Skip to Content skip-to-menu

Innovazione

In Primo Piano

Strumenti finanziari europei per le imprese 2014-2020: contributi presentati al seminario 25-26 settembre

Fondi strutturali 2014-2020

Strumenti finanziari europei per le imprese 2014-2020: contributi presentati al seminario 25-26 settembre

A Bruxelles le Regioni Toscana Marche e Umbria hanno discusso la programmazione delle politiche strutturali di sostegno finanziario alle imprese per il prossimo ciclo di programmazione europea.


La Commissione Ue, con la nuova programmazione dei fondi strutturali 2014-2020, punta a spendere in modo diverso, guardando maggiormente ai risultati e all'efficacia, concentrandosi sulla realizzazione del programma generale Europa 2020. Il filo conduttore della nuova programmazione è la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Gli strumenti finanziari europei per le imprese nel periodo 2014-20120 sono stati al centro del seminario che si è svolto a Bruxelles il 25 e 26 settembre, organizzato dalle Regioni Marche, Toscana e Umbria con la presenza, fra gli altri, di commissari europei, amministratori e tecnici delle tre regioni e della commissione Ue, rappresentanti della Banca europea per gli investimenti e rappresentanti del sistema bancario.
Vai alla pagina del programma e download dei contributi presentati dai relatori del seminario

Fra le proposte relative ai finanziamenti in via diretta per il periodo 2014-2020 un posto di primo piano va al programma "Horizon 2020": un quadro strategico comune per la ricerca, l'innovazione" dotato di un budget pari a 80 miliardi di euro, intende  eliminare la frammentazione e garantire più coerenza, anche con i programmi di ricerca nazionali. Una caratteristica della nuova strategia di finanziamento della ricerca sarà il maggiore ricorso a strumenti finanziari innovativi.
E' una sfida con cui anche le Regioni stanno cimentandosi.

"Gli strumenti di ingegneria finanziaria – ha dichiarato l'assessore alle attività produttive della Regione Toscana Gianfranco Simoncini - hanno visto, negli anni, crescere la loro importanza di pari passo con l'indebolirsi delle soluzioni più tradizionali di accesso al credito da parte del sistema produttivo toscano. Oggi come oggi si possono considerare uno dei processi chiave per la messa a punto di soluzioni ai problemi finanziari delle piccole e medie imprese. In questo scenario, i fondi strutturali hanno un ruolo fondamentale nel finananziamento di questi strumenti. La Toscana li ha fortemente utilizzati  con la scorsa programmazione, in particolare, per implementare i fondi rotativi favorendo l'abbandono dei contributi a fondo perduto. Il loro ruolo sarà ancora più strategico in futuro e con la prossima programmazione 2014-2020 e la Toscana intende farne una leva fondamentale per lo sviluppo".   


Ultima modifica: 16/12/2013 19:14:06 - Id: 7192620

Distretti tecnologici della Toscana

Pubblicati i piani strategici operativi di 8 distretti. I soggetti che compongono il Distretto tecnologico, il Comitato di indirizzo e il Gestore del distretto. I compiti della sua struttura...

Fondi europei, la "Strategia di specializzazione intelligente" in Toscana

Avviato il processo di verifica e revisione della RIS. I tre ambiti di priorità tecnologica della strategia UE, nell'ambito dei fondi UE, per la ricerca e l'innovazione declinata per la...
Link utili