Skip to Content skip-to-menu

118

Servizio di continuità assistenziale

Servizio di continuità assistenziale

ex guardia medica

Cos'è
È il servizio che, in assenza del medico di famiglia, garantisce l'assistenza medica di base per situazioni che rivestono cioè carattere di non differibilità, cioè per quei problemi sanitari per i quali non si può aspettare fino all'apertura dell'ambulatorio del proprio medico curante o pediatra di libera scelta.
Il servizio è attivo nelle ore notturne o nei giorni festivi e prefestivi.
Il medico di continuità assistenziale può:
- effettuare visite domiciliari non differibili
- prescrivere farmaci indicati per terapie non differibili, o necessari alla prosecuzione della terapia la cui interruzione potrebbe aggravare le condizioni della persona
- rilasciare certificati di malattia in casi di stretta necessità e per un periodo massimo di tre giorni
- proporre il ricovero in ospedale.

Come si accede
Si accede attraverso un numero telefonico dedicato che si può reperire presso la propria Asl.
Il medico di continuità assistenziale, sulla base della valutazione del bisogno espresso, può rispondere tramite consiglio telefonico, visita ambulatoriale (ove possibile) o visita domiciliare.
È responsabilità del medico, anche sulla base di linee guida nazionali e/o regionali, valutare se è necessaria la visita domiciliare.

Quando chiamare
Per problemi sanitari emersi di notte o nei giorni festivi e prefestivi, quando il proprio medico curante non è in servizio, e per i quali non si possa aspettare.
Il servizio è attivo:
- di notte, dal lunedì alla domenica, dalle ore 20.00 alle ore 08.00
- di giorno, nei giorni prefestivi, dalle ore 10.00 alle ore 20.00
- nei giorni festivi, dalle ore 08.00 alle ore 20.00

Quando non chiamare
Per problemi di emergenza o di urgenza sanitaria, per i quali si contatta direttamente il Servizio di emergenza - urgenza 118.
Per prescrizione di esami e visite specialistiche.
 


Ultima modifica: 07/11/2013 12:23:43 - Id: 50905
  • Condividi
  • Condividi