Salta al contenuto Salta al menu'

Contrasto all'evasione fiscale in Toscana

Contrasto all'evasione fiscale in Toscana

Contributi e sostegno finanziario della Regione per attività ed interventi di contrasto all'evasione fiscale.


Il contrasto all'evasione e all'elusione fiscale è una priorità del paese ed una missione di tutte le amministrazioni, statali e locali. A maggior ragione in un periodo di crisi economica, in cui il recupero di imposte e tasse evase consente alle pubbliche amministrazioni di far fronte ai tagli della spesa pubblica e di rispondere alle richieste dei cittadini per servizi pubblici migliori.

La Regione Toscana, consapevole che sarà l'unica vera "nuova" fonte di entrata supplementare per il sistema pubblico, ha fatto del contrasto all'evasione un aspetto essenziale dell'agenda di governo regionale. Basti ricordare che la Toscana, per prima in Italia, ha raggiunto un accordo con i Comuni del territorio perchè questi possano partecipare all'attività di accertamento dei tributi regionali gestiti dall'Agenzia delle Entrate.

Non a caso "svolgere un ruolo da protagonista nel federalismo solidale e nel progresso civile e sociale dell'Italia" è uno dei principi ispiratori del Programma regionale di sviluppo 2011-2015. all'interno del quale è stato individuato il Progetto integrato di sviluppo (Pis) "Contrasto all'evasione". La Regione Toscana porta avanti questo Pis facendo leva, da una parte, sulla cooperazione interistituzionale tra Amministrazioni statali, Regione ed Enti locali e dall'altra sull´informatizzazione di tutti i processi di gestione tributaria.
Anche l'articolo 15 della legge regionale n. 68/2011, che ha istituito il Sistema integrato di contrasto all'evasione, individua azioni da porre in essere sul territorio toscano in chiave antievasione fiscale (approfondisci sulle pagine Normativa di riferimento). Tra queste, in particolare, il sostegno finanziario della progettualità degli enti locali per contrastare l'evasione fiscale:
- Contributi agli enti locali per gestire in forma associata attività di contrasto all'evasione
- Sostegno finanziario agli enti locali per ottimizzare l'uso del sistema informativo Catasto-fiscalità-territorio
- Contributi per attività di controllo ed ispettive di polizia locale
- Contributi per attività diverse da quelle di controllo di polizia locale

Tra i principi guida che consentiranno alla Regione Toscana di attuare compiutamente il programma di legislatura, il recupero dell'evasione fiscale e la redistribuzione del maggior gettito sul territorio che ne può conseguire, assumerà nei prossimi anni un ruolo di primaria importanza. Ciò, in quanto le risorse recuperate con l'attività di contrasto all'evasione fiscale rappresenteranno l'unica fonte per compensare la riduzione dei tributi regionali conseguenti alla crisi economica.

Il contrasto all'evasione e all'elusione fiscale sarà tanto più efficace quanto più sarà sostenuto da un sistema di premialità teso a favorire i territori più impegnati nello sforzo di recupero della base imponibile, lasciando agli stessi territori i benefici del maggior gettito.

Di fatto, il sistema regionale realizzato in Toscana per contrastare l'evasione fiscale anticipa il modello di integrazione dei sistemi tributari prospettato dalla legge delega n. 42/2009 sul federalismo fiscale negli articoli 25 e 26, operando non solo mediante innovazioni di processo all´interno di ogni amministrazione, ma in primo luogo in base alla condivisione e la digitalizzazione delle informazioni, l'uniformità delle procedure e la ricerca di economie di scala in tutti i processi gestionali.


Ultima modifica: 08/11/2018 17:12:24 - Id: 9026238