Skip to Content skip-to-menu

Programma regionale di sviluppo 2006 - 2010

Programma regionale di sviluppo 2006 - 2010

Le parole chiave, le sfide e i progetti integrati regionali




Le parole d'ordine del nuovo programma regionale di sviluppo sono integrazione e concretezza,
ma anche qualità e dinamismo.
Dodici sfide da vincere entro il 2010, quattro grandi temi attorno a cui ruoterà ogni intervento dei venticinque progetti integrati regionali (Pir), per un valore complessivo di 15000 milioni di euro.

Le dodici sfide e priorità programmatiche del Programma regionale di sviluppo


In ordine di priorità al primo posto ci sono giovani e donne, ovvero il problema demografico. Segue l'economia, cioè lavoro, produttività, internazionalizzazione e innovazione.
Poi arrivano le infrastrutture e la mobilità, l'ambiente, i servizi, il welfare da consolidare ed integrare, la cultura, la risorse da trovare anche tra i privati, una maggiore efficienza della macchina pubblica ed una più ampia partecipazione dei cittadini alle decisioni importanti.

Le sfide e priorità programmatiche del Prs 2006-2010:
2.1   La sfida del futuro: puntare sui giovani e sulle donne
2.2   La sfida-lavoro: qualità e sicurezza oltre la precarizzazione
2.3   La sfida produttiva: verso il distretto integrato regionale
2.4   La sfida dell’internazionalizzazione: fare sistema
2.5   La sfida dell’innovazione: investire in ricerca e alta formazione
2.6   La sfida del territorio: le infrastrutture, la logistica, l’accessibilità
2.7   La sfida dell’ambiente: le risorse, i rifiuti, l’energia pulita
2.8   La sfida dei servizi: più efficienza e liberalizzazione
2.9   La sfida sociale: un welfare solidale, efficiente, produttivo
2.10 La sfida della cultura: qualità, diritto, valore per lo sviluppo
2.11 La sfida delle risorse: oltre i limiti del bilancio regionale
2.12 La sfida della governance: efficienza e semplificazione

I ventincinque Progetti integrati regionali del Programma regionale di sviluppo

L'insieme dei Progetti integrati regionali - Pir (cap. 4 pag. 35 del documento) costituisce il cuore progettuale del Prs 2006-2010, poichè ne definiscon le priorità operative: è attraverso i Pir che il Prs diviene strumento programmatico strategico di governo delle priorità che si è data la legislatura corrente attraverso il programma di governo.
Selezionati per precise priorità attribuite alla programmazione settoriale (ai diversi piani e programmi regionali), i Pir hanno il carattere plurisettoriale delle sfide/scelte/priorità del Prs: complessi e trasversali a diversi settori, pertanto, coinvolgono necessariamente una molteplicità di strumenti e risorse (valore complessivo di 15000 milioni di euro).
I Pir, come gli altri atti della programmazione regionale, sono sottoposti a monitoraggio periodico per verificarne lo stato di attuazione - vai a Monitoraggio dei Progetti integrati regionali del PRS 2006 - 2010

Questi i progetti integrati regionali nei quattro ambiti strategici:

1 - Competitività Sistema Integrato Regionale e Territorio
1.1 - Lo spazio regionale della ricerca e dell’innovazione
1.2 - Internazionalizzazione, cooperazione, promozione, marketing territoriale
1.3 - Distretto integrato regionale: il sistema delle politiche industriali
1.4 - Innovazione e sostenibilità offerta turistica e commerciale
1.5 - Innovazione e qualità del sistema rurale, agricolo, forestale
1.6 - Sistema dei servizi pubblici locali a rilevanza economica
1.7 - Accessibilità territoriale, mobilità integrata
1.8 - Sviluppo della piattaforma logistica costiera
2 - Cittadinanza, lavoro, coesione, cultura e qualità della vita
2.1 - Qualità della formazione: a partire dall’infanzia lungo l’arco della vita
2.2 - Innovazione, qualità e sicurezza del lavoro
2.3 - Coesione e integrazione socio-sanitaria nella società della salute
2.4 - Le nuove infrastrutture del sistema sanitario regionale
2.5 - Assistenza e integrazione per la non autosufficienza
2.6 - Inclusione e cittadinanza degli immigrati nella multiculturalità
2.7 - Politiche di edilizia sociale
2.8 - Organizzazione, produzione e fruizione della cultura
3 - Sostenibilità ambientale dello sviluppo
3.1 - Politiche di ecoefficienza per il rispetto di Kyoto e qualità dell’aria
3.2 - Sostenibilità e competitività del sistema energetico
3.3 - Efficienza e sostenibilità nella politica dei rifiuti
3.4 - Governo unitario e integrato delle risorse idriche e per il diritto all’acqua
3.5- Sviluppo sostenibile del sistema della montagna toscana
4 - Governance, conoscenza, partecipazione, sicurezza
4.1 - Partecipazione, governance sistema delle autonomie, aree vaste, sicurezza
4.2 - La società dell’informazione per lo sviluppo, i diritti, l’e-government
4.3 - Coordinamento politiche territoriali urbane e metropolitane
4.4 - Efficienza, riorganizzazione, semplificazione

Le risorse finanziarie per l’attuazione dei Progetti integrati regionali del Prs 2006-2010 ammontano complessivamente a circa 15000 milioni di euro: circa 3700 coperti dal bilancio regionale pluriennale, circa 1200 coperti da ulteriori risorse aggiuntive, sempre sul bilancio regionale, circa 1200 milioni coperti dai fondi europei (che comprendono per il FESR anche 25,6 milioni di euro per azioni ambientali fuori dai Pir, in particolare rivolte a azioni a sostegno della tutela della biodiversità) e nazionali, 7700 milioni coperti da accordi e intese già in essere, anche se da perfezionare, da ulteriori risorse per circa 900 milioni di euro.



Ultima modifica: 02/12/2012 09:56:50 - Id: 74030