Skip to Content skip-to-menu

Università e ricerca

In Primo Piano

Voucher per master all'estero 2018-2019

Por Fse 2014-2020 - Domande entro il 15 novembre

Agrobiodiversità, sei specie di frutti antichi da tutelare individuate all'Isola d'Elba dai ricercatori dei BioLabs dell'Istituto di Scienze della Vita della Scuola sant'Anna

Grazie a due progetti territoriali finanziati da Regione Toscana e Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, patrimonio legato ad attività agricole del passato che potrà essere valorizzato:...

Por Fse 2014-2020, voucher per Dottorato di ricerca all'estero 2018-2019

Data di scadenza presentazione domande Thursday, 15 November 2018 23:59 Data archiviazione bando Non specificato Sostenere la partecipazione di laureati toscani a...

Progetti di informazione e orientamento in uscita dai percorsi di laurea

Nel mese di aprile esce il bando per finanziare progetti di informazione e orientamento post-laurea

Prestiti fiduciari per studenti universitari

Prestiti fiduciari per studenti universitari



Il prossimo bando sarà adottato dall’Azienda DSU Toscana entro il 13 novembre 2009




Scheda informativa servizio prestiti fiduciari per studenti universitari


Finalità del servizio
Attivare – nell’ambito degli interventi regionali per il Diritto allo studio universitario – un nuovo servizio di prestito fiduciario finalizzato a consentire e facilitare l’accesso al credito da parte di studenti universitari non aventi i requisiti economici per ottenere la borsa di studio (reddito ISEE della famiglia di appartenenza non superiore a 15.000 euro).
Gli studenti potranno così contare su un sostegno economico agevolato da utilizzare, in maniera flessibile nelle modalità e nei tempi, per far fronte ai costi connessi all’istruzione universitaria (dalle tasse di iscrizione, ai costi per l’alloggio e mantenimento fuori sede, sino ai viaggi di studio all’estero). Gli indirizzi regionali per l’attivazione del servizio sono stati approvati con DGR 523/08 (modificati con DGR 1189 del 29/12/2008). Il fondo di garanzia è stato costituito ed il suo Regolamento approvato con decreto 4029 del 6 agosto 2008.

Studenti che possono richiedere il prestito
Il prestito è destinato agli studenti iscritti alle Università della Toscana, ad uno dei seguenti anni di corso:
a) terzo anno corsi laurea triennale
b) ultimi tre anni laurea specialistica a ciclo unico
c) corsi di laurea specialistica biennali
d) corsi di specializzazione
e) corsi di dottorato di ricerca
f) terzo e quarto anno del corso di laurea Scienza della Formazione primaria dell’Università degli Studi di Firenze.
g) master universitari di I e II livello.

Gli studenti devono risultare incensurati e non avere subito protesti.

Per poter richiedere il prestito gli studenti devono appartenere ad un nucleo familiare il cui reddito ISEE non superi 40.000,00 euro e possedere, alla richiesta del prestito, i medesimi requisiti di merito richiesti per la concessione della borsa di studio.
Per gli iscritti ai master valgono quali requisiti di merito i seguenti: 1) aver conseguito la laurea richiesta quale requisito per l’accesso al master non oltre 2 anni di corso rispetto a quelli previsti nella carriera universitaria precedente; 2) iscriversi o essersi iscritti al master dopo un numero di anni, a decorrere da quello di prima iscrizione all'Università, non superiore al doppio della durata legale o normale dei corsi di studio il cui titolo finale sia necessario per detta iscrizione.
Per gli studenti disabili, con handicap riconosciuto ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, o con invalidità non inferiore al 66%, non si applicano tali limitazioni.

Caratteristiche del Servizio di prestito fiduciario
Il prestito potrà essere richiesto dagli studenti in possesso dei requisiti all’Azienda regionale per il diritto allo studio universitario presso l’ Articolazione territoriale di competenza.
Lo studente che verrà ammesso al prestito dall’Azienda potrà rivolgersi, a propria scelta, ad uno degli Istituti bancari che hanno aderito al progetto regionale.
Potrà quindi usufruire di un’apertura di credito bancario su conto corrente, di durata variabile da 1 a 3 anni (la durata dipende dall’anno di corso cui lo studente è iscritto e dalla durata legale dello stesso). Lo studente potrà prelevare su tale conto sino ad un massimo di 4.000 euro per ogni anno. Quindi, nel caso di un’apertura di credito concessa per 3 anni, potrà prelevare sino ad un massimo di 12.000 euro. Nel periodo di apertura del credito bancario, lo studente potrà non solo prelevare i fondi che gli servono, ma potrà anche reintegrare successivamente le cifre prelevate.
L’apertura di credito bancario potrà essere revocata qualora lo studente rinunci agli studi o si trasferisca ad Ateneo di altra regione o qualora venga accertato che abbia dichiarato il falso in merito al possesso dei requisiti economici richiesti. Potrà altresì essere revocata dall’Istituto bancario per perdita del merito creditizio.

