Salta al contenuto Salta al menu'

Contributi per tirocini non curriculari: nuovo bando con domande online

Por Fse 2014-2020. Giovanisì. Aree di crisi della Toscana

Contributi per tirocini non curriculari: nuovo bando con domande online

Dal 16 settembre in vigore le modifiche del bando (decreto 14608 del 27 agosto 2019), Bando a sportello fino ad esaurimento risorse


L'avviso pubblico Por Fse Giovanisì "Contributi tirocini non curriculari" è stato approvato dalla Regione Toscana con decreto dirigenziale (d.d.) n. 4269/2016   e successivamente  modificato con  d.d. 12614/2016, d.d. 14539/2016, d.d. 831/2017 11430/2017 e d.d. 17574/2018.
Si tratta di bando a sportello fino ad esaurimento risorse, quindi in caso di domande in numero superiore alle risorse finanziarie disponibili, viene data precedenza alle domande pervenute prima.
Il bando è cofinanziato dal Programma operativo regionale (Por) del Fondo sociale europeo (Fse) 2014-2020, in particolare dalle risorse assegnate all'azione A.2.1.3.a) "Tirocini di orientamento e formazione, inserimento e reinserimento" dell'asse A "Occupazione" del programma. L'avviso pubblico rientra nell'ambito di Giovanisì il progetto della Regione per l'autonomia dei giovani.


In evidenza.  La Regione Toscana con decreto dirigenziale 14608 del 27 agosto 2019, in attuazione della delibera di Giunta n. 772 del 10 giugno 2019, ha approvato modifiche (allegato A del decreto 14608)  dell'avvio pubblico:

Il nuovo testo del bando - stabilisce il decreto 14608 - , si applica alle domande di contributo che saranno compilate a partire dal 16 settembre 2019, anche se la relativa Comunicazione Obbligatoria (CO) di instaurazione del rapporto di tirocinio fosse stata inviata prima di tale data.

Continua ad applicarsi il testo dell'avviso precedente  - approvato con decreto n. 17574 del 24 ottobre 2018  -  a quelle domande online di contributo per le quali, alla data  del 27 agosto 2019 era stata già iniziata la fase di compilazione.


DOMANDE DAL 16 settembre 2019
Riferimento: testo del bando approvato con decreto 14608 27 agosto 2019


Contributo. Rimborso spese forfettario e quantificazione del contributo
La convenzione tra soggetto promotore e soggetto ospitante  il tirocicnio deve  prevedere   l'erogazione   al   tirocinante   di   un rimborso spese mensile pari ad un importo minimo di:

  • 500 euro lordi a fronte di una partecipazione mensile   al   tirocinio   pari   ad   almeno   il   70%   delle presenze;
  • 300 euro lordi  a fronte di una  partecipazione inferiore al  70% ma pari  ad almeno il 50% delle presenze previste mensilmente dal progetto formativo.

Il bando finanzia il contributo destinato alla copertura parziale o totale di tale rimborso spese su richiesta del soggetto ospitante in possesso dei requisiti di cui al successivo art. 4, che   presenti  domanda   di   contributo  con  le  modalità  e  nel rispetto dei tempi indicati ai successivi articoli 5 e 6

L'importo del contributo è quantificato nel modo seguente:

1) Per i tirocini svolti da giovani nella fascia d'età 18-29 anni  in possesso e nel rispetto dei requisiti di ammissibilità di cui ai punti 1-2-3-6 dell'art. 4, l'importo del contributo concesso è pari al 60% del rimborso spese mensile indicato   nel   progetto formativo fino ad un massimo di   300,00 euro mensili;

2) Per i tirocini svolti da giovani con disabilità o in condizione di svantaggio, di cui all'art.17  bis comma 5 lettere a) e b) della legge, nella fascia d'età   18-29   anni in   possesso   e   nel   rispetto   del requisito di ammissibilità di cui al punto 4 dell'art. 4 , l'importo del contributo concesso è pari al 100% del   rimborso   spese   mensile   indicato   nel   progetto formativo   fino   ad   un  massimo   di   500,00   euro mensili

3) Per i  tirocini dell'artigianato artistico e tradizionale svolti da giovani nella fascia d'età 18-29 anni in possesso e nel rispetto del requisito di ammissibilità di cui al punto 5 dell'art. 4, l'importo del contributo concesso è pari al 100% del rimborso spese mensile indicato nel progetto formativo fino ad un  massimo di 500,00 euro mensili

  • Ai fini dell'erogazione del contributo è necessario che il tirocinio, comprensivo dell'eventuale proroga, raggiunga nel suo complesso una percentuale minima di realizzazione pari  al 70% del monte ore complessivamente previsto nel progetto formativo, come specificato nel successivo art. 6  del bando.


