Salta al contenuto Salta al menu'

Pubblicazioni del Programma Creo Fesr 2007-2013

Pubblicazioni del Programma Creo Fesr 2007-2013

Rapporti di valutazione e altre analisi dell'attuazione del Programma Creo Fesr

In questa pagina, sono segnalate e scaricabili pubblicazioni, studi, ricerche, rapporti e tesi di laurea che, a vario titolo e con differenti approci e punti di vista, contribuiscono alla conoscenza della politica europea di coesione e della programmazione e utilizzo dei fondi in Toscana nell'ambito del POR CReO FESR.

- Studi, ricerche e report

- Rapporti di valutazione

- Tesi di laurea

Studi, ricerche e report

Toscana competitiva. Nuove opportunità di investimento 2014-2020
Una pubblicazione, parte della collana "Guida al lavoro" edita da Il Sole 24 Ore,  che, stante  all'avvio della nuova programmazione dei fondi europei 2014-2020, vuole fornire a imprenditori, manager e ricercatori, una guida semplice e veloce sulle opportunità di finanziamento disponibili attraverso la Regione Toscana. I settori affrontati includono ricerca, sviluppo e innovazione; la salute; gli strumenti di ingegneria finanziaria, credito e sostegno agli investimenti; gli aiuti alle imprese di commercio, turismo e cultura; gli interventi per l'efficienza e il risparmio energetico" - scarica il testo integrale della pubblicazione

- "Industria toscana. La crisi dei mercati e le reazioni": indagine Met 2012. Come stanno le imprese della Toscana? E soprattutto come stanno reagendo alla crisi economica? Questi i principali quesiti a cui vuole rispondere l'indagine 2012 "Industria toscana. La crisi dei mercati e le reazioni" (scarica il testo integrale L'industria Toscana. La crisi dei mercati e le reazioni - Indagine MET 2011) che sarà presentata il 18 ottobre a Firenze nel Palazzo sede della Presidenza della Giunta regionale (Palazzo Strozzi Sacrati, piazza Duomo 10). L'indagine, realizzata da Met società di studi e ricerche per le politiche pubbliche, mostra le scelte operate dalle aziende toscane in tempi di crisi e registra una loro crescente capacità di reazione nel triennio 2009-2011....segue

- Urban delelopment in the Ue: 50 projects supported by the Eueopean regional development during the 2007-13 period. L'intervento di recupero delle ex Murate di Firenze si aggiudica un posto tra le buone pratiche europee in materia di sviluppo urbano. La Commissione, infatti, ha inserito il progetto in una pubblicazione sui progetti finanziati dal Fondo europeo di sviluppo regionale e finalizzati a migliorare gli standard di vita nelle città. Titolo del lavoro: Urban development in the EU: 50 projects supported by the European regional development fund during the 2007-13 period. Tra i 50 interventi selezionati, un solo altro caso italiano: quello di Barletta. Scarica il testo integrale della pubblicazione....segue

- Rapporto europeo 2010-2011 della Giunta regionale (gennaio 2012)
Partendo dai buoni risultati raggiunti negli ultimi anni con la gestione dei fondi europei il Rapporto delinea un percorso virtuoso che vedrà la Regione Toscana impegnata nell'attuazione degli impegni previsti dalla nuova programmazione comunitaria 2014-2020. Il Rapporto, ricco di schede sintetiche e paragrafi di approfondimento, passa in rassegna l'attuazione dei diversi programmi comunitari relativi al periodo di programmazione 2007-2013: programma Fesr per lo sviluppo regionale; programma Feasr per agricoltura e lo sviluppo rurale (Psr); programma del Fse (fondo sociale europeo); programma Fesr per la cooperazione territoriale; programma Fep per la pesca.... segue

- Rapporto sul sistema di incubazione in Toscana (Giunta regionale, giugno 2010)
La pubblicazione passa in rassegna tutto il sistema degli incubatori di imprese in Toscana. Gli incubatori rappresentano una realtà molto importante per il futuro dell‘economia toscana dal momento che vedono  nascere e svilupparsi molte piccole e medie imprese che hanno molte carte da giocare sui mercati che diventano sempre più competitivi...segue

- I mutamenti dell'economia toscana (Giunta regionale, aprile 2010)
Le trasformazioni avvenute nel corso dei decenni passati hanno modificato non poco l'economia della Toscana e, forse, molte delle immagini cui ancora oggi si fa ricorso per descriverla non sono più attuali: regione industrializzata, regione aperta agli scambi internazionali, regione dei distretti; sono tutti termini che vanno parzialmente rivisti... segue

- Un'agenda per una politica di coesione informata
La politica di coesione europea è oggetto di opinioni contrastanti nel dibattito politico-istituzionale ed economico. Secondo il Trattato UE tutte le regioni europee devono avere la possibilità di raggiungere il loro pieno potenziale di sviluppo (efficienza) e a tutti i cittadini europei deve essere concessa la possibilità di vivere una vita degna di essere vissuta, indipendentemente dal luogo in
cui vivono (equità)...segue

- Migliorare le politiche di ricerca e innovazione finanziate con i fondi strutturali
L'innovazione avrà un ruolo decisivo nei prossimi anni affinché l'Unione Europea possa ritrovare la via dello sviluppo. Nel campo dell'innovazione devono essere previsti dei sistemi di incentivazione capaci di realizzare un impiego  efficace di risorse pubbliche importanti come quelle disponibili con i fondi strutturali...segue