Al termine del periodo di apertura di credito concesso, il debito maturato dallo studente si consoliderà e sarà trasformato in un normale prestito da parte dell’Istituto bancario, che lo studente potrà restituire in rate fisse in un arco temporale massimo di 5 anni. Prima di iniziare la restituzione del prestito è prevista anche la possibilità che lo studente possa chiedere di ritardare l’avvio della restituzione stessa di un anno (periodo di preammortamento).

I prestiti fiduciari concessi dagli Istituti di credito aderenti al progetto regionale saranno assistiti da un fondo di garanzia regionale di 712.251,69 euro, che sarà gestito da ARTEA (Agenzia Regionale) su mandato della Regione.

Gli studenti beneficiari di prestito fiduciario, in possesso di un livello ISEE del nucleo familiare di appartenenza non superiore a 18.248,85, fruiranno anche dell’esonero dalla tassa regionale DSU per un numero di anni accademici corrispondente agli anni di apertura di credito concessa (da 1 a 3).

Istituti bancari
La Regione ha esteso l’invito a sottoscrivere l’ Accordo di progetto per l’attivazione di tale servizio a tutti gli Istituti bancari toscani che hanno aderito al Protocollo di intesa Regione- Banche firmato il 14/12/2007. La sottoscrizione formale dell’Accordo è avvenuta nelle date del 17 ottobre e del 6 novembre 2008.
Hanno sottoscritto ad oggi l’Accordo con la Regione i seguenti Istituti bancari:
Federazione Toscana Banche di Credito Cooperativo, in nome e per conto delle Banche di credito rappresentate
Banca di credito cooperativo di Cambiano (Società cooperativa per azioni)
Cassa Risparmio di Carrara spa
Gruppo Banca Etruria
Banca Carige spa
Cassa Risparmio di Lucca, Pisa e Livorno
Banca Monte dei Paschi Siena in qualità di capogruppo bancaria
Banca del Monte di Lucca.

Gestione del fondo di garanzia
La gestione del fondo di garanzia è affidata ad Artea (Agenzia regionale toscana per le erogazioni in agricoltura) e sarà regolata dal regolamento del fondo approvato dalla Regione ed allegato all’Accordo di progetto. La Regione e l’Azienda regionale DSU hanno sottoscritto il 27 novembre 2008 una convenzione con Artea per la gestione di tutti gli aspetti operativi del servizio. Artea sottoscriverà convenzione anche con gli Istituti di credito aderenti al progetto.
Hanno sottoscritto la convenzione con ARTEA ad oggi (luglio 2009) e quindi sono di fatto già operativi i seguenti Istituti di credito:
Banca di credito cooperativo di Cambiano (Società cooperativa per azioni)
Banche di Credito Cooperativo rappresentate dalla Federazione Toscana Banche di Credito Cooperativo.

Numero prestiti assistiti dal fondo di garanzia erogabili subito
Grazie al fondo di garanzia attualmente costituito potranno essere assistiti contemporaneamente da un minimo di circa 190 prestiti fiduciari ad un massimo di 590, a seconda delle durate di apertura del credito bancario che saranno concesse ai vincitori (1, 2 o 3 anni).

Il prossimo Bando per la concessione dei prestiti
L’Azienda regionale DSU adotterà il prossimo bando entro il 13 novembre 2009. Il bando resterà aperto (salvo esaurimento della disponibilità) sino al 31 dicembre 2010.

Il bando e la relativa modulistica saranno consultabili e scaricabili dai siti web delle tre Articolazioni territoriali organizzative dell’Azienda DSU:
Firenze http://www.dsu.fi.it
Pisa: http://www.dsu.pi.it
Siena http://www.dsu.siena.it

Informazioni
Informazioni sul servizio possono essere richieste presso le Articolazioni territoriali organizzative di Firenze, Pisa e Siena ed alla Regione Toscana – Settore Infanzia e Diritto agli Studi (P.O. “Diritto agli Studi”).


Documenti
Accordo di progetto 17 ottobre 2008
Accordo progetto 6 novembre 2008
Decreto 6137/08

Schede informative delle “Banche aderenti al progetto”
Federazione Toscana Banche di Credito Cooperativo, in nome e per conto delle Banche di credito rappresentate
Banca di credito cooperativo di Cambiano (Società cooperativa per azioni)
Cassa Risparmio di Carrara spa
Gruppo Banca Etruria
Banca Carige spa
Cassa Risparmio di Lucca, Pisa e Livorno
Banca Monte dei Paschi Siena in qualità di capogruppo bancaria
Banca del Monte di Lucca

Ultima modifica: 02/12/2012 03:18:52 - Id: 47980