Skip to Content skip-to-menu

Por Creo Fesr 2007-2013, Progetto Startup House, voucher alle imprese giovanili per progetti innovativi

Smart specialisation, manifatturiero

Por Creo Fesr 2007-2013, Progetto Startup House, voucher alle imprese giovanili per progetti innovativi

Contributo in conto capitale del 100% dell'investimento per progetti innovativi in Ict e fotonica, fabbrica intelligente, chimica e nanontecnologia. Domande online entro le 17 del 16 novembre.

Wednesday, 14 January 2015 09:00
Monday, 16 November 2015 17:00
Non specificato


La Regione Toscana, con decreto dirigenziale del 12 dicembre 2014 n. 6438, ha approvato e pubblicato il bando "Startup House Voucher imprese giovanili del settore manifatturiero", nell'ambito del "Progetto Pilota Start-Up house di cui alla deliberazione di Giunta regionale n.833/2014 e n. 929/2014, finalizzato a sostenere le imprese di nuova costituzione ed i processi d'innovazione diffusa nel sistema produttivo toscano.

Vai alle graduatorie del bando

Finalità. Favorire la creazione d'imprese giovanili, sostenendole mediante la messa a disposizione di spazi attrezzati e servizi di affiancamento e tutoraggio per lo svolgimento dell'attività d'impresa. Tale intervento viene attuato in conformità alle disposizioni comunitarie e/o nazionali e regionali vigenti in materia e dei principi di semplificazione e di riduzione degli oneri amministrativi a carico delle imprese.

Obiettivi. In linea con la strategia di Ricerca e Innovazione per la "Smart Specialisation in Toscana", che richiede di incentrare il sostegno della politica e gli investimenti su fondamentali priorità, sfide ed esigenze basate sulla conoscenza, saranno finanziati progetti di innovazione legati alle seguenti priorità tecnologiche orizzontali indicate dalla stessa Smart Specialistion (Allegato A del bando):
- Ict e fotonica
- Fabbrica intelligente
- Chimica e nanontecnologia

Destinatari. Possono presentare domanda domanda di aiuto le nuove imprese giovanili. In particolare, ai fini del bando, si definiscono:

  •  "nuove imprese": le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), in forma singola o associata in ATS, ATI, Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Consorzi, la cui costituzione è avvenuta nel corso dei due anni precedenti dalla data di presentazione della domanda. La data di costituzione coincide:

- per le imprese individuali, con la data di iscrizione alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura;
- per le società di persone, con la data di costituzione risultante dall'atto costitutivo e dal certificato di iscrizione alla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura;
- per le società di capitali, con la data di iscrizione nel Registro delle Imprese risultante dal certificato di iscrizione alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura;

  •  "giovanili", così definite:

- per le imprese individuali, l'età del titolare dell'impresa non deve essere superiore a 40 anni al momento della costituzione dell'impresa medesima;
-  per le società, l'età dei rappresentanti legali e di almeno il 50% dei soci che detengono almeno il 51% del capitale sociale non deve essere superiore a 40 anni al momento della costituzione della società medesima; il capitale sociale deve essere interamente sottoscritto da persone fisiche;
- per le cooperative, l'età dei rappresentanti legali e di almeno il 50% dei soci lavoratori che detengono almeno il 51% del capitale sociale non deve essere superiore a 40 anni al momento della costituzione della società medesima.

Scadenza e presentazione della domanda. Presentazione della domanda di aiuto dalle ore 9:00 del 15/01/2015 alle ore 17:00 del 16/11/2015. Le domande di aiuto dovranno essere redatte e presentate esclusivamente online accedendo al Sistema informatico di Sviluppo Toscana spa., all'indirizzo https://sviluppo.toscana.it/bandi/ secondo le modalità descritte documento "Istruzioni per la presentazione della domanda e schema di domanda" allegato al bando.
La modulistica (allegati del decreto 6438/2014) per presentare la domanda deve essere compilata sul Sistema informatico, ovvero sarà resa disponibile sulla piattaforma online, nel caso debba essere compilata separatamente e poi caricata sul sistema in upload.

Tipologia di agevolazione. L'agevolazione per la realizzazione del progetto di investimento è concessa nella forma di voucher come contributo in conto capitale nella misura del 100% dell'investimento ammissibile, con erogazione mediante utilizzo della delega di pagamento ai sensi dell'art. 1269 c.c. In riferimento alla tipologia di servizio B 4.1.2 di cui al "Catalogo dei servizi avanzati e qualificati per le imprese toscane", il bando prevede i seguenti massimali di costo per ogni progetto:

  •  l'investimento massimo ammissibile non può superare 36.000 euro
  • l'investimento minimo ammissibile, in relazione alle dimensioni dell'impresa è pari a:
    per la microimpresa 10.000 euro;
    per la piccola impresa 12.500 euro;
    per la media impresa, Consorzi, ATI/RTI e Contratti di rete 20.000 euro

Attività ammissibili. Le nuove imprese giovanili devono esercitare un'attività identificata come prevalente rientrante in uno dei seguenti Codici Ateco ISTAT 2007:

    B – Estrazione di minerali da cave e miniere;
    C - Attività manifatturiere;
    D - Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata;
    E – Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento;
    F – Costruzioni;
    G – Commercio all'ingrosso e al dettaglio limitatamente al gruppo 45.2 e alla categoria 45.40.3;
    H – Trasporto e magazzinaggio, ad esclusione dei gruppi 49.39.01e 52.22.0 e 52.22.09;
    J – Servizi di informazione e comunicazione, ad esclusione delle divisioni 58, 59 e 60 e dei gruppi 63.91;
    M – Attività professionali, scientifiche e tecniche ad esclusione della classe 71.11, 73.11, 74.2 e 74.3;
    N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese ad esclusione della divisione 79 , dei gruppi 77.22 e 82.3 e della categoria 77.21.02;
    Q – Sanità e assistenza sociale ad esclusione del gruppo 86.1;
    S – Altre attività di servizi, limitatamente alle divisioni 95 e 96 con esclusione della categoria 96.04.2.

Spese ammissibili. Ai sensi dell'art. 28 del Reg. (UE) n. 651/2014, sono ammissibili i costi per i servizi di consulenza e di sostegno all'innovazione, meglio dettagliati nelle "Linee guida delle spese ammissibili e per la relativa rendicontazione" allegate al Bando. Le spese per le quali è concesso l'aiuto sono relative a servizi finalizzati all'utilizzo di spazi attrezzati e infrastrutturati, comprensivi di servizi immobiliari di base (portineria, guardiania e sicurezza, pulizia, reti telefoniche e internet), servizi di affiancamento e tutoraggio (non comprensivi di servizi amministrativi di base contabilità, legale, tributario). Le caratteristiche delle spese ammissibili sono dettagliate nel Catalogo dei servizi avanzati e qualificati per le imprese toscane", approvato con decreto 4983 del 05/11/2014 tipologia B 4.1.2 (Allegato B del Bando).

Per conoscere tutti i dettagli necessari per fare domanda, consultare in testo integrale del bando

Per saperne di più e per assistenza:
scrivere a  startuphouse12@regione.toscana.it per assistenza sui contenuti del bando;
scrivere a supportostartuphouse12@sviluppo.toscana.it per assistenza informatica sulla compilazione della domanda online.

Anna Luisa Freschi

Regione Toscana

Ultima modifica: 24/03/2016 13:35:26 - Id: 12225541
  • Condividi
  • Condividi