Destinatari del contributo. Condizioni di accesso al contributo
Restando ferma la possibilità di attivare tirocini non curriculari ai sensi della LR n. 32/2002 anche
in assenza del presente contributo, in base a quanto stabilito dalla DGR n. 772 del 10/06/2019 per
poter accedere al presente finanziamento il tirocinante deve ricadere in almeno una delle seguenti condizioni di accesso:

Condizioni di accesso n. 1    "Tirocini formativi e di orientamento"
Tirocinanti residenti o domiciliati in Toscana per tirocini "formativi e di orientamento" attivati entro 24 mesi dalla data di superamento con esito positivo dell'esame finale per il conseguimento di uno dei titoli di studio indicati dal bando (articolo 4 del bando, Condizione accesso 1)
Contributo pari al 60% del rimborso spese mensile, fino ad un massimo di 300 euro

Condizioni di accesso n. 2   "Tirocini per inserimento lavorativo"
Tirocinanti residenti o domiciliati in Toscana fuoriusciti dal sistema di istruzione formale per tirocini "finalizzati all'inserimento o al reinserimento al lavoro" attivati entro 24 mesi dalla data di interruzione degli studi prima del conseguimento di uno dei titoli di studio indicati dal bando (articolo 4 del bando, Condizione accesso 2)
Contributo pari al 60% del rimborso spese mensile, fino ad un massimo di 300,00 euro

Condizioni di accesso n. 3    "Aree di crisi"
Tirocinanti residenti o domiciliati in uno dei seguenti comuni rientranti nelle "aree di crisi complessa", "aree di crisi semplice", "aree interne – strategia regionale", "aree interne – strategia nazionale", "comuni Art. 107.3.c del TFUE" di cui all'allegato "A" alla Decisione n. 19 del 06/02/2017 per tirocini "finalizzati all'inserimento o al reinserimento al lavoro (elenco territori interessati all'articolo 4 del bando Condizione accesso 3).
Contributo pari al 60% del rimborso spese mensile, fino ad un massimo di 300,00 euro
 

Condizioni di accesso n. 4  "Tirocini per persone con disabilità / svantaggio"
Tirocinanti con disabilità, di cui all'art. 1 della L. n. 68/1999, o in condizione di svantaggio, di cui alla lettera B) punti 1-2-3-4-5-6 comma 5 dell'art. 17 bis della LR n. 32/2002, residenti o domiciliati in Toscana per tirocini "formativi e di orientamento" o "finalizzati all'inserimento o al reinserimento al lavoro"
Contributo pari al 100% del rimborso spese mensile, fino ad un massimo di 500  euro


Condizioni di accesso n. 5   "Tirocini settori artigianato artistico"
Tirocinanti residenti o domiciliati in Toscana per tirocini "formativi e di orientamento" o "finalizzati all'inserimento o al reinserimento al lavoro" attivati nei settori dell'artigianato artistico e tradizionale, di cui all'art. 8 del regolamento n. 55/R/2009, svolti presso soggetti ospitanti in possesso dei requisiti indicati nel bando articolo 4 Condizioni accesso n. 5
Contributo pari al 100% del rimborso spese mensile, fino ad un massimo di 500 euro
 

Condizioni di accesso n. 6   "Tirocini per inserimento lavorativo di giovani NEET"
Tirocinanti residenti o domiciliati in Toscana per tirocini "finalizzati all'inserimento o al reinserimento al lavoro" attivati in favore di giovani in condizione NEET, acronimo che sta per Not Engaged in Education, Employment or Training, ovvero non occupati né iscritti a un regolare corso di formazione o di studi (secondari superiori o universitari), registrati

Il requisito di non iscrizione a un percorso di studio o di formazione deve essere posseduto al momento della registrazione al portale della Garanzia Giovani; quello di non essere occupati, oltre che a tale momento, dovrà essere posseduto anche alla data di avvio del tirocinio ai fini dell'ammissibilità al finanziamento del tirocinio sia al programma della Garanzia Giovani che al Por Fse 2014-2020
Contributo pari al 60% del rimborso spese mensile, fino ad un massimo di 300 euro.