- Trasferimento tecnologico e sistema istituzionale regionale dei Centri servizio in Toscana
In Italia permane una separazione tra le attività di ricerca svolte da Università e Cnr e quelle che fanno capo alle imprese private. Da ciò consegue che molte attività di ricerca non rispondono ai reali interessi delle imprese, mentre d'altra parte non esistono molti progetti di collaborazione tra mondo della ricerca universitaria e mondo della ricerca aziendale...segue

- L'iniziativa europea Jessica
Questa pubblicazione, promossa dall'Autorità di gestione del Por Creo Fesr 2007-2013 con il supporto dell'assistenza tecnica di Sviluppo Toscana spa, fa il punto sulle attività svolte e sull'esperienza maturata all'interno del Progetto "Jessica for Cities J4C", cofinanziato nell'ambito del Programma europeo Urbact II, di cui la Regione Toscana è stata capofila negli anni 2008-2010...segue

Rapporti di valutazione

- Gli effetti delle garanzie pubbliche al credito: due misure a confronto (Irpet, dicembre 2012)
Il rapporto di valutazione descrive i programmi di garanzia attuati in Toscana direttamente attraverso il confidi regionale nel corso degli anni 2000, fino ad arrivare, nel 2009, al varo del pacchetto "Emergenza economia", e le principali tipologie di imprese che ne hanno beneficiato. La strategia di valutazione adottata si concentra su Emergenza Economia e si basa su tecniche di statistica controfattuale, più precisamente di propensity-score matching, che vengono applicate alle imprese che hanno beneficiato di una delle due misure nel 2009 e per le quali si ha disponibilità di dati di bilancio....segue

- Asse II "Sostenibilità ambientale" del Por Creo Fesr 2007-2013: rapporto di valutazione  (Irpet, giugno 2012). Circa il 78% dei progetti presentati sui bandi di co-finanziamento dell'asse II "Sostenibilità ambientale" del Programma operativo regionale Competitività e occupazione (Por Creo) sono risultati ammisibili: 308 domande, sulle 397 pervenute, sono state ammesse a co-finanziamento. Questo il principale dato che emerge dal Rapporto di valutazione "Asse II Sostenibilità ambientale del POR FESR 2007-2013" ....segue

- Gli effetti dei programmi di aiuti rimborsali sulla crescita e la sopravvivenza delle Pmi. Un disegno valutativo longitudinale applicato al caso della Toscana (Irpet, luglio 2012)
Tra le politiche di sostegno alle imprese messe in atto dalla Regione Toscana, lo studio analizza i finanziamenti a tasso zero offerti alle imprese artigiane attraverso Artigiancredito Toscano e quelli per le imprese industriali erogati tramite Fidi Toscana. Pur con le notevoli difficoltà metodologiche nel condurre un'indagine di questo tipo, lo studio analizza tre elementi, funzionali agli obiettivi dei programmi: addetti, fatturato, sopravvivenza delle imprese.....segue

- Dinamiche di selezione nell'industria manifatturiera durante gli anni della crisi: prime evidenza dalla Toscana (Irpet, luglio 2012)
E' opinione diffusa che nel periodo della crisi economica di fine anni duemila si siano notevolmente acuiti, nell'industria manifatturiera italiana, i processi di selezione di impresa già innescati dalla forte concorrenza internazionale degli anni recenti. Il rapporto di valutazione è finalizzato a individuare i principali elementi correlati alla fuoriuscita delle imprese dal mercato nei primi anni della recente crisi, ricorrendo agli strumenti tipici dell'analisi di sopravvivenza....segue

- Rapporto finale della valutazione del processo di formazione e progettazione dei PIUSS (dicembre 2009)
Il Rapporto illustra i risultati più interessanti emersi dall'attività di valutazione: 1) il processo di costruzione dei PIUSS evidenzia risultati di successo in termini di capacità di attivazione di un qualificato dialogo partenariale, 2)si delineano buone aspettative sulle potenzialità dei PIUSS di attivare positivi meccanismi di  svilupo locale, 3) il capitale umano che ha lavorato alla costruzione... segue

Tesi di laurea

- Tesi di laurea dell'Università di Firenze "Valutare la politica di coesione dell'Ue: l'approccio quantitativo dei modelli macroeconomici"
La tesi di laurea di Lorenzo Calcinai, che volentieri segnaliamo quale contributo conoscitivo alle politiche di coesione, parte da una presentazione generale della politica di coesione (ragioni politico-economiche della sua istituzione, finalità, architettura e risorse), per passare poi in rassegna i metodi di valutazione dell'impatto di tale politica e mettere a confronto i modelli macroeconometrici più rappresentativi nella valutazione macroeconomica dell'impatto dei programmi della politica di coesione - scarica il testo integrale della tesi di laurea.

- Tesi di laurea dell'Università di Pisa sull'applicazione dei Piuss. "I Piuss: esperienze per una prima discussione dell'applicazione in Toscana degli strumenti complessi" è il titolo della tesi di laurea triennale in Ingegneria edile dell'Università di Pisa, realizzata da Veronica Palla. E' un'analisi  dell'attuazione dei Piani integrati di sviluppo urbano sostenibile (Piuss) del Programma operativo regionale Creo Fesr 2007-2013, che volentieri diffondiamo quale contributo conoscitivo alle politiche di coesione, con particolare riferimento ad alcune realtà urbane della Toscana. ll lavoro si concentra sull'applicazione dei Piuss per interventi di rigenerazione, recupero, riconversione e valorizzazione del tessuto urbano e i progetti presentati e selezionati in tutta la Toscana, con un ulteriore focus sul Piuss della città di Pisa.....segue


Ultima modifica: 13/10/2014 17:58:59 - Id: 279059