Salta al contenuto Salta al menu'

Guida incentivi

In Primo Piano

Tutti i bandi e altre opportunità offerte da Regione Toscana

Per consultare tutti i bandi e avvisi pubblici della Regione Toscana aperti, per finanziamenti, agevolazioni, e altre opprtunità (chiamate per manifestazioni di...

La nuova edizione della Guida di orientamento agli incentivi per le imprese

Online la edizione n. 2 anno X, aggiornata al 30 ottobre 2017. Disponibile anche un supplemento su rimozione e smaltimento di amianto, specifico per gli enti locali. E'...

Eventi calamitosi in Toscana: contributi alle micro e Pmi danneggiate

Protezione civile. Interventi straordinari e d'emergenza

Eventi calamitosi in Toscana: contributi alle micro e Pmi danneggiate

Bando rivolto a micro, piccole e media imprese, e titolari di partita IVA che hanno presentato al Comune di competenza la scheda C di accertamento dei danni all'attività economica subiti a causa di eventi piovosi eccezionali e di avversità atmosferiche negli anni 2013, 2014 e 2015. Contributi sotto forma di finanziamento agevolato, di durata massima venticinquennale, assistito da garanzie dello Stato. Al via le domande dal 31 agosto fino al 9 ottobre 2017.

mercoledì, 30 agosto 2017 09:10
lunedì, 09 ottobre 2017 23:59
Non specificato



Favorire la rapida ripresa economica delle imprese che risiedono nei Comuni della Toscana, colpiti dalle calamità naturali di cui alle Ordinanze della Protezione Civile:

Attuare quanto  previsto dalla delibera del Consiglio dei Ministri del 28 luglio 2016, dalla conseguente Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile  (OCDPC) n. 383 del 16 agosto 2016  "Disposizioni per l'attivazione dell'istruttoria per la concessione di contributi a favore di soggetti privati e attività economiche e produttive per gli eventi calamitosi nella regione Toscana", nonché dalla delibera della Giunta Regionale della Toscana n. 953 del 4 ottobre 2016 che approva gli "Indirizzi attuativi per la concessione di contributi di cui all'Ordinanza Dipartimento della Protezione Civile 383 del 16/8/2016 in attuazione della Delibera del Consiglio dei Ministri del 28 luglio 2016".

Sono queste le finalità del bando della Regione Toscana per concedere i contributi di cui alla OCDPC 383/2016 approvato con decreto dirigenziale n 10849 del 21 luglio 2017


Obiettivo. Il bando punta a erogare finanziamenti agevolati assistiti dalla garanzia dello Stato, accordato dalle banche, a fronte del quale matura un credito di imposta, fruibile in compensazione, in misura pari, per ciascuna scadenza di rimborso, alle quote capitale e interessi, in conformità delle disposizioni per l'erogazione dei contributi a favore di attività economiche e produttive, previste dalla legge 208/2015 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilita' 2016) commi da 422 a 428".

Destinatari. Possono presentare domanda  le  Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) regolarmente iscritte nel Registro delle Imprese, nonché i titolari di partita IVA in possesso dei seguenti requisiti:

  • operanti in tutti i settori di attività economica, ad eccezione delle Attività agricole - codice ATECO A;
     
  • con sede legale od operativa nei Comuni  della Toscana  interessati dai seguenti eventi calamitosi:

1. eventi meteorologici che nei giorni 24 e 25 agosto 2015 hanno colpito il territorio della provincia di Siena;

2. eventi meteorologici che nei giorni 19 e 20 settembre 2014 hanno colpito il territorio
delle province di Firenze, Lucca, Pisa, Pistoia e Prato;

3. eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio delle province di Grosseto, Livorno, Massa Carrara e Pisa nei giorni dall'11 al 14 ottobre 2014 ed il territorio delle province di Lucca e Massa Carrara nei giorni dal 5 al 7 novembre 2014;

4. maltempo di marzo 2013 in alcuni comuni delle province di Arezzo, Firenze, Livorno,Lucca, Massa Carrara, Pistoia e Prato;

5. eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni 20, 21 e 24 ottobre 2013 in Toscana;

6. eccezionali avversità atmosferiche che  il 5 marzo 2015  hanno colpito il territorio delle province di Firenze, Arezzo, Lucca, Massa Carrara Prato e Pistoia;

7. eccezionali  eventi alluvionali verificatisi nel periodo dal 1° gennaio all'11 febbraio 2014 nel in Toscana;

  • la cui attività, pur avendo subito danni ai beni destinati alle attività di impresa, non risulta cessata al momento della presentazione della domanda;
     
  • che ha presentato, nel tempo previsto al Comune di appartenenza, la Scheda "C" di accertamento dei danni all'attività di impresa occorsi in conseguenza degli eventi calamitosi sopra elencati.

