Salta al contenuto Salta al menu'

Cos'è

Cos'è

 

Il PAN, Piano di azione nazionale per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, approvato con DM del 22/01/2014, si prefigge di guidare, garantire e monitorare un processo di cambiamento delle pratiche di utilizzo dei prodotti fitosanitari verso forme caratterizzate da maggiore compatibilità e sostenibilità ambientale e sanitaria, con particolare riferimento alle pratiche agronomiche per la prevenzione e/o la soppressione di organismi nocivi sia in aree agricole che extra-agricole.

In linea con i contenuti della direttiva 2009/128/CE e del decreto legislativo n. 150/2012,
il PAN si propone di raggiungere i seguenti obiettivi generali, al fine di ridurre i rischi associati all'impiego dei prodotti fitosanitari:

  • ridurre i rischi e gli impatti dei prodotti fitosanitari sulla salute umana, sull'ambiente e sulla biodiversità;
  • promuovere l'applicazione della difesa integrata, dell'agricoltura biologica e di altri approcci alternativi
  • proteggere gli utilizzatori dei prodotti fitosanitari e la popolazione interessata
  • tutelare i consumatori
  • salvaguardare l'ambiente acquatico e le acque potabili
  • conservare la biodiversità e tutelare gli ecosistemi.


Per il raggiungimento dei citati obiettivi il PAN, in via prioritaria, si propone di:

  • assicurare una capillare e sistematica azione di formazione sui rischi connessi all'impiego dei prodotti fitosanitari
  • garantire un'informazione accurata della popolazione circa i potenziali rischi associati all'impiego dei prodotti fitosanitari
  • assicurare una capillare e sistematica azione di controllo, regolazione e manutenzione delle macchine irroratrici
  • prevedere il divieto dell'irrorazione aerea, salvo deroghe in casi specifici
  • prevedere specifiche azioni di protezione in aree ad elevata valenza ambientale e azioni di tutela dell'ambiente acquatico
  • prevedere che le operazioni di manipolazione, stoccaggio e smaltimento dei prodotti fitosanitari e dei loro contenitori sia correttamente eseguita
  • prevedere la difesa a basso apporto di prodotti fitosanitari delle colture agrarie, al fine disalvaguardare un alto livello di biodiversità e la protezione delle avversità biotiche delle piante, privilegiando le opportune tecniche agronomiche
  • prevedere un incremento delle superfici agrarie condotte con il metodo dell'agricoltura biologica, ai sensi del regolamento (CE) 834/07 e della difesa integrata volontaria (legge n. 4 del 3 febbraio 2011)


A chi si rivolge il PAN:

Gli ENTI coinvolti nell'attuazione del PAN sono: il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, il Ministero della salute, il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, le regioni e le province autonome, i comuni, gli enti pubblici di ricerca, gli enti gestori delle aree Natura 2000 e delle aree naturali protette.

Gli OPERATORI coinvolti nella attuazione del PAN sono: gli operatori agricoli e ogni altro utilizzatore di prodotti fitosanitari, i produttori e i distributori di prodotti fitosanitari nonché tutti i soggetti coinvolti che propongano metodologie e tecniche alternative, i consulenti della difesa fitosanitaria, gli enti gestori delle reti ferroviaria e stradale, tutti gli enti pubblici e privati, comprese le associazioni, che gestiscono aree verdi frequentate dalla popolazione.

La POPOLAZIONE interesata residente all'interno o i prossimità delle aree in cui vengono effettuati trattamenti con prodotti fitosanitari.

I CONSUMATORI in quanto utilizzatori dei prodotti agroalimentari.


Ultima modifica: 02/04/2015 16:32:25 - Id: 12412328