Salta al contenuto Salta al menu'

Parchi e aree protette

In Primo Piano

Sistema regionale delle aree naturali protette

Le riserve naturali regionali e i parchi provinciali

I parchi e le aree protette

Circa il 10 per cento del territorio regionale in Toscana, per una superficie totale di circa 230mila ettari è coperto da parchi e aree protette.

Nulla osta e valutazioni di incidenza ambientale

Nuove procedure per la presentazione di istanze di Nulla Osta, VincA, autorizzazioni e altri atti di assenso per interventi all'interno delle Riserve Naturali regionali o che possano...

Parco Regionale della Maremma

Il Parco viene istituito con L.R. Toscana n. 65 del 5 giugno 1975. Un territorio che va da Principina a Mare, alla del fiume Ombrone, fino a Talamone

Parco Regionale Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli

Il Parco viene istituito con L.R. Toscana n. 61 del 13 dicembre 1979. Il territorio si estende sulla fascia costiera delle province di Pisa e Lucca

Parco Regionale delle Alpi Apuane

Il Parco viene istituito con Legge regionale 11 agosto 1997, n. 65. la maggior parte della superficie del parco si trova in Garfagnana
« Indietro

Nulla osta e valutazioni di incidenza ambientale

Nulla osta e valutazioni di incidenza ambientale

Nuove procedure per la presentazione di istanze di Nulla Osta, VincA, autorizzazioni e altri atti di assenso per interventi all'interno delle Riserve Naturali regionali o che possano determinare incidenze significative su SIC o Siti della Rete Natura 2000. Si raccomanda agli utenti di scaricare sempre la modulistica dalla presente pagina web in quanto soggetta a periodico aggiornamento.

L'art. 52 della L.R. 30/2015 subordina la realizzazione di interventi, impianti ed opere nelle aree comprese all'interno delle Riserve Naturali regionali al preventivo rilascio di nulla osta della struttura regionale competente. I successivi artt. 87 e 88 della L.R. 30/2015 prevedono che i piani, programmi, progetti, interventi che possano determinare incidenze significative su pSIC o Siti della Rete Natura 2000 siano assoggettati alla procedura di Valutazione di Incidenza Ambientale (VincA). Infine, l'art. 123 bis della L.R. 30/2015 prevede espressamente, al comma 1, specifiche modalità di inoltro delle istanze di nulla osta e di VIncA relative a progetti ed interventi connessi con attività produttive, edilizie ed agricolo-forestali non soggetti a Verifica di Assoggettabilità o a Valutazione di Impatto Ambientale. In particolare, tale articolo dispone che dette istanze siano inoltrate alle autorità competenti ai fini del rilascio del nulla osta e della VIncA per il tramite:

  1. dello sportello unico per le attività produttive (SUAP) per gli interventi connessi con attività produttive, inclusi gli interventi edilizi connessi a tali attività;
  2. dello sportello unico per l'edilizia (SUE) per le attività edilizie non connesse ad attività produttive;
  3. delle Unioni di Comuni e della Città Metropolitana per gli interventi agricolo-forestali disciplinati dalla legge forestale della Toscana (L.R. 39/2000) e dal relativo regolamento di attuazione (D.P.G.R. 8 agosto 2003, n. 48/R).

Al fine di rendere omogenee le modalità di presentazione di tali istanze, la Regione Toscana ha approvato la D.G.R. 119/2018 ed ha predisposto apposita modulistica ad uso dei proponenti, nonché un documento che elenca i contenuti dello Studio di Incidenza Ambientale, esplicativo ed integrativo di quanto previsto dall'allegato "G" al D.P.R. 357/1997.

Tale modulistica può essere utilizzata anche per la presentazione delle istanze di nulla osta e di VIncA per piani/programmi non soggetti a Verifica di Assoggettabilità o a Valutazione Ambientale Strategica (VAS).

Di seguito si rendono disponibili i formulari, da presentare alternativamente:

  • al SUAP competente per territorio in allegato all'istanza di rilascio del titolo autorizzativo principale per attività produttive (inclusi gli interventi edilizi connessi a tali attività);
  • al SUE competente per territorio in allegato all'istanza di rilascio del titolo abilitativo principale (es. permesso a costruire) per attività edilizie residenziali (non connesse ad attività produttive);
  • all'Unione dei Comuni competente per territorio o alla Città Metropolitana per interventi agro-silvo-pastorali.

SUAP/SUE:

  • Formulario per VIncA (Mod. 1)
  • Formulario per Nulla Osta ed eventuale VIncA (Mod. 2)

Unioni dei Comuni/Città Metropolitana:

  • Formulario per VIncA (Mod. 3)
  • Formulario per Nulla Osta ed eventuale VIncA (Mod. 4)
  • Modello 4A per la descrizone degli interventi agro-silvo-pastorali nelle riserve naturali e nei parchi provinciali
  • Modello 4B per la pre-valutazione di incidenza di interventi agro-silvo-pastorali

Sono inoltre disponibili i formulari da utilizzare:

  • per istanze di VIncA che non rientrano nell'ambito di competenza di SUAP (attività produttive), SUE (attività edilizie), Unioni dei Comuni (attività agro/silvo/pastorali) (Mod. 5);
  • per istanze di Nulla Osta ed eventuale VIncA che non rientrano nell'ambito di competenza di SUAP (attività produttive), SUE (attività edilizie), Unioni dei Comuni (attività agro/silvo/pastorali) (Mod. 6);
  • per istanze di VIncA per manifestazioni sportive e ludico-motorie-ricreative (Mod. 7);
  • per istanze di Nulla Osta ed eventuale VIncA per manifestazioni sportive e ludico-motorie-ricreative (Mod. 8);
  • per istanze di autorizzazione/altri atti di assenso previsti dagli strumenti di pianificazione e gestione delle aree protette che non necessitano di ulteriori autorizzazioni/titoli abilitativi (Mod. 9);
  • per l'attestazione di assolvimento del bollo in modo virtuale (Mod. 10);
  • per l'attestazione relativa alla quantificazione degli oneri istruttori (Mod. 11);
  • per il rimborso totale o parziale di oneri istruttori versati per errore oppure in eccesso rispetto a quanto dovuto (Mod. 12);
  • per la comunicazione ai fini della procedura semplificata di VIncA prevista dalla D.G.R. n.119/2018, Allegato A, par. 3 (Mod. 13).

Per chiarimenti relativi ai procedimenti amministrativi di competenza del Settore Tutela della Natura e del Mare relativi a piani, programmi, progetti o interventi è possibile contattare i referenti indicati di seguito per ciascun ambito territoriale:
 

  • Arezzo: Mauro Frosini - mauro.frosini@regione.toscana.it
  • Firenze, Prato e Pistoia: Adriana Sgolastra - adriana.sgolastra@regione.toscana.it
  • Grosseto: Paolo Stefanini - paolo.stefanini@regione.toscana.it
  • Livorno: Nicoletta Rossi - nicoletta.rossi@regione.toscana.it
  • Lucca e Massa Carrara: Paola Ramacciotti - paola.ramacciotti@regione.toscana.it
  • Pisa: Guido Iacono - guido.iacono@regione.toscana.it
  • Siena: Domitilla Nonis - domitilla.nonis@regione.toscana.it

Gli estremi dei provvedimenti di competenza del Settore Tutela della Natura e del Mare sono pubblicati sulla pagina web: https://servizi.toscana.it/RT/statistichedinamiche/tutela_natura
 


Ultima modifica: 24/07/2019 15:04:28 - Id: 13998697
  • Condividi
  • Condividi