Salta al contenuto Salta al menu'

Parchi e aree protette

In Primo Piano

Sistema regionale delle aree naturali protette

Le riserve naturali regionali e i parchi provinciali

I parchi e le aree protette

Circa il 10 per cento del territorio regionale in Toscana, per una superficie totale di circa 230mila ettari è coperto da parchi e aree protette.

Nulla osta e valutazioni di incidenza ambientale

Nuove procedure per la presentazione di istanze di Nulla Osta, VincA, autorizzazioni e altri atti di assenso per interventi all'interno delle Riserve Naturali regionali o che possano...

Parco Regionale della Maremma

Il Parco viene istituito con L.R. Toscana n. 65 del 5 giugno 1975. Un territorio che va da Principina a Mare, alla del fiume Ombrone, fino a Talamone

Parco Regionale Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli

Il Parco viene istituito con L.R. Toscana n. 61 del 13 dicembre 1979. Il territorio si estende sulla fascia costiera delle province di Pisa e Lucca

Parco Regionale delle Alpi Apuane

Il Parco viene istituito con Legge regionale 11 agosto 1997, n. 65. la maggior parte della superficie del parco si trova in Garfagnana
« Indietro

Bando Ricerca ed innovazione in campo territoriale e ambientale

Bando Ricerca ed innovazione in campo territoriale e ambientale

Nell'ambito del bando "€œRicerca ed innovazione in campo territoriale e ambientale"€ del  2008 sono stati finanziati progetti che riguardano la conoscenza della biodiversità toscana tra cui:

  • RET - "Reti Ecologiche Toscana" coordinato dall' Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Biologia;
  • SAIET "Sensibilità dell'€™avifauna agli impianti eolici in Toscana" realizzato dal Centro Ornitologico Toscano (COT);
  • ALT - "Atlante delle specie alloctone in Toscana" coordinato dall'Università degli Studi di Firenze - Dipartimento di Biologia Evoluzionistica €"œLeo Pardi"
  • BioSFER- "Biodiversità specifiche e funzionalità degli ecosistemi rilevanti" coordinato dall'Ente Parco Regionale della Maremma. Il progetto si compone di una serie coordinata di interventi finalizzati alla conservazione e valorizzazione della diversità faunistica del Parco Regionale della Maremma. Articolazione delle attività:
    • PARCO REGIONALE DELLA MAREMMA: coordinamento delle azioni di progetto, ricostituzione di una popolazione nidificante di falco pescatore e monitoraggio nel tempo degli individui rilasciati;
    • UNIVERSITA DI ROMA - DIP. DI BIOLOGIA ANIMALE E DELL'UOMO: monitoraggio nel tempo e nello spazio della popolazione di lupi del Parco, incluso wolf-howling, tracciamento su sabbia e indagini genetiche;
    • UNIVERSITA DI CAMERINO - DIP. DI SCIENZE AMBIENTALI: monitoraggio di presenza, riproduzione e attività migratoria del biancone, anche mediante registrazionivideo e utilizzo di radio satellitari;
    • UNIVERSITA DI SIENA - DIP. DI SCIENZE AMBIENTALI: collaborazione al monitoraggio del falco poescatore, rilievo di dati comportamentali di capriolo e daino, stima numerica e valutazione dell'abbondanza relativa a livello spaziale delle due specie, comportamento riproduttivo della ghiandaia marina;
    • UNIVERSITA DI PERUGIA - DIP. DI BIOLOGIA CELLULARE ED AMBIENTALE: monitoraggio di presenza, abbondanza relativa e distribuzione dei piccoli carnivori del parco, con particolare riferimento alla martora.

Ultima modifica: 04/04/2019 15:56:08 - Id: 16241798
  • Condividi
  • Condividi