Skip to Content skip-to-menu
« Back

Studio Longitudinale Toscano, mortalità per condizione socio-economica a Livorno 2001-2005

Studio Longitudinale Toscano, mortalità per condizione socio-economica a Livorno 2001-2005

Il presente rapporto riporta l'analisi della mortalità nel periodo 2001-2005 per la coorte censuaria 2001 dei residenti nel Comune di Livorno.

Le differenze di salute per condizione socio-economica sono uno dei temi importanti oggi nei paesi dell'Unione Europea (Mackenbach, 20061).Pur essendo note e documentate da molto tempo sia nel confronto tra paesi a differente prodotto interno lordo che all'interno stesso dei paesi più ricchi, sono nel nostro contesto europeo ancora presenti. Nell'arco di tutto il secolo scorso abbiamo osservato un costante aumento della speranza di vita, non accompagnato da una riduzione del differenziale sociale di mortalità.

Un sistema di sorveglianza della mortalità rispetto alla condizione socioeconomica permette di valutare e documentare l'entità del fenomeno ed individuare aree di particolare bisogno presenti in una popolazione e nei suoi sottogruppi. Vi è ormai una vasta letteratura ed esperienze internazionali di sistemi di sorveglianza sulle diseguaglianze sociali, ricordiamo soltanto per l'Italia lo Studio Longitudinale Torinese e le indagini multiscopo ISTAT.

In questo ambito si inserisce lo Studio Longitudinale Toscano (SLTo), promosso dalla Regione Toscana per identificare e monitorare le disuguaglianze sociali nella mortalità all'interno della popolazione toscana. Il merito principale di questo disegno di studio è permettere di valutare l'impatto delle diseguaglianze sociali sulla salute utilizzando dati individuali, non basandosi solo su valutazioni indirette di dati aggregati. Il limite più importante è dovuto al costo, che rende impossibile seguire l'intera popolazione, come invece è comunemente attuato nei paesi scandinavi. Inoltre, la molteplicità e la diversa struttura degli archivi sanitari, nonché le vigenti disposizioni in tema di privacy, rendono difficile ottenere informazioni su eventi diversi dalla causa di morte.

Lo Studio Longitudinale Toscano è svolto da un gruppo di lavoro appositamente costituito con delibera della Giunta Regionale Toscana n. 12084 del 27.12.1993 e successive integrazioni e modifiche, coordinato dalla Dott.ssa Paola Baldi (Settore Sistema statistico regionale - Regione Toscana) e dal Prof. Annibale Biggeri (Università di Firenze e ISPO). La ricerca è inserita nel Pro - gramma Statistico Nazionale e fa parte del progetto "Valo riz za zione dei dati del Censimento 2001 per il monitoraggio e l'analisi delle diseguaglianze sociali nella salute in Italia" (Ministero della Salute – Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologia - Ricerca finalizzata – art. 12 D. Lgs 229/99).


Ultima modifica: 09/11/2015 16:11:27 - Id: 6539997
  • Condividi
  • Condividi