Salta al contenuto Salta al menu'

Biodiversità e OGM

In Primo Piano

Agrodiversità Toscana: Una app per scoprire e valorizzare il patrimonio di razze e varietà locali toscane

L'applicativo digitale, realizzata dall'ente Terre Regionali Toscane con la collaborazione della software house fiorentina Lenis S.r.l., è una vetrina di consultazione e di promozione a...

Le linee guida per la coesistenza tra Ogm e coltivazioni tradizionali

Atti che sono stati approvati dalla conferenza dei Presidenti ed elaborati dal gruppo di lavoro tecnico interregionale sugli OGM La conferenza delle regioni e delle province autonome...
« Indietro

Organismi geneticamente modificati: la legge regionale toscana

Tutela dell'ambiente e della salute

Organismi geneticamente modificati: la legge regionale toscana

La prima legge d'Italia a vietare la coltivazione degli Ogm, a tutela della salute umana e dell'ambiente, in applicazione dei principi di precauzione sanciti dall'Unione europea.

 

La Regione Toscana, con la legge regionale n. 53 del 06.04.2000 "Disciplina regionale in materia di organismi geneticamente modificati" ha vietato la coltivazione degli Organismi geneticamente modificati (Ogm) nel territorio regionale ed ha vietato anche la loro somministrazione nelle preparazioni alimentari di mense scolastiche, prescolastiche, ospedali, luoghi di cura della Regione, delle Provincie e dei Comuni. La Toscana è stata la prima regione d'Italia ad agire in questa direzione, applicando i principi di precauzione e di salvaguardia della salute umana e di tutela dell'ambiente sancite dalle decisioni comunitarie.
Di fronte ad una situazione ancora nebulosa, come appare quella degli Organismi geneticamente modificati, la Regione Toscana ha assunto tutte le decisioni e gli atti tesi a dare tranquillità alle popolazioni in un campo che investe direttamente la salute e l'aspetto igienico - alimentare sul quale le vicende degli ultimi anni, dalla BSE (Virus della Mucca Pazza), al pollo alla diossina, hanno esasperato la sensibilità della opinione pubblica.

Con la delibera di Giunta regionale 200 del 26/02/2001 è stato approvato il regolamento relativo alla "Disciplina dei controlli in materia di coltivazione e produzione di specie contenenti organismi geneticamente modificati (articolo 6 della legge regionale 53/2000)


Ultima modifica: 24/05/2017 15:13:55 - Id: 47530

Sportelli dei Centri di assistenza agricola in Toscana

Gli uffici CAA presenti nei territori provinciali: sedi, orari al pubblico e contatti (telefono, fax ed e e mail) Sportelli dei Centri di assistenza agricola nei...

Agricoltura e industria 4.0

Giornata di studio 23 gennaio 2018 ore 9-14. Firenze Sala Pegaso, Palazzo Strozzi Sacrati, Piazza Duomo. Organizzatori: Regione Toscana in collaborazione con Università degli Studi di Firenze

Tutela e valorizzazione di razze e varietà locali

La tutela della biodiversità in agricoltura (biodiversità agraria, agrobiodiversità) è uno dei più importanti impegni che la Regione Toscana si è assunta già dal 1997 con la prima legge regionale...