Presentazione domanda
Il Soggetto Ospitante in possesso dei requisiti di cui all'art. 4 del presente avviso, che intenda
chiedere il contributo, deve presentare domanda online di ammissione a finanziamento (modello 1) soggetta a imposta di bollo e allegando la documentazione richiesta, collegandosi al seguente indirizzo web:
https://webs.rete.toscana.it/idol/tirocinioOnLine/index.html
L'accesso deve avvenire

La domanda deve essere presentata nel periodo compreso tra il 10° e il 30° giorno di calendario successivo all'invio della Comunicazione Obbligatoria di instaurazione del rapporto di tirocinio (nei termini e con le modalità previste dalla normativa vigente in materia). La presentazione della domanda di contributo effettuata al di fuori di tale intervallo di tempo sarà considerata inammissibile. La scadenza per la presentazione della domanda online è perentoria anche nel caso in cui il 30° giorno successivo all'invio della Comunicazione Obbligatoria (CO) cada in un giorno festivo.


Per tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda consultare integralmente il testo dell'avviso pubblico (allegato B) del decreto di approvazione n. 14608 del 27 agosto 2019

Per saperne di più

  • 1) Normativa regionale sui tirocini non curriculari: Centri per l'Impiego della Regione Toscana:
  • 2) Bando: numero verde Giovanisì 800.098.719 info@giovanisi.it  - http://giovanisi.it/le-opportunita-per-tirocini
  • 3) Istruttoria di ammissione a finanziamento (mod. 1 e 2) e rendicontazione della spesa e istruttoria di erogazione del contributo (mod. 3):  Settori "Gestione, rendicontazione e controlli" competenti per territorio della Regione Toscana, reperibili all'interno della pagina dedicata degli Uffici

 

-----------------------------------------------------------------------

DOMANDE  fino al 15 settembre 2019
Riferimento: testo precedente del bando, approvato con decreto n. 17574 del 24 ottobre 2018
 

  • per le domande online di contributo per i tirocini con CO di instaurazione del rapporto di tirocinio inviate prima del 1 dicembre (data di entrata in vigore del decreto 17574/2018), di cui non è stata ancora iniziata la compilazione, sono presentate a valere sul bando aggiornato al decreto 17574 nel rispetto dei termini indicati nel bando stesso;
  • per le domande online di contributo in fase di compilazione e non ancora inviate, alla data del 1 dicembre (data di entrata in vigore del decreto 17574/2018), sono ultimate e inviate a valere sul precedente testo del bando nel rispetto dei termini in esso indicati


Destinatari del contributo
Restando ferma la possibilità di attivare tirocini non curriculari ai sensi della legge regionale n. 32/2002 "Testo unico della normativa della Regione Toscana in materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro" anche in assenza del contributo previsto da questo bando, in attuazione di quanto stabilito dalla delibera di Giunta regionale n. 857/2018, i destinatari del contributo regionale sono giovani di età compresa tra 18 e 29 anni (30 anni non compiuti) alla data di inizio del tirocinio,  in possesso di uno dei seguenti requisiti

  • Condizione di accesso n. 1) – Neodiplomati e neo laureati
    Tirocinanti residenti o domiciliati in Toscana per tirocini "formativi e di orientamento" attivati entro 24 mesi dalla data di superamento con esito positivo dell'esame finale per il conseguimento di uno dei seguenti titoli di studio:

a) attestato di qualifica professionale triennale o diploma quadriennale in esito ai percorsi di Istruzione e formazione professionale (IeFP)
b) attestato di qualifica professionale
c) diploma di istruzione secondaria di secondo grado
d) certificato di Istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS) o diploma tecnico superiore di livello post secondario (ITS)
e) laurea o altro titolo post laurea (titoli universitari di I-II-III livello)

  • Condizione di accesso n. 2) - Fuoriusciti dal sistema di istruzione formale
    Tirocinanti residenti o domiciliati in Toscana fuoriusciti dal sistema di istruzione formale per tirocini "finalizzati all'inserimento o al reinserimento al lavoro" attivati entro 24 mesi dalla data di interruzione degli studi prima del conseguimento di uno dei titoli di studio sopra elencati.
     
  • Condizione di accesso n. 3) Residenti in aree di crisi o aree interne
    Tirocinanti residenti o domiciliati in uno dei comuni rientranti nelle "aree di crisi complessa", "aree di crisi semplice", "aree interne – strategia regionale", "aree interne – strategia nazionale", "comuni Art. 107.3.c del TFUE" di cui all'allegato "A" alla Decisione n. 19 del 06/02/2017 per tirocini "finalizzati all'inserimento o al reinserimento al lavoro".
     
