutazione della possibilità che persone, edifici o attività subiscano danni o modificazioni al verificarsi dell'evento sismico.

 

 

 

 



 

 

 

 


Ultima modifica: 22/12/2016 12:13:10 - Id: 11647389