Scadenza e presentazione domanda. La domanda di aiuto può essere redatta solo online accedendo, previa registrazione (rilascio di credenziali username e password) alla pagina https://sviluppo.toscana.it/bandi/registrazione/index, al sistema gestionale di Sviluppo Toscana spa disponibile all'indirizzo web https://sviluppo.toscana.it/bandi/, e presentata solo se inviata per via telematica dal predetto sistema gestionale, a partire dalle ore 9.00 del 31 agosto 2017 (primo giorno successivo alla data di pubblicazione sul Burt:: 30 agosto 2017) fino al 9 ottobre 2017  secondo le modalità descritte nel bando stesso.
La domanda di aiuto è soggetta al pagamento dell'imposta di bollo. Tale adempimento viene  assolto   mediante  versamento   a   intermediario   convenzionato   con   l'Agenzia  delle Entrate, che rilascia la marca dotata di numero di identificazione da indicare nella domanda di aiuto. L'applicazione della marca da bollo sulla domanda di aiuto deve essere effettuata inserendo il numero e la data nell'apposito campo della scheda "Dati di domanda" presente sul sistema.

Il richiedente deve utilizzare lo schema di domanda di ammissione (allegato B del bando), compilando i campi:

  • denominazione / ragione sociale;
  • indirizzo della sede legale e dell'unità locale;
  • codice fiscale, partita iva  e numero di iscrizione nel  Registro  delle Imprese di appartenenza;
  • nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo di residenza e codice fiscale del legale rappresentante;
  • rating di legalità [se posseduto dal richiedente]

e rilasciare tutte le dichiarazioni richieste.


Interventi ammissibili. I destinatari presentano, unitamente alla domanda, la documentazione elencata al paragrafo 4.3 del bando. Il contributo è concesso per ripristino strutturale e funzionale dell'immobile nel quale ha sede l'attività d'impresa; ripristino   dei   macchinari   e   delle   attrezzature  d'impresa  danneggiati   a   seguito dell'evento calamitoso; acquisto di scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti danneggiati o distrutti e non più utilizzabili a seguito dell'evento calamitoso.

Tipo di agevolazione. E' concesso un contributo entro i seguenti limiti percentuali, applicati sul minor valore tra quello indicato in scheda C) e quello risultante dalla perizia asseverata:

  • per il  ripristino strutturale e funzionale dell'immobile nel quale ha sede l'attività d'impresa: fino ad un massimo del 50%;
  • per il ripristino dei macchinari e delle attrezzature d'impresa danneggiati a seguitodell'evento calamitoso: fino ad un massimo dell'80%;
  • per l'acquisto di scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti danneggiati o distrutti e non più utilizzabili a seguito dell'evento calamitoso: fino ad un massimo dell'80%.

Il contributo complessivo massimo che può essere concesso è di 450 mila euro per tutte le tipologie di contributo.

Ai sensi della L. 208/2015 – commi da 422 a 428, il contributo effettivamente spettante viene riconosciuto  dal Dipartimento della Protezione Civile  sotto forma di finanziamento agevolato, di durata massima venticinquennale assistito da garanzie dello Stato a  cura dell'istituto di credito convenzionato che sarà successivamente individuato dal titolare del contributo e comunicato all'organismo istruttore.  Tale finanziamento viene utilizzato dal beneficiario per i pagamenti alle imprese fornitrici o esecutrice degli interventi ancora da realizzare e/o a titolo di rimborso per le spese già sostenute come risultanti all'esito dell'istruttoria della domanda.

Soggetto gestore del bando. L'attività istruttoria regionale di competenza del Settore  "Politiche orizzontali di sostegno alle imprese" della Direzione Attività Produttive, è svolta avvalendosi di Sviluppo Toscana Spa, società in house alla Regione Toscana, individuata quale Organismo Intermedio della presente misura con delibera della Giunta regionale n. 872 del 6/9/2016.

Dotazione finanziaria. La dotazione finanziaria  complessivamente  assegnata  alla  Regione Toscana,  di cui alla Comunicazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Protezione Civile prot. n. CG/0037275 del 5/06/2017, è pari a euro 22 milioni 212mila 726


Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda, consultare integralmente il bando e i suoi allegati
 

scheda bando Sviluppo Toscana http://www.sviluppo.toscana.it/alluvioni

 

Per saperne di più scxrivere a ordinanza383@sviluppo.toscana.it

 

Contatti sviluppo Toscana

Per assistenza nell'uso della piattaforma web di compilazione e invio scrivere a supportoordinanza383@sviluppo.toscana.it



Anna Luisa Freschi

Regione Toscana

Ultima modifica: 19/10/2017 17:35:48 - Id: 14624901
  • Condividi
  • Condividi