  • Condizione di accesso n. 4) – Giovani con disabilità o svantaggiati
    Tirocinanti disabili, di cui all'art. 1 della L. n. 68/1999, o svantaggiati, di cui alla lettera B) punti 1-2-3-4-5-6 comma 5 dell'art. 17 bis della LR n. 32/2002, residenti o domiciliati in Toscana per tirocini "formativi e di orientamento" o "finalizzati all'inserimento o al reinserimento al lavoro"
     
  • Condizione di accesso n. 5) – Artigianato artistico e tradizionale
    Tirocinanti residenti o domiciliati in Toscana per tirocini "formativi e di orientamento" o "finalizzati all'inserimento o al reinserimento al lavoro" attivati presso un Soggetto ospitante che operi nei settori delle lavorazioni artistiche e tradizionali, di cui all'art. 8 del regolamento n. 55/R/2009, e risulti in possesso dei requisiti di accesso di cui alla DGR n. 964/2014.
     
  • Condizione di accesso n. 6) – Giovani NEET 
    Tirocinanti residenti o domiciliati in Toscana per tirocini "finalizzati all'inserimento o al reinserimento al lavoro" attivati in favore di giovani in condizione di NEET, ovvero non occupati né iscritti a un regolare corso di formazione o di studi (secondari superiori o universitari), registrati al portale nazionale o al portale regionale della Garanzia Giovani che, prima dell'inizio del tirocinio, abbiano sottoscritto il "Patto di Servizio" presso un CPI finalizzato all'attivazione del tirocinio per il quale si richiede il contributo.

Contributo regionale. L'importo del contributo è così quantificato:

  1. per i tirocini svolti da giovani in possesso e nel rispetto delle condizioni di accesso nn. 1-2-3-6, l'importo del contributo è pari a € 300,00 mensili
     
  2. per i tirocini svolti da giovani disabili o svantaggiati in possesso e nel rispetto della condizione di accesso n. 4, l'importo del contributo è pari a € 500,00 mensili
     
  3. per i tirocini svolti da giovani in possesso e nel rispetto della condizione di accesso n. 5, l'importo del contributo è pari a € 500,00 mensili

I giovani devono essere in possesso dei requisiti previsti dall'art. 4 del bando.


Presentazione domanda
La procedura per la richiesta del contributo per i tirocini non curriculari è digitalizzata. Una volta inviata la Comunicazione Obbligatoria (CO) relativa all'attivazione del tirocinio, le aziende interessate possono richiedere il contributo regionale, secondo le modalità previste dall'art. 5 del bando

La domanda può essere presentata solo online accedendo accedendo mediante Carta Nazionale dei Servizi CNS o SPID all'applicativo tirocini on line nel periodo compreso tra il 10° e il 30° giorno successivo all'invio della Comunicazione Obbligatoria.

Una volta terminata la fase di compilazione della domanda, nella sezione documentazione dovranno essere allegati i seguenti documenti scansionati in formato .pdf:

  • convenzione compilata e sottoscritta dal soggetto promotore e dal soggetto ospitante
  • progetto formativo compilato e sottoscritto dal tirocinante, dal soggetto ospitante e dal soggetto promotore
  • modello dichiarazioni del tirocinante compilato e sottoscritto dal tirocinante stesso
  • copia del documento di identità del tirocinante in corso di validità

Nel caso la domanda per l'ammissibilità al contributo regionale non sia presentata direttamente dal soggetto ospitante, ma da un delegato, nella sezione documentazione dovranno essere allegati anche questi documenti scansionati in file .pdf:

  • delega sottoscritta dal legale rappresentante del soggetto ospitante
  • copia del documento di identità del legale rappresentante del soggetto ospitante in corso di validità.
     

Attivazione del tirocinio

  • il giovane individua il soggetto ospitante o, viceversa, il soggetto ospitante seleziona il giovane
  • il soggetto ospitante si rivolge ad un soggetto promotore (tra quelli indicati dall'art. 17 ter comma 2 della legge regionale n. 32 del 2002, come ad es. il Centro per l'Impiego) per l'attivazione del tirocinio
  • nel caso in cui il soggetto ospitante intenda richiedere il contributo regionale, procede come previsto dall'art. 5 dell'avviso pubblico

 

Modulistica di gestione  aggiornata a settembre 2019 


Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda consultare integralmente il testo dell'avviso  pubblico approvato con decreto 17574 del 24 ottobre 2018


Per saperne di più

  • Ufficio Giovanisì (per informazioni sull'avviso) .numero verde 800 098 719 info@giovanisi.it
  • Procedura di presentazione domanda di contributo on line (per problemi tecnici e per assistenza sulla procedura) - numero verde 800 688 306
     
  • Centri per l'Impiego per informazioni sulla normativa regionale dei tirocini non curriculari
     

Regione Toscana

Ultima modifica: 24/09/2019 10:13:01 - Id: 14071177
  • Condividi
  • Condividi