Skip to Content skip-to-menu

Finanziamenti turismo e terziario

In Primo Piano

Por Fesr 2014-2020, finanziamenti a tasso zero per start up e nuove imprese

Finanziamenti del 70% del costo totale ammissibile, in favore di giovani, donne e destinatari di ammortizzatori sociali.

Bandi per turismo, commercio e terziario

Bandi aperti su finanziamenti Por Creo Fesr, Par Fas e Prse   In evidenza : Finanziamenti a tasso zero per start up e nuove imprese Contributi alle...

Fondo cinema: bando a sostegno di opere cinematografiche sulla Toscana

Attività terziarie

Fondo cinema: bando a sostegno di opere cinematografiche sulla Toscana

Sostegno finanziario a piccole e medie imprese per produrre opere seconde cinematografiche, ed audiovisive assimilate, sull'identità regionale della Toscana. Presentazione delle richieste di intervento da parte del Fondo cinema, dal 10 febbraio al 30 aprile 2014.

Wednesday, 30 April 2014 23:59
Non specificato

La Regione Toscana con decreto dirigenziale n. 5987 del 30 dicembre 2013 ha approvato la
riapertura del bando "Fondo per la produzione di lungometraggi o cortometraggi cinematografici, nonchè opere audiovisive assimilate" (riferimento art. 6 legge regionale n. 69/2008).

Finalità. Il bando è finalizzato a sostenere le imprese per produzioni cinematografiche, film e fiction audiovisivi, attraverso il Fondo cinema istituito dall'articolo 6 della legge regionale "Interventi per la produzione e diffusione di lungometraggi o cortometraggi cinematografici nonché di opere audiovisive assimilate" (n. 69 del 24 dicembre 2008) e disciplinato dal Regolamento 29 luglio 2009 – n. 42/R così come modificato dal Regolamento 3 agosto 2010 n. 45/R

Destinatari. il bando è rivolto a piccola o medie imprese italiane o di un altro Stato membro dell'Unione o appartenente allo spazio economico europeo, costituita in forma societaria, avente un capitale interamente versato ed un patrimonio netto non inferiori a 40mila euro. Le imprese non italiane, si impegnano al momento della presentazione della domanda, ad aprire una filiale o agenzia permanente in Italia. Tutti i requisiti dei propnoenti sono indicati all'articolo 4 del bando "Requisiti di ammissibilità dei soggetti partecipanti",

Interventi ammessiLa domanda deve avere ad oggetto la produzione di opere seconde cinematografiche ed audiovisive assimilate su temi che valorizzano l'identità regionale con riferimento al patrimonio storico-culturale, paesaggistico-ambientale, socio-economico, letterario o antropologico della Toscana e le cui riprese siano da effettuarsi per almeno il 50% degli esterni in Toscana.

Scadenza: le domande possono essere presentate dal 10 febbraio al 30 aprile 2014.

Presentazione delle domande. Le domande devono essere trasmesse all'indirizzo: Regione Toscana settore "Disciplina, politiche e Incentivi del commercio e attività terziarie" della direzione generale (Dg) "Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze", via Pietrapiana n. 30 - 50121 Firenze.
I proponenti dovranno redigere la domanda sul modulo di domanda approvato con decreto 237 del 23 gennaio 2014), allegando copia del documento di identità del legale rapprese ntate dell'impresa, in corso di validità, e da tutti gli allegati necessari a dimostrare la ricorrenza dei requisiti di partecipazione al bando. Più precisamente dovranno in ogni caso essere presentati 5 copie su supporto informatico (CD/DVD) dei seguenti documenti:
1) sceneggiatura dell'opera;
2) curriculum vitae del regista e degli attori principali;
3) dichiarazione che l'impresa proponente è titolare dei diritti di utilizzazione e sfruttamento del
soggetto e/o trattamento, nonché dell'eventuale sceneggiatura presentati, corredata dai relativi atti
di cessione trascritti sul Pubblico Registro per la Cinematografia e che la stessa ha definito con gli
attori principali idonei accordi, almeno opzionali;
4) dichiarazione che l'opera è destinata al pubblico prioritariamente nella sala cinematografica (solo in caso di richiesta relativa ad opere cinematografiche;
5) piano di lavorazione con indicazione delle località di ripresa, delle pose, degli interni e degli este
rni, con specifica evidenza delle riprese da effettuarsi in Toscana;
6) preventivo analitico dei costi di produzione dell'opera, con evidenza del dettaglio delle spese da
sostenere in Toscana;
7) piano finanziario attestante la copertura del preventivo analitico dei costi di produzione e di
distribuzione, comprensivo del piano di investimenti in promozione ed advertising (previsto o
definitivo) e descrizione delle attività connesse;
8) copie di lettere di intenti, contratti preliminari o contratti definitivi, con altre PMI, italiane o e
stere, per la coproduzione;
9) copie di lettere di intenti, contratti preliminari o contratti definitivi, con altre imprese, italiane o estere, per la distribuzione dell'opera.
10) illustrazione delle opere realizzate negli ultimi 5 anni dall'impresa proponente o dal produttore
delegato di riferimento;
11) piano economico finanziario e relativo sviluppo temporale per 5 esercizi prospettici a partire da
quello di presentazione della domanda di contributo, con dettaglio degli incassi previsti per ciascun
canale distributivo (almeno per: theatrical, home video, free TV, pay TV e pay per view) e con
indicazione degli eventuali minimi garantiti e degli eventuali accordi di "product placement".
12) proposta di vendita dei diritti di utilizzazione e sfruttamento del film. Tale proposta sarà oggetto di valutazione da parte della Commissione, ad esito della quale la Regione si riserva il diritto di
proporre variazioni tali da garantirle con buona probabilità il recupero delle somme investite.

Per saperne di più: cosultare tutti i necessari dettagli sul testo integrale del bando (allegato A del decreto n. 5987/2013.
 

Regione Toscana

Ultima modifica: 28/04/2017 16:24:20 - Id: 11424401
  • Condividi
  • Condividi