Skip to Content skip-to-menu

Onorificenze regionali

Onorificenze regionali


A partire dal 1993 la Giunta regionale ha deliberato di adottare la figura mitologica del cavallo alato per il riconoscimento denominato "Il Pegaso d'oro della Regione Toscana" che, nel corso degli anni, è stato conferito a numerosi cittadini ed associazioni e si è arricchito nel 1996 della sezione dedicata allo sport.

Con la deliberazione di Giunta n. 674 del 26 giugno 2017 si è provveduto a riordinare la materia del conferimento delle onorificenze regionali, individuando i riconoscimenti medesimi e regolamentando i criteri per la loro concessione.

Pertanto la Regione Toscana, segnala al pubblico encomio cittadini, enti e/o associazioni italiani o di altri paesi conferendo le seguenti onorificenze, sulla base di un'apposita e motivata deliberazione di Giunta regionale:

  1. Pegaso d'Oro della Regione Toscana destinato a coloro che hanno reso un servizio alla comunità nazionale ed internazione attraverso la loro opera in campo culturale, politico, filantropico e del rispetto dei diritti umani
  2. Pegaso per lo sport attribuito ogni anno ad atleti toscani o militanti in società sportive toscane che si sono distinti in manifestazioni sportive a carattere agonistico nel corso dell'anno precedente
  3. Sportivo toscano dell'anno attribuito ogni anno all'atleta ovvero alla compagine sportiva che, attraverso una propria azione, attività, vittoria o performance, o grazie alla propria carriera sportiva, abbia dato lustro alla nostra Regione
  4. Medaglia d'Oro Pegaso conferita quale segno di apprezzamento per coloro che si sono distinti nell'ambito della loro attività svolta nel territorio della nostra regione.
  5. Pegaso della Regione Toscana Contemporanea conferito a coloro che, nell'ambito della letteratura, dell'editoria, delle arti figurative, della musica o dello spettacolo, si siano distinti nella promozione o arricchimento della cultura toscana contemporanea.

Questi riconoscimenti consistono in riproduzioni del Pegaso che è stato riconosciuto come simbolo della Regione con la Legge Regionale n° 18/1995, ma ha fatto la sua comparsa al centro del gonfalone toscano già nel 1975, durante la prima legislatura, e viene utilizzato in tutte le iniziative culturali, promozionali e di comunicazione realizzate dalla Regione stessa


Ultima modifica: 26/09/2017 16:30:13 - Id